Presenze Aliene

martedì 6 dicembre 2016

I MILLE VOLTI della Valmalenco

I MILLE VOLTI
della VALMALENCO

1

Potrebbe essere il titolo di un film, forse di un libro; ma più semplicemente è un articolo che mira ad evidenziare alcune sfaccettature di questa sperduta valle ai piedi del Bernina. Mille potrebbero essere i volti folcloristici locali, coi personaggi, le vicende, coi prodotti caratteristici. Qui però questi mille volti incontrano i mille contradittori volti dell’ufologia e non solo. Ne nasce un cocktail agrodolce, dal sapore strano e inebriante. Forse anche pericoloso, in quanto su un versante genera dipendenza passionale, sull’altro un ipotetico o reale scontro con parte della realtà locale e, peggio ancora, lo scontro con i mille volti della logica del potere. Ho conosciuto la Valmalenco, invitato da persone le quali sapevano che sono un ricercatore in ambito ufologico e non solo, con l’intento di tentare di fornire una spiegazione razionale al fenomeno che stava emergendo. Uno dei primi volti riscontrati in questa vallata, è la collocazione isolata e a se stante, con grande frequentazione in inverno per le piste di sci e, in estate per i suoi paesaggi poetici quasi incantati. Poi però si scopre che in cima alla vallata sono stati costruiti due enormi e spettacolari invasi, Campo Moro e Alpe Gera che, se considerati con ottica pessimistica, potrebbero distruggere incanto, poesia e vallata. Sulla destra spicca il maestoso Pizzo Scalino, palcoscenico principale dei mille volti dell’ufologia locale. L’idea di scrivere un articolo con questo titolo è sorta nel momento in cui il signor P.B., un volto della contestazione, ha voluto fornire la prova che io sarei un impostore, in quanto le foto presenti nell’articolo: http://presenze-aliene.blogspot.it/2013/04/pizzo-scalino-la-s-messa.html relative alla Messa sul Pizzo Scalino del 22/8/2010 sono a suo dire false. Ha pertanto posto sul piatto della bilancia quale prova, il seguente video:  https://www.youtube.com/watch?v=Ty4o4IzvVFY&app=desktop



2
Visionai il video e, con mio grande stupore, dovetti riscontrare che l’affermazione del P.B. è errata. Probabilmente involontaria, ma certamente non vera e non adeguatamente accertata da parte sua; in quanto in tre punti del video si vedono passare velocissimi due ufo in coppia. La persona non abituata ad osservare i video alla ricerca di quanto meno visibile, ma non certamente meno vero, ha difficoltà a cogliere i fugaci passaggi. Rallento quindi il video e accertata la cosa, estrapolo i frame in questione. Ne ripropongo tre, uno per ogni passaggio e segnalo dove li potete riscontrare. Sono i punti: 11.43.14/11.44.00    primo, 16.50.00/16.50.05    secondo, 27.16.03/27.16.11    terzo passaggio. Faccio presente che testimonianze fotografiche e verbali relative a quel giorno, dimostrano la presenza sfuggevole di tre ufo, dei quali due parevano viaggiare in coppia.

3

 Si potrebbe obiettare che le immagini non dimostrano molto per quanto riguarda gli ufo; ma occorre tenere presente alcune cose. La qualità della videocamera, la velocità degli oggetti; e più importante il fatto che questi oggetti adottano sistemi di schermatura parziale (in questo caso) oppure diversamente o totale in altri, andando a generare combinandosi con i giochi di luce, distorsione delle immagini degli ufo. Come si può notare in tutti i tre frame, gli oggetti manifestano deformazione di immagine. Per i denigratori che ignorano, come per quelli a pagamento, questo aspetto è ottimo per fini di delegittimazione. Anche questo è un volto della Valmalenco, però diffuso in tutto il mondo, secondo le logiche di sistema. A questo punto ringrazio P.B. per avermi segnalato il video che, sfortunatamente per lui, non prova quanto intendeva provare, ma esattamente il contrario! Qual ora avesse a disposizione altro materiale del genere per la contestazione, è pregato di inviarmelo. Così pure ringrazio l’autore del video; che invito ad intervenire per eventuali precisazioni.

4

 Ora però voglio capire se chi ha messo in rete questo video, ovvero l’autore, ha inserito tutto quello che è stato ripreso quel giorno al Pizzo Scalino, oppure ha lasciato i tre passaggi, in quanto sfuggiti alla sua attenzione. L’autore del video è pubblico e si chiama Gianmario Nana di Chiesa in Valmalenco. Contatto questo signore al quale pongo la seguente domanda: “Lei ha messo in quel video tutto quanto è stato ripreso quel giorno al Pizzo, oppure ha operato una selezione atta a non evidenziare la presenza di ufo di maggiori dimensioni?”. Risposta: “Quel giorno nessun ufo è stato da me visto o ripreso, è stata una giornata assolutamente normale. Mi dimostri lei che erano presenti degli ufo”. Invio pertanto al signor Nana tre fotografie attestanti la presenza di ufo quel giorno, fotografie che mi erano state recapitate in anonimo tempo fa, presumo da persone presenti sulla scena in questione. Alla vista della prima foto il Nana reagisce dicendo: “Non è possibile! Questa foto è uguale identica ad una foto che ho fatto io quel giorno; in cui però l’ufo non è presente” e, mi invia la foto in questione. Effettivamente la foto è esteticamente identica tranne che per il particolare dell’ufo. E’ la seconda foto sottostante. Sono perplesso, devo riflettere.

5A

5B

Ad accertamento la foto con oggetto volante risulta ricavata e pertanto non nella versione originale. Foto non originale, non significa quanto di solito la maggioranza delle persone pensano, ovvero che non rappresenta il vero; in quanto una foto ottenuta in post produzione (replicata) che è esteticamente uguale all’originale in RAW, non sarà a sua volta originale, ma rappresenta comunque il vero! A questo punto si sarebbe indotti a pensare che l’originale è la foto inviatami dal Nana senza la presenza dell’ufo; ma i conti non tornano, in quanto neanche questa foto è nella versione originale RAW! Una foto per essere nella versione originale RAW non deve aver subito alterazioni intenzionali, ma neanche essere stata spostata mediante programmi di gestione che vanno ad intaccare i dati originali. Quindi chi sposta foto mediante la posta via mail in allegato, oppure postando su Facebook, senza rendersene conto altera l’originale, se mai prima lo era. Quindi ora, una delle due ipotesi: O l’oggetto è stato posto sulla foto inviatami in anonimo; oppure l’oggetto è stato tolto dalla foto del Nana. Una cosa però è certa; le due foto presentano la stessa scena, non similare ma identica. A questo punto ho fatto richiesta al Nana di rispondere ad alcune domande. La prima è la seguente:” Lei mi conferma che la foto inviatami, da quando lei l’ha scattata sino ad ora è sempre stata nella sua unica disponibilità, oppure altri hanno avuto a disposizione questa foto?” Ancora oggi attendo la risposta! Il Nana sa benissimo che ribadendo che la foto l’ha scattata lui e questa è stata nella sua unica disponibilità, lui è il responsabile della foto, quindi altri non potrebbero aver incollato l’ufo. Se mi dice che altri hanno avuto a disposizione la foto, allora ha altro da dover spiegare, compreso chi mi ha inviato le foto in anonimo. La cosa migliore da farsi ora, sarebbe che il Nana metta a disposizione la foto nella versione RAW, cosa che garantirebbe che la foto è genuina e in suo reale e unico possesso. Non penso che farà questo, in quanto la non risposta, già è la risposta. A questo punto l’ipotesi per me più plausibile, che raccoglie l’intera vicenda, è la seguente: La verità è data dal video, in quanto la presenza degli ufo è sfuggita al Nana per sua stessa ammissione (…nessun ufo quel giorno è stato visto o ripreso…) cosa invece confermata anche dalle foto inviatemi in anonimo, da più autori, delle quali le foto tre, quattro e cinque A, sono della stessa serie. In queste foto si vedono, non solamente degli ufo, ma si vedono in coppia (foto tre e quattro) esattamente come nel video e come da testimonianze verbali! Resta da stabilire se l’ufo alle spalle del vescovo è stato messo oppure tolto. Eventualmente si scoprirà in una prossima puntata; una cosa però è certa, quel giorno gli ufo sono stati visti e ripresi. Lo dice il video, ma lo dicono le persone che, visti gli ufo, si mettono a salutare! A mente serena, parrebbe addirittura che una mano fatata sia intervenuta in questa vicenda: “Prima fornendo le prove che gli ufo sono stati fotografati, per poi in seguito voler far passare che non erano stati fotografati!” Cosa è avvenuto nel frattempo? Qui mi fermo nel riportare questa vicenda. Chi fosse interessato al seguito della storia, potrebbe chiedere direttamente all’interessato come stanno le cose. A lui, spiegare eventualmente questo esempio dei mille volti della Valmalenco.

6

 Mi spiace dover nascondere alcuni volti su alcune fotografie, ma ciò si rende necessario per non incorrere in contestazioni. I volti della Valmalenco sono però migliaia e anche di questi altri occorre parlare. Non esclusivamente volti umani come generalmente sono ripresi;  ma alieni, sui quali non metterò veli sino a quando non saranno loro stessi ad esprimermi questa necessità (foto 6). Sin dall’inizio della mia avventura in Valmalenco, ho riscontrato che i volti alieni che qui si erano visti e ripresi, poco avevano a che fare con le ipotetiche ricostruzioni dei volti alieni che compaiono nel calderone dell’ufologia in generale; benché poi vi sono anche conferme. Ora però, per fare in modo che il lettore comprenda, devo fornire alcune precisazioni. Quando si riprende una entità aliena, due sono le possibilità. Posso aver visto l’entità e quindi l’ho fotografata; oppure ho fotografato dove l’entità non era visibile, ma essa è comparsa nella fotografia, in quanto lì stava. Ciò è possibile in quanto la banda della percezione visiva umana è ridotta rispetto alla banda di acquisizione della fotocamera. Pertanto se l’entità si manifesta sulla frequenza del fotografabile non visibile, io otterrò la foto dell’entità senza averla vista. Può anche capitare che il fotografo non vede per disattenzione l’entità e la riprende; ma questa è un’altra variante. Pertanto la domanda da porsi di fronte alla foto di una entità è sempre: “Si tratta di entità vista e fotografata, oppure di entità fotografata ma non vista? La risposta indica quindi il grado di manifestazione di quella entità. Chiarito questo volto dell’ufologia, occorre chiarirne altri. In ambito ufologico è noto che si possono fotografare volti alieni non visibili alla vista umana; ma è opinione molto più rara, il fatto che si possono fotografare volti umani non visibili alla nostra vista (Foto 1-7-8).

7

Le fantastiche foto 1-6-7-8, sono esempi di straordinari volti fotografati ma non visti direttamente, tutti ripresi in Valmalenco. A questo punto è opportuno tentare di spiegare di chi sono i volti umani fotografabili e non visibili.  Diverse sono le ipotesi, in quanto non è possibile al momento avere certezze; ma due ipotesi hanno maggiore consistenza. La prima è quella parafisica, ovvero, così come le entità aliene possono manifestarsi generando la figura a vari stadi di concretezza fisica ovvero materializzazione; così potrebbero semplicemente adottare figure umane, in questi casi esclusivamente il volto scelto. Alcuni teorici ipotizzano la possibilità che questi volti umani sono l’espressione delle entità che con quei volti hanno vissuto in Terra la vita umana. Quindi sarebbero i volti dei defunti che noi piangiamo come morti, ma che sarebbero ben vivi come entità ora da noi considerate aliene. Questa ipotesi sconfina o si allaccia al fenomeno degli ORBS, vedere: http://presenze-aliene.blogspot.it/2010/11/gli-orbs-ci-guardanoe-alcuni-loro.html Altra ipotesi è quella in base al quale si tratterebbe di volti proiettati da tecnologia aliena e forse addirittura da tecnologia umana non convenzionale o nota. A quale pro è da definire.

8

Io non sono in grado di affermare quale sia la verità; ma posso affermare con certezza che questo fenomeno esiste ed è straordinario, soprattutto sotto l’aspetto estetico e per quanto potrebbe presupporre. Nella eventualità che si tratta di volti umani adottati da entità aliene nel corso della vita umana, significherebbe che la morte non esiste, se non come trapasso di ritorno da dove siamo venuti. Significherebbe che noi umani siamo entità aliene (ma anche entità spirituali, entità animanti un corpo fisico, o anime) momentaneamente presenti sulla Terra per questo genere di vita! Che sia giunto il momento di rivedere il nostro concetto di morte? Lo spero nell’interesse di tutti noi, affinché sempre meno lacrime si debbano versare e, si smetta di pregare per poter accedere al paradiso; ma si realizzi pienamente il fine per il quale siamo qui ora. A questo punto occorre prendere atto, che questi volti presentano una espressione, un calore, una veridicità veramente sconcertante!
Non ho certamente finito di presentare i mille volti della Valmalenco, se saranno di vostro gradimento, vi sarà un seguito. Nella eventualità che alcuni di voi abbiano ripreso volti del genere, ma non abbiano avuto il coraggio di renderlo noto, questa è l’occasione giusta per farlo. Gettate il riserbo e fatecelo sapere! Se invece qualcuno di voi riconosce o pensa di riconoscere uno di questi volti, è pregato di contattarmi! Comprendo il fatto che quanto riportato in questo articolo possa meravigliare o sconcertare alcuni lettori, oppure che sia incredibile; ma se l’umanità ha perfino creduto che si nasce con un debito di stato e pertanto ingrassa la mafia bancaria, ha creduto che si nasce col peccato originale e ha ingrassato la chiesa; per quale motivo non può ipotizzare che sia meritevole di considerazione quanto esposto sopra? In fondo, sono secoli che si crede alla madonna, senza mai averla vista o fotografata come in questi volti! Un grazie agli autori delle foto.

PS:Ad articolo pubblicato, ho ricevuto l'invito di rimuovere le foto uno e otto in quanto concesse in esclusiva per futuro libro. Mi scuso coi lettori, sperando che in seguito mi sia consentito ripubblicarle.









giovedì 1 dicembre 2016

Promemoria per referendum 4 dicembre 2016



Se Chi fino a ieri ti ha fregato, ora ti propone un referendum, non può essere per non poterti fregare più!!!
 E’ quindi per fregarti meglio!!!


Detta da me può essere considerata una battuta comica. Detta da Ferdinando Imposimato, l’ipotesi supposta diventa più seria: 

https://www.youtube.com/watch?v=KZalSMSFnWo

mercoledì 30 novembre 2016

Sapiente ignoranza

SAPIENTE IGNORANZA


Il presente articolo è tratto da un capitolo del libro “I fabbricanti di stupidi scaricabile gratis: I Fabbricanti di Stupidi (download gratuito) Libro ideato, non per dire alla massa che è stupida in senso dispregiativo, ma per far comprendere che è sottoposta ad una azione da parte del potere o dominio, che mira a renderla tale e, tale l’ha resa mediante l’attuale paradigma di sistema. Pertanto i fabbricanti di stupidi sono le persone, meglio l’associazione delinquenziale di stampo mafio/satanista, il quale da dietro le quinte ma neanche tanto, si è imposta al mondo. Trattasi del: http://presenze-aliene.blogspot.it/2016/11/nwo-nuovo-ordine-mondiale_36.html E’ necessario che la massa si renda conto di quanto è avvenuto, quanto sta avvenendo e quanto avverrà. Ignorare tutto questo significa essere degli incoscienti. Piangere dopo non serve e, non fa altro che confermare quanto detto. Complimenti all’autore e, a lui la parola:

Non lo sappiamo ma non siamo noi ad avere bisogno del potere, mentre è il potere ad avere assoluto bisogno dell'umanità. Senza, non sopravvivrebbe. Tuttavia, così come nasciamo, non gli andiamo molto bene. Ci deve allora modificare per adattarci alle sue esigenze e lo fa in molteplici modi. Poiché siamo sottoposti a trattamenti di adeguamento da sempre, muoviamo già i primi passi nel condizionamento che ci è trasmesso dalle persone transitate prima di noi, attraverso il percorso manipolatorio della cultura, dei media, della religione e degli altri innumerevoli meccanismi della nostra società. Pertanto, fin da bambini, tossiche influenze le assorbiamo proprio dall’ambiente familiare, e proprio questo, provvederà a esporci pure alla manipolazione della televisione, che è un mezzo attraverso il quale ogni forma di aberrante pensiero (compresi i messaggi subliminali) può essere diffuso in larga scala. E' uno strumento perfetto per produrre e farci accettare la MATRIX. Tuttavia, poiché dal dominio nulla è lasciato al caso, per trasformarci in materiale per esso maggiormente utile e sfruttabile, ci predispone con un'intensiva terapia "ignorantizzante" attraverso il dispositivo scolastico e culturale. Anche questo, sfrutta al massimo il periodo in cui l’essere umano ha la struttura di fertilissimo terreno, poiché è durante la crescita che i messaggi fasulli ottengono il più elevato effetto. Qualsiasi aberrazione data in nutrimento in giovane età, trova totale e incondizionato accoglimento. Nemmeno si deve parlare di lavaggio del cervello, giacché non c’è nulla da ripulire e solo da introdurre.

Don Miguel Ruiz dice: "Essere ricompensati ci fa sentire bene e continuiamo a fare ciò che gli altri vogliono che facciamo. Tra la paura di essere puniti e quella di non ricevere la ricompensa, cominciamo a fingere di essere ciò che non siamo, soltanto per accontentare gli altri, per essere "bravi" secondo i loro standard. Cerchiamo di compiacere mamma e papà, gli insegnanti, i sacerdoti e così cominciamo a recitare. Fingiamo di essere ciò che non siamo per paura di essere rifiutati. Questa paura si trasforma nella paura di non essere abbastanza bravi e alla fine diventiamo ciò che non siamo". Il fatto che il meccanismo scolastico ci bombardi con un nozionismo spropositato e degenere, senza fornire quanto realmente utile, prova che siamo sottoposti a un disegno ad ampio respiro per svilire l'essere umano a livello di consapevolezza. La scuola infatti, si può paragonare a un gas soporifero a lenta azione, che adagio addomesticherà i nostri cervelli, mettendoci nella condizione di accettare la demenzialità del nostro mondo, assimilare le panzane più assurde come vere, e quindi, piegare ogni guizzo di ribellione verso questa società fasulla e dello schifo. Insomma, il Sistema si adopera per renderci incapaci di creare e sviluppare le individuali potenzialità, fuori della ZONA di SUO UTILIZZO.


Carlo Ferrario: "L’INIZIAZIONE, per le tribù occidentali consiste nello strappare un ragazzo alla fantasia per introdurlo al conformismo". Di certo, rientrano nello schema "terapeutico" pure le discoteche, anch'esse create per accentuare lo stordimento, poiché sono il grande punto di contatto con il soffio marcio e velenoso della nostra società, la prova che chi è bello e ricco, gnocca e puttana, oppure forte e prepotente, ha il mondo ai suoi piedi, ha successo e vince. Si paga l'entrata per sentirsi sbattere in faccia la realtà decomposta del nostro mondo, per apprendere altri valori alienanti della grande jungla che infine accettiamo e facciamo nostri.

Ma stavo parlando di "cultura" …
Nel percorso di crescita, se non ci si perde e si hanno i soldi, si arriva a iscriversi all’università, tuttavia, poiché nulla ci è favorevole, men che meno serve a renderci dotti. Anche l'università serve a distoglierci dalla comprensione di ciò che sta accadendo, così che sia tutelato e rinnovato il meccanismo che ci schiavizza. Serve persino a produrre l'effetto presunzione, a farci credere di possedere cognizione, di saper distinguere il vero dal falso, di conoscere la realtà, di non essere turlupinabili …
Può essere che non siate d’accordo su ciò eppure, la medicina è la terza causa di morte al mondo, mentre la fisica raccontata dai libri è falsificata. Per esempio, ci ammaestrano dicendo che siamo separati dalle altre cose e persone, o che è la chimica a produrre i pensieri, quando Giordano Bruno insegnava: "Non è la materia che crea il pensiero ma il pensiero che crea la materia" … La politica prepara all'inganno, gli avvocati e i notai acquisiscono gli strumenti per sostenerlo. I bocconiani poi, secondo uno schema di giudizio classico, rappresentano un perfetto esempio d'intelligenza e cultura eppure, la loro conoscenza li rende socialmente devastanti. Il loro sapere serve a realizzare progetti malati, a ridurre l'essere umano a un dispositivo di guadagno secondo uno schema demenziale e disumano. La laurea fa sentire arrivati e d'avere una mente aperta e di essere colti ma lo crediamo, perché pensiamo che la cultura sia libera. Invece, non lo è. Dal momento che potrebbe creare risveglio, è stata frantumata e dispersa in milioni di libri … perché, il potere, vuole sfruttare e avere vantaggi solo per se. La facoltà credete di averla scelta voi? Nemmeno per sogno, per il GIOCO dell'inganno avete scelto secondo condizionamento, per essere perdenti; sempre …

G. Farquhar ci presentò la questione nel seguente modo: "Meno conosci, meglio obbedisci". La scuola si occupa di imbottirci di nozioni, per impedirci di acquisire "conoscenza". Di cosa ha bisogno il Potere, ce lo disse pure Osho (vedi link): "Se le persone sono sagge non possono essere sfruttate! Se sono intelligenti, non possono essere sottomesse!". Sostanzialmente, il Sistema ha bisogno di stupidi … poiché l'intelligenza è pericolosa: ha il difetto di non essere addomesticabile e mette nelle condizioni di concepire cose scomode, di vivere senza il potere, poiché di esso non sa che farsene.
A dimostrare che gli studi non aprono la mente, è pure un altro fatto: la maggioranza delle persone di cultura alle quali prospetto questa situazioni, esprimono meraviglia e tra i sorrisini ironici mi fanno capire che dovrei iniziare a farmi di roba più leggera. E' pertanto lampante … se realmente la "cultura" producesse apertura intellettiva e consapevolezza, questo libro nemmeno esisterebbe … Per l'appunto, cosa diceva Feuerbach? “L’uomo è ciò che mangia”. Ecco, non cambia per il nostro cervello: se lo si alimenta di stronzate, immaginate come possano essere i pensieri che ne derivano?
In rapporto con quanto detto, leggetevi attentamente il seguente pensiero di Osho, uno che dal Dominio è stato tolto dalle scatole perché pericoloso …: "Possediamo due emisferi: dal punto di vista tecnico quello sinistro è molto efficiente ma è privo di creatività. E' meccanico. E' l'emisfero della logica, della matematica, del ragionamento, dell'ordine, del calcolo, della disciplina, dell'astuzia. L'emisfero destro è l'opposto. E' l'emisfero del caos, non dell'ordine, della poesia, non della prosa, dell'amore, non della logica. Quando un bambino nasce il lato destro è attivo, il sinistro no. Poi cominciamo a impartirgli i primi insegnamenti, in modo ignorante. Nel corso dei secoli abbiamo imparato come spostare l'energia dell'emisfero destro al sinistro, come bloccare l'uno e fare funzionare l'altro. La scuola fa questo: dall'asilo all'università la cosiddetta istruzione non è altro che uno sforzo per distruggere l'emisfero destro". L'istruzione dunque, serve ad annientare quell'emisfero che ci condurrebbe a una visuale più vasta, armoniosa e propensa a un equilibrio universale, a un percorso gioioso e libero, come anche affermato dalla neuro anatomista Jill Bolte Taylor, nel libro La scoperta del giardino della vostra mente.
Pare davvero che su questo tema siano d'accordo in molti. Noam Chomsky: "La scuola premia la disciplina e l'obbedienza e punisce il pensiero indipendente. Se qualcuno prova a essere un po' innovativo, o un giorno si dimentica di andare a scuola perché sta leggendo un libro che lo interessa, allora commette un crimine perché invece di obbedire pensa". Il mondo dell'istruzione, come il resto, ci plasma per essere pedine di un congegno malato e deforme. È organizzato per trasformarci in automi o, che fondamentalmente è la stessa cosa, in rimbambiti; ci costruisce attorno tutte le schematizzazioni necessarie per prenderci nella rete, quindi, facendoci credere di essere bravi e intelligenti quando non opponiamo resistenza al lavaggio del cervello. Il programma di costruzione secondo schemi robotici dell'essere umano, tocca per questo i valori stessi attribuiti a cultura e intelletto. Non è un caso che siano sottilmente malati, che il Meccanismo ci sproni alle rigide facoltà razionali: fa parte di una strategia per farci perdere il contatto con una realtà sottile, traboccante di sfumature, per far prevalere le espressioni umane meno sensibili e intelligenti, al fine di accrescere una frequenza negativa. Lev Tolstoj: "Gli uomini di genio sono incapaci di studiare in gioventù perché sentono inconsciamente che bisogna imparare tutto in modo diverso da come lo impara la massa". E cosa espresse Albert Einstein? "L'unica cosa che interferisce con il mio apprendimento, è la mia istruzione". E disse pure: "La logica vi porterà da A a B. L’immaginazione vi porterà dappertutto". Forse è ora più chiaro perché il Sistema si sia attrezzato per ucciderla?

Il vocabolo ISTRUZIONE manca solo della D davanti per dirci cos'è realmente. Infatti, con L'AMMAESTRAMENTO ERIGIAMO MURI TRA NOI E L'ANIMA E PERDIAMO LA CONNESSIONE CON IL NOSTRO IO PROFONDO. Distruggiamo la nostra essenza. Anche Gioia Panozzo nel suo libro "Il guaritore interno", ci fa presente che a impedire il dialogo con la nostra intelligenza superiore, è la mente analitica, zeppa di schematismi, dogmi, vecchi concetti, ideologie unilaterali. Il motivo è quello continuamente evidenziato ma nel caso abbiate ancora dei dubbi, ponetevi una domanda: quanto vi hanno preparato i corsi di studio al fine di acquisire consapevolezza della vostra realtà divina e dei vostri poteri, al fine di vincere ogni conflitto, al fine di esprimere pienamente il vostro LIBERO ARBITRIO, al fine di creare tutt'attorno a voi un mondo armonioso, al fine di apprendere i segreti per vivere leggeri e sereni, per gioire della vita, e rendervi degli esseri umani felici? Sapete? Dovrebbero essere questi rudimenti ad avervi impegnato maggiormente, invece, se queste voci nemmeno sono materia d'insegnamento, è perché il potere non desidera uomini gioiosi ma pezzi a incastro, persone cui succhiare energie e risorse, e utili a far funzionare un mondo privo di anima, offensivo per l’essere umano. Potrete verificare l'esattezza di ciò, anche guardandovi attorno: vedete quanti razionali colmi di canonica cultura e intelligenza, usciti a massimi voti dalle università, sono a guida delle nostre vite?
Sono i politici, i direttori di aziende e banche, coloro che elaborano le previsioni per il futuro, gli alti prelati e coloro che ci insegnano a vivere. I nostri paesi sono trainati e governanti da persone che reputiamo all’altezza dei compiti perché conformemente preparate. Eppure stiamo andando verso la rovina, perché, SONO STATI CREATI PER ESSERE DEGLI SQUALLIDI MEDIOCRI! L'istruzione, è uno strumento del dominio per alimentare e difendere se stesso, poiché, come ci ricordò Stephen Biko: "L'arma più potente nelle mani di un oppressore è la mente degli oppressi". Quindi, quel foglio di carta con la firma del Magnifico Rettore, l’enfasi con la quale è consegnato, e ancor prima le fatiche sostenute per ottenerlo, sono parte della messinscena per servirci alla perfezione l'inganno.
E dopo tanto studio e fatica? Eccoci pronti a dare il nostro contributo alla società con tutte le nostre energie … ma nemmeno ciò avviene automaticamente e molti iniziano la via crucis per trovare un impiego. Chi ha fortuna (…???), s'inserisce in un meccanismo alienante in cui il PROFITTO DELL’AZIENDA diventa PADRONE ASSOLUTO DELLA VITA, non solo lavorativa. Tuttavia, gonfi di soddisfazione, siamo finalmente ingranaggi e motori di quella grande macchina che s'impossessa di un'altra fetta della nostra anima. Infine diventiamo esempio di efficiente sottomissione, di robotizzazione, e pescando ad ampie mani nell'addestramento, ci impegniamo nel nostro ruolo di promotori e manutentori dello stato di delirio … Molti si ritroveranno gomito a gomito con altri disgraziati, e li, pigiati nel traffico urbano, passeranno una fetta di vita. Allora, per rendere sostenibile l’alienazione, l’auto dovrà essere confortevole come un salotto, e comunque appagare l'Ego, e mostrare vistosamente l'appartenenza a una certa classe sociale, come impone l'emisfero sinistro del cervello. Crediamo di poter sfruttare il Sistema ma è sempre esso a sfruttare noi. Anche facendoci gonfiare d'orgoglio per un giocattolo che presto, le regole del mercato trasformeranno in ferro vecchio. Oramai i nostri valori sono guastati dalle sevizie ricevute, seguiamo la golosità: rincorriamo gli oggetti del desiderio secondo gli schemi dell'apparato di Dominio. Ma per averli dobbiamo guadagnare tanti soldi, che impongono più ore di lavoro, o più dedizione e comunque più schiavitù. E ci chiediamo come mai le droghe siano d'uso tanto comune? Tutto ciò, almeno servisse a svegliare la gente ma raramente accade. Dopo l'allenamento a mentire primariamente a se stessi, anziché muovere verso la consapevolezza, più facilmente ci si attaccherà con disperazione a quelle quattro illusioni confuse per conoscenza; guidati dal condizionamento, si escogiteranno soluzioni, utili a perpetuare la follia e la violenza su se stessi.



mercoledì 16 novembre 2016

Sulla sponda del fiume

MOMENTO STORICO
sulla sponda del fiume!



Disse Confucio: Se hai sete di vendetta, siediti sulla sponda del fiume e aspetta; li vedrai passare… Questo avvenne, questo riporto.


Iniziai ad interessarmi e ad indagare il fenomeno ufologico della Valmalenco nel 2011. Immediatamente, dati i miei trascorsi, mi resi conto quanto fosse grande e seria la faccenda e, quanto fosse sconcertante e veritiero il materiale in circolazione. L’ufologia della Valmalenco iniziò ad affermarsi alla cronaca nel 2010/2011; ma la data di inizio del fenomeno va spostata di molto indietro nel tempo. A livello di materiale fotografico, si hanno riscontri datati 1960. Più in là fa testo il caso Giampiero Monguzzi del 31/7/1952, avvenuto sul Bernina, con la sua serie di foto. Per chi fosse interessato ad approfondire la vicenda, consiglio questo interessante articolo: http://misterobufo.corriere.it/2013/10/06/ufo-falsi-o-veri-la-storia-del-caso-monguzzi/


Per casi più indietro nel tempo, non si dispone di materiale fotografico, ma si dispone di storie locali che, considerate alla luce di oggi, fanno ipotizzare che la situazione di fondo della Valmalenco non è mai cambiata. Ciò che è cambiata è la consapevolezza delle persone negli ultimi anni, a partire dal 2010. La Valmalenco, così come tutte le Alpi, è stata soggetta a sollevamento da parte della crosta terrestre, ne sono prova le tracce fossili riscontrabili a grandi altezze; pertanto il territorio poteva essere ipoteticamente abitato anche prima degli sconvolgimenti. La storia di questo pianeta dovrebbe essere riscritta, in quanto si va attualmente affermando l’ipotesi che l’uomo attuale è stato preceduto da altre categorie di esseri (vedi giganti: http://presenze-aliene.blogspot.it/2011/06/i-giganti.html) da altre civiltà e culture. Noi quindi saremmo unicamente gli ultimi umani abitanti questa grande fattoria volante che è la Terra. Per comprendere il concetto metaforico della fattoria: http://presenze-aliene.blogspot.it/2016/10/la-fattoria.html In questa grande fattoria sono presenti forme di vita diverse da noi e, fuori dal riconoscimento scientifico e culturale; la cui fisicità è diversa dalla nostra. Una di queste è presente in Valmalenco ed è quella degli allogeni, visti e fotografati ampiamente in zona. Una certa ufologia di sistema tenta di far passare costoro come alieni giunti in tempi recenti sulla Terra; ma costoro potrebbero essere addirittura precedenti all’uomo. Per questi motivi e molti altri, non è possibile stabilire, almeno al momento, quando sono comparse le entità aliene e gli ufo in Valmalenco.


IL CASO MONGUZZI

Allora erano altri tempi. Gli anni cinquanta e oltre, erano gli anni in cui ancora si moriva facilmente per questioni ufologiche. Ricercatori e testimoni correvano il rischio di essere trovati suicidati o defunti in anomali incidenti. La mafia di sistema e di Stato era risoluta ad impedire che l’ufologia emergesse. Utilizzava già la strategia del discredito, poi divenuta molto di moda; ma l’eliminazione fisica era consuetudine. In seguito e fino ai giorni nostri, come vedremo con il caso Lanzada 2011, aumentò la strategia del discredito e diminuì quella dell’eliminazione. Benché pare che in alcune zone del pianeta, ancora persiste questa usanza. Basta considerare il recente caso della morte sospetta del giovane ricercatore ufologo Max Spiers. Vedere: http://www.today.it/rassegna/morto-max-spiers-ufo.html Qualche isolato caso anche in Italia si è ancora verificato, quando si è andati a toccare la mafia di sistema; ma andiamo oltre. Ad un certo punto il signor Monguzzi fu minacciato e costretto ad affermare che era stato tutto un falso da lui architettato, utilizzando modellini creati manualmente da lui stesso. Fu screditato, perse il posto di lavoro e poi scomparve, qualcuno dice a causa di un incidente. Se il caso Monguzzi fosse avvenuto dal 2010 in poi, ovvero da quando è emersa l’ufologia della Valmalenco; Monguzzi avrebbe accettato di passare come impostore?

IL CASO LANZADA

Il fatto avvenne la sera del primo novembre, tra le 19.04 e le 19.17, quando un ventenne di Lanzada (sconvolto, non volle che il suo nome fosse pubblicato), mentre percorreva a bordo della sua autovettura la via Palù, in direzione Vassalini, ha fatto un incontro che, certamente non potrà scordare. In cielo, proprio sopra il centro abitato di Chiesa, il ragazzo dice di aver notato una «luce rossastra che, dopo aver sostato per alcuni minuti, velocemente si è diretta verso di lui». Ha afferrato la macchina fotografica dal cruscotto e, ha scattato una serie di quattordici foto. Il velivolo, non meglio identificato, «si muoveva velocemente e, fluttuando ondeggiava». Pare abbia rallentato la sua corsa, proprio all’altezza del bivio con la via San Giovanni di Lanzada, proprio dove si era accostato il testimone per scattare le istantanee.


«L’oggetto, aveva un colore pulsante le cui tonalità andavano dall’intenso rosso fuoco, all’arancione tenue e, mentre rallentava la corsa, emetteva un rumore elettrico sordo che, nel complesso, risultava piuttosto silenzioso». Dopo aver sostato brevemente sul bivio suddetto, sembra che l’oggetto volante abbia ripreso rapidamente la corsa verso il centro dell’abitato del paese e, più precisamente, in direzione del campanile della chiesa. Il testimone ha quindi raggiunto rapidamente la piazza. Da lì ha continuato a scattare (i flash appaiono nitidi e dettagliati), finché, improvvisamente, i suoi occhi attoniti sono stati catturati da qualcosa di veramente insolito. Dal velivolo, nel frattempo collocatosi in modalità di quiete sopra l’edificio di culto «ho visto uscire due specie di sfere verdastre che rapidamente hanno aggirato la struttura, come se dovessero scannerizzarla», per poi rientrare nell’abitacolo “alieno” (così viene definito). Dopo l’operazione l’Ufo si è allontanato con un bagliore, foto sotto.


Quando iniziai ad interessarmi del caso, una cosa che immediatamente notai, fu che alcuni mezzi di informazione, con cautela, riportarono l’evento in modo corretto; ma immediatamente in internet si attivò la strategia della denigrazione. Le foto erano considerate false, l’ufo era un lampione stradale ecc. Io pubblicai l’articolo ad inizio 2013, in piena strategia di delegittimazione. Una azione così pressante e ampia, non poteva essere opera di qualche ignorante isolato; ma opera di personaggi che oggi sono definiti “Troll on line” ovvero, disturbatori e detrattori a pagamento, manovali al servizio della mafia di sistema. Chi sono costoro l’ho spiegato in: http://presenze-aliene.blogspot.it/2016/03/troll-on-line.html I troll non si agitano per contestare le stupidaggini dette dai politici; ma si agitano per quelle che loro definiscono tali, se sono in relazione a casi ufologici. I politici creano danno, i delinquenti pure ma i troll non si muovono; invece per l’ufologia che non crea danno, si agitano! Ad un certo punto uno di loro escogitò la strategia che avrebbe, nel suo intento, screditato le foto del caso Lanzada 2011. Come ampiamente riportato in: http://presenze-aliene.blogspot.it/2014/02/debunker-analisi-di-falsi-e-di-falsari.html


LE ANALISI FOTOGRAFICHE
In ufologia le analisi fotografiche sono sempre state un problema. Programmi adeguati consentono di creare spettacolari falsi e, imbecilli e interessati al discredito, sono spesso in azione. Esistono però anche i programmi idonei per scoprire manipolazioni e falsi. I programmi sul mercato, si possono dividere in amatoriali e professionali. Nessun programma può certificare in assoluto che una foto è genuina; ma semplicemente ti consente di accertare che nessun intervento manipolatorio risulta avvenuto, oppure il contrario.
Negli ultimi anni, numerose foto ufologiche della Valmalenco sono state oggetto di accesi dibattiti tra i ricercatori, giungendo a valutazioni opposte. La prima causa è l’incompetenza di presunti esperti analisti, in quanto quelli veri sono veramente pochi. La seconda causa è quella speculativa, per cui i presunti analisti hanno interesse a screditare l’ufologia, quindi intervengono furbescamente sul materiale fotografico. Quando un presunto esperto si esprime negativamente nei confronti di una fotografia, senza disporre della versione originale, significa che è in malafede in partenza. Un altro espediente è quello di prendere una foto vera, aprirla con programma per la manipolazione, richiuderla e metterla in circolazione. Chi andrà a consultare i dati exif e metadati della foto, riscontrerà che su quella foto vi è stato un intervento manipolatorio. Questo indipendentemente dal fatto che la foto sia stata alterata o meno esteticamente. Nel caso della foto del caso Lanzada, il troll falsario, non si è accontentato di rimetterla in circolazione senza variazione estetica ma, ha voluto intervenire eliminando la luce centrale dell’ufo, come evidente nella comparazione sopra. Ha poi preso la foto alterata, l’ha postata in un sito a sua disposizione, in un articolo temporalmente pubblicato prima che il caso Lanzada si verificasse. In seguito ha fatto circolare la notizia in base al quale le foto del caso Lanzada erano false, in quanto la foto più spettacolare sarebbe stata riciclata da un vecchio caso.  Non mi dilungo in relazione ad altri casi, con altre foto, altro letame in circolazione, ma espongo questo caso come esempio.
Il GAUS Gruppo Accademico Ufologico Scandicci di Firenze; ha ad un certo punto deciso di accertare la consistenza del caso Lanzada. Ottenuta la serie fotografica nella versione originale, ha deciso di sottoporre quattro foto ad accertamento da parte di uno Studio Multimedia Forensics e Computer Vision. Avvenuto l’accertamento, il cui esito ha carattere scientifico e inconfutabile, ha stabilito che le foto sono genuine, in quanto non compaiono manipolazioni, pertanto non sono opera di falsario. La notizia è stata data da Mediaset su Italia 1 poco dopo le 19.00, la sera dell’11/11/2016 da Massimo Iuliani laureato del FORLAB e ribadite da Marco Baldini del GAUS. L’evento ha una notevole importanza, in quanto non solamente dissipa parte dei dubbi in relazione al caso, non solamente rende giustizia all’autore delle foto e a coloro che hanno difeso la sua posizione; ma finalmente in Italia si evidenzia professionalità e serietà nella ricerca ufologica. Complimenti al Gaus, il quale ha compreso, così come pure il CUN, Centro Ufologico Italiano, che l’ufologia della Valmalenco ha una importanza di gran lunga maggiore, rispetto a come era considerata prima. Qualcosa sta cambiando in ambito ufologico, finalmente compaiono enti e persone disposte a metterci la faccia. Ora l’ufologia della Valmalenco assumerà la consistenza e la credibilità che gli aspetta. Certamente saliranno sul carrozzone, numerosi eroi senza valore; giornalisti, blogger, ufologi, analisti, giullari ecc. ma l’importanza maggiore è che il carrozzone proceda. Per chi fosse interessato a quanto riferito da Italia 1, Sabrina Pieragostini con estrema mente, ripropone nel suo blog, la sua versione in:  http://www.extremamente.it/2016/11/13/quellufo-sopra-il-campanile-di-lanzada/
 Nell’articolo Sabrina ammette che aveva considerate false le foto della Valmalenco, così come avevano affermato Pablo Ayo, Alfredo Benni e altri esperti di settore; pertanto ammette il minimo nel tentativo di salvare il massimo. Per par condicio sarebbe stato preferibile sentire in TV anziché leggere nel blog,  il suo cambio di posizione, considerato che l'affermazione dei falsi era avvenuta anche in TV. Va bene anche così, comunque a mio parere, di ufologia dovrebbero parlare e scrivere solamente quelli che non hanno interessi di parte da sostenere, precisando che considero Sabrina una persona informata sui fatti reali. Afferma nel suo articolo: Quelle immagini sono sempre state considerate dei falsi (confesso: l’ho pensato anche io). Ma ora un’analisi approfondita toglie qualche certezza. Non è affatto vero che quelle foto sono sempre state considerate dei falsi! Quelle foto sono sempre state considerate dei falsi dagli incompetenti e dai collusi; non certamente dalle persone serie ed esperte!
Cara Sabrina, sono concorde con te che genuinità delle foto non significa che genuina è l’interpretazione oppure la scena di quanto compare in esse, in quanto una scena falsata può essere presente su foto genuina; ma entrambi sappiamo benissimo come stanno realmente le cose in Valmalenco. Tu ci sei stata più volte e, non puoi negare che numerosi testimoni confermano il materiale fotografico circolante. Tra questi, anche personaggi pubblici, incontestabili sotto l’aspetto della credibilità. Seduto sulla sponda del fiume ti ho vista passare per quanto riguarda la genuinità delle foto; ora ti farai vedere nel ripassare per quanto riguarda il falso scenografico?

TESTIMONIANZE DEL CASO LANZADA 2011
Una vicenda spettacolare come questa, seppure di breve durata, ma sopra il centro abitato di Lanzada e quindi visibile agevolmente da molti centri abitati della vallata, non può non essere stata notata se non da molte persone. In zona, nel 2011 si parlava ancora poco di ufologia, soprattutto se ne parlava sottovoce, intimoriti dall'idea del passare per pazzi. Poi iniziarono a parlarne i giornali, quindi iniziarono a farsi avanti le prime testimonianze dei numerosi casi. Vedere: http://presenze-aliene.blogspot.it/2014/02/testimonianze-valtellinesi.html
Per quanto riguarda il caso in questione vanno aumentando le conferme che ho ricevuto. Proprio ieri, 15/11/2016 ho ricevuto la testimonianza di una donna da Vassalini che, per il momento preferisce restare anonima, la quale ha affermato: “Abito a Vassalini, ricordo molto bene la sera dell’1/11/2011, in quanto non ho più dimenticato quanto ho visto. Spesso mi ritorna in mente, ma non ho più visto in seguito qualcosa del genere. Da Vassalini, presenti anche altre persone, ho visto sopra Lanzada direzione o pressi dell’Alpe Ponte (per intenderci, dove abita Ottavio Marangoni, altro testimone di eventi ufologici) una grande luce arancione. Faccio notare che la dichiarazione è coerente a quanto affermato da altri testimoni e dall’autore delle foto. Solo recentemente ho visto l’articolo http://presenze-aliene.blogspot.it/2013/03/il-caso-lanzada-2011.html Confermo l’evento e la luminosità, non ho visto le sfere intorno al campanile (a parere mio il testimone ha visto l’evento nella sua parte finale; difatti dice:) La presenza luminosa è durata poco, dopo del quale è scomparsa come se si allontanasse. Ricordo che in alcuni casi effettivamente gli ufo si avvicinano o allontanano; ma in altri casi compaiono e scompaiono, dando la sensazione di arrivare o partire. In vallata tra la gente si parla poco di queste cose, hanno tutti paura di passare per pazzi. So che i miei vicini hanno visto molte cose strane; ma non vogliono parlare! Dopo aver visto recentemente alcune foto di ufo, mi rendo conto di aver visto spesso in vallata, anomali luminosità che fino a poco tempo fa consideravo mezzi volanti nostri oppure droni; ma che ora devo riconsiderare. Ora starò più attenta e quando capiterà, cercherò di fotografare.

Ringrazio lei e tutte le testimonianze, invitando la gente a scambiarsi le reciproche informazioni per una consapevole crescita collettiva. Una cosa però è che io inviti le persone comuni a farlo; altra cosa assai più grave è che io debba invitare persone che fanno informazione pubblica a eliminare qualche tabù di sistema! Se testimonianze come quella sopra, sostenute da materiale fotografico accertato come genuino non portano consapevolezza nella popolazione, significa unicamente che i mezzi di informazione lavorano per altri fini.


INVITO AGLI AUTORI
I tempi stanno cambiando, la popolazione ragiona in modo diverso e più consapevole, pertanto invito l’autore delle foto del caso Lanzada, ma anche altri testimoni rimasti in ombra, a palesarsi. Ben volentieri pubblicherei una sua/vostra dichiarazione in merito agli eventi vissuti. Sono certo che molti vi ringrazierebbero, per aver dato una forte spinta alla consapevolezza ufologica dei Valligiani. In molti già lo hanno fatto e, a loro invio il mio apprezzamento.
Invito anche l’autore della foto falsa a palesarsi con carta di identità in mano e, lo invito a dimostrare con documentazione inequivocabile, che le analisi attestanti la genuinità delle foto del caso Lanzada e rese note dal GAUS, sono fasulle. Io intanto sto tranquillamente seduto sulla sponda del fiume e già ho visto passare questo cadavere! Nel frattempo, altri cadaveri si palesano all’orizzonte e, qualche ricercatore ufologo non sembra godere di buona salute. Ora però mi devo accertare chi sono i presenti seduti sulla sponda del fiume; in quanto mi pare di aver visto anche Giampiero Monguzzi!







venerdì 4 novembre 2016

N.W.O. Nuovo Ordine Mondiale

N.W.O.Nuovo Ordine Mondiale
Di Dario Giacoletto


“Abbiamo bisogno della libertà per evitare gli abusi del potere dello Stato e, abbiamo bisogno dello Stato per evitare l'abuso della libertà.” 





La storia della politica del potere non è nient'altro che la storia del crimine nazionale e internazionale e dell'assassinio di massa.


Quando il popolo democraticamente disapprova il potere o governo; il potere o governo democraticamente disapprova il popolo. Quando il popolo contesta o condanna il potere, il potere condanna il popolo. Compare, sia a livello locale quanto internazionale, il terrorismo di Stato detto anche "sintetico". Terrorismo spacciato come proveniente dal basso, mentre proviene dall'alto con il fine di creare le condizioni che indeboliscono la massa e assegnano maggior potere al potere.
E’ una illusione inculcata dal potere, il fatto che il popolo è sovrano. Il popolo è sovrano solamente quando decide come vuole il potere; ma quando cerca di liberarsi dalle catene imposte dal potere mafioso, questo interviene per recuperare il terreno che andava perdendo e, possibilmente va oltre, dimostrando che il popolo non è affatto sovrano. La massa o gregge non conosce il suo pastore che, si nasconde sotto mentite spoglie, per esercitare occultamente il suo potere! Nel mondo esistono i governi ufficiali che, apparentemente, esercitano democraticamente (ammesso ma non concesso) il potere di governare; ma esiste il governo ombra mondiale che occultamente gestisce tutti i governi apparentemente democratici. Oggi è fatto passare il messaggio che si sta andando verso la globalizzazione e che si sta affermando il Nuovo Ordine Mondiale o N.W.O.; ma questo messaggio è fasullo e fuorviante. E’ stato semplicemente reso necessario dal fatto che la massa ne andava prendendo coscienza e pertanto era nella necessità del potere dover concedere qualcosa alla platea. In realtà il governo ombra o NWO è già esistente e operativo da molto tempo.  Lo dimostra in modo inequivocabile la banconota Usa da un dollaro, con la scritta “NOVUS ORDO SECLORUM” ovvero, nuovo ordine nei secoli (a venire).


Quando si parla di potere, occorre stabilire quale potere e di quale livello. Come dimostrato nel post: http://presenze-aliene.blogspot.it/2016/10/la-fattoria.html esistono tre diversi livelli di potere, sotto il quale la massa soggiace. Il gregge umano vede il potere legalmente costituito o governo. Alcuni vedono il potere occulto celato dietro di esso ma, pochissimi giungono alla consapevolezza che esiste un ulteriore livello. Si tratta del potere rappresentato dall’occhio che tutto vede, inscritto in una piramide o triangolo posto in vetta. Questo occhio è presente sia a livello di poteri occulti quale la massoneria, quanto a livello religioso/cattolico. L’occhio in origine aveva forma non umana, in quanto il quarto livello di potere umano non è; ma poi si rese necessario intervenire con il proporlo in forma umana, per non essere oggetto della consapevolezza umana. Dove l’occhio era dipinto si intervenne modificandolo, dove era scolpito, in alcuni casi, tale è rimasto. Il potere nel suo insieme è costituito in forma piramidale; ma la piramide è costituita a sua volta, da un insieme di poteri piramidali minori ma pur sempre superiori alla massa. E’ il gioco delle scatole cinesi o delle matriosche. Ingarbugliando la matassa dei poteri occulti minori, si impedisce la comprensione del superiore giocattolo “POTERE”.

VOTARE SI’ O VOTARE NO AL REFERENDUM?
Dibattere per il sì o per il no, arroccandosi sui singoli aspetti, genera solamente il tipico tifo da stadio, tanto caro al potere. Occorre invece rendersi conto che se uno zimbello come Matteo Renzi sostiene una iniziativa, non può permettersi si farla nell’interesse della massa. Lui è uno dei tanti maggiordomi al servizio del soprastante potere, così come tutto il governo italiano, qualche eccezione esclusa. A mio parere la proposta di modifica della costituzione ha una finalità strategica a vantaggio del potere che, vado a chiarire. Il modo come Renzi ha inteso cavalcare l'evento, ha minore importanza. Occorre però evidenziare che, al momento della formulazione iniziale della costituzione vigente, nel mondo e a maggior ragione in Italia era già presente e operativa la mafia mondialista. Oggi sono cambiate alcune cose, ma non la realtà di fondo. La massa sta cercando di prendere consapevolezza mentre il potere vuole maggior potere. Come palesemente evidente, il problema dell’Italia onesta non è la costituzione attuale, ma come la mafia di governo l’ha applicata! Ora la mafia di governo, mediante Renzi e la sua corte, intende far credere che in Italia non è possibile governare bene perché l’attuale costituzione lo impedisce. Renzi è un bugiardo, in quanto sta cercando di acchiappare più piccioni con una fava. Primo, deresponsabilizzarsi dall’aver governato male l’Italia per colpa della costituzione e modificarla a maggior vantaggio del potere per il quale lavora. Il referendum racchiude una trappola del quale i mezzi di informazione non parlano, che è la seguente. Se tu cittadino voterai e vincerà il no, il governo mafioso in seguito sarà giustificato nel governare ancora peggio, in quanto con il no tu hai impedito il rinnovamento necessario. Se voterai e vincerà il sì, modificheranno la costituzione a vantaggio della mafia che governa. In entrambi i casi il responsabile sarà l’elettore, che ha votato male! Consapevoli di ciò, ora si tratta di stabilire se far vincere il sì o il no, dove in entrambi i casi tu sarai gabbato. La padella o la brace? Se tu cittadino onesto voterai sì, significa che non hai compreso a cosa stanno mirando e sarai fregato. Se voterai no sarai fregato nello stesso modo, ma avrai detto al potere, che sai cosa stanno complottando e che lo disapprovi. A questo punto, in fase di pre/referendum, il potere si è reso conto che nei sondaggi è avanti il no. Ciò sta generando qualche perplessità, in quanto i cambiamenti peggiorativi li possono ottenere anche senza il referendum, ma sarebbero più evidenti. La scusa del terremoto si paventa al momento opportuno, pertanto l’Angelino Alfano, altro maggiordomo del potere, ci prova proponendo l’abolizione del referendum. La strategia è evidente ma, la maggior parte dei maggiordomi si rende conto che potrebbe generare un effetto boomerang. La gente va prendendo consapevolezza e comprenderebbe cosa bolle in pentola. In questo momento è palese che, salvo brogli elettorali, vincerà il no. Con il no ti fregheranno, ma io preferisco questa pentola alla brace. Si metta il cuore in pace Renzi, il piazzista venditore di pentole!


N.W.O. e VATICANO
L’NWO è una mafia globalizzata, i Governi di Stato ne sono tasselli mimetizzati. L’Italia è un tassello della mafia globale e per costoro agiscono. La questione referendum è un esempio; ma nulla cambia se si vanno a considerare altri aspetti. Domanda: Ma anche il Vaticano è parte dell’NWO? Certamente, ma non solo, è molto di più! Così come gli italiani onesti non sanno che il governo italiano è colluso sino all’osso, così non sanno che il Vaticano è colluso sino all’anima! Si potrebbe pensare a questo punto, che poco deve importare agli italiani, circa il cosa è il Vaticano; ma non è così. Si mettano il cuore in pace i bigotti cattolici, i quali pensano che Chiesa Cattolica e Vaticano sono la stessa cosa per il bene comune. La Chiesa Cattolica è unicamente uno strumento del Vaticano per la manipolazione religiosa/spirituale, per fini di gestione della consapevolezza del gregge e per il ritorno di pecunia! Pertanto il Vaticano non è identificabile nella Chiesa Cattolica. Ne è il gestore, ma è anche ben altro! Ormai tutti gli storici non collusi e non orbi, sanno che l’unità d’Italia non fu ciò che i libri di storia sostengono. Questa è la storia ufficiale del governo mafioso; altra cosa è la storia vera. 


Gli italiani non collusi non volevano l’unità, questa la vollero la massoneria al servizio dello Stato Pontificio e del potere soprastante. Perché difendere quell’inutile piccolo territorio, che poco poteva dare? Mediante l’unità d’Italia, lo Stato Pontificio si liberò del territorio zavorra e impose al fulgido stato nascente, l’incombenza del mantenimento del Vaticano! Cosa che ancora oggi noi facciamo e non ci permettiamo di rivedere! Lo scandalo P2 dimostrò che massoneria, Ordine di Malta e Gesuiti erano e sono appendici in Vaticano. Copulano in Vaticano anche altri Ordini occulti, ma ora lasciamoli nell’oblio. Si potrebbe dire, cosa è realmente la massoneria e la cosa sarebbe interessante; ma più importante è dire cosa è realmente l’Ordine di Malta. Ho affermato sopra, che il Vaticano è compromesso sino all’anima. Poco male dirà qualcuno, anche gli altri Stati lo sono. Certamente, ma l’anima del Vaticano è nera e, come fu detto da papa Paolo VI, dalle finestre del Vaticano esce fumo di Satana. L’anima del Vaticano è nera esattamente come il Governo Ombra o NWO che controlla il mondo intero! In base a cosa si può affermare con certezza che esiste questa situazione e collusione? In molti modi, ma ne scelgo uno.

N.W.O. e S.M.O.M.
Ho affermato nella prima parte, che il potere è strutturato in forma piramidale, mediante il sistema delle scatole cinesi. Cose dentro cose, aspetti dentro aspetti, tutto finalizzato all’occultamento della realtà! Quando si scopre un pedofilo nella chiesa, si dice che si tratta di una mela marcia nel cesto di quelle buone. Non si dice che la chiesa in realtà è marcia. Tanto meno i credenti sapranno cosa è la pedofilia rituale nella chiesa cattolica! Vedere: http://presenze-aliene.blogspot.it/2013/11/pedofilia-cattolica-svelata.html
Quando si scopre che un massone delinque, si parla di massoneria deviata e non del fatto che tutta la massoneria lo è. Quando si intuiscono i traffici sporchi del Vaticano, si dice che fa anche del bene nel mondo e quelle sono unicamente eccezioni, ecc. Tutti i poteri occulti strutturati in forma piramidale, hanno una base da porre a vetrina, col quale si creano la rispettabilità, Onlus e volontariato compreso. Il vertice è sempre altra cosa! Chi valuta queste entità mafiose, quale livello della piramide sta valutando? SMOM significa Sovrano Militare Ordine Malta, quindi quando si valuta, si sta valutando l’Ordine religioso alla base, dove si fa volontariato nella sanità, oppure si sta valutando il vertice che fa altra cosa? Lo SMOM visto al vertice, è uno Stato senza territorio ufficialmente riconosciuto a livello internazionale. Gode di extra territorialità, ha sedi in tutto il mondo, in particolare in Italia. Lo SMOM risponde unicamente al Vaticano! Quindi il Vaticano è lo SMOM. I mezzi di informazione tacciono la cosa in quanto collusi; ma è ora di dire cosa e come opera lo SMOM nel mondo; in quanto ciò che è possibile costatare, corrisponde all’operato del Vaticano nel mondo nella veste SMOM. Indagando, chiunque può scoprire che gli uomini dello SMOM (che possono essere contemporaneamente massoni, gesuiti, maltesi o altro) sono presenti in tutte le posizioni chiave del mondo e, per quanto riguarda l’Italia, dentro le posizioni chiave delle istituzioni. Dove vi sono questi personaggi, significa che comanda il Vaticano. Lo SMOM è la copertura estetica. Ruolo fondamentale è quello dei Gesuiti che, sono presenti in Vaticano, nello SMOM e dentro tutti i poteri occulti del mondo. Non per niente il papa bianco attuale è un Gesuita, così come quello nero. Ricordo che Ignazio di Loyola, fondatore dell’ordine gesuita, a suo tempo era considerato un satanista, membro dell’ordine degli illuminati. Poi qualcosa avvenne e Ignazio divenne santo. Miracoli per intercessione della chiesa cattolica. A questo punto, per dimostrare quanto affermato, dovrei elencare un certo numero di personaggi SMOM nelle posizioni chiave del mondo. Lo spazio non lo consente, quindi propongo questo articolo http://www.ilfattoquotidiano.it/2013/07/13/da-berlusconi-a-dalema-da-formigoni-a-gianni-letta-ecco-lesercito-dei-cavalieri/654971/  e scelgo alcuni personaggi che chiariscono per tutti.

C.I.A. GESUITI e OPUS DEI
Il Vaticano dispone dei propri servizi segreti, il S.I.V. La persona comune non ne è a conoscenza, quando lo viene a sapere pensa che è tutto normale in quanto tutti gli stati hanno i servizi segreti. Poi però è possibile scoprire che i servizi segreti italiani hanno al vertice della piramide, personaggi dello SMOM/SIV. Indagando le trame internazionali è possibile dedurre che i servizi segreti italiani dipendono anche dalla CIA. Quindi, quali rapporti intercorrono tra il SIV, il Vaticano e la CIA? Per rendersene conto basta considerare in quali scuole particolari dei gesuiti, hanno studiato personaggi poi giunti nelle posizioni chiave, passando per ordini di potere occulto.
Il leggendario capo dell'OSS (il precursore della CIA nella seconda guerra mondiale), "Wild" Bill Donovan, fu nominato Cavaliere insieme a James Jesus Angleton, suo connazionale in tempo di guerra e in seguito capo del controspionaggio della CIA. 
Leon Panetta, capo della Cia dal 13 febbraio 2009 al 1 luglio 2011: è un Cattolico Cavaliere di Malta addestrato dai Gesuiti alla Santa Clara University.
David Petraeus, capo della Cia dal 6 settembre 2011 al 9 novembre 2012: ha studiato alla School of Foreign Service della Georgetown dei Gesuiti. 
John Owen Brennan, il nuovo capo della Cia, è nato il 22 settembre 1955. Figlio di immigrati irlandesi di Roscommon, è cresciuto a North Bergen, in New Jersey. Egli ha frequentato le scuole elementari Immaculate Heart of Mary (Cuore Immacolato di Maria) e si è diplomato alla scuola superiore di Saint Joseph of the Palisades, una scuola privata Cattolica Romana sita a West New York, prima di iscriversi alla Fordham University dei gesuiti.
Bill Casey della CIA, era un cavaliere di Malta. 
Albert Vincent Carone, colonnello e comandante in settori CIA e CIC, fu anche Gran Cavaliere del Sovrano Militare Ordine di Malta (SMOM), nonché con stretti legami all’Opus Dei Vaticano.
Domanda: E’ la CIA inconsapevole e infiltrata dagli uomini del Vaticano; oppure il Vaticano gestisce la CIA sua creatura?

Qui mi fermo, gli indizi per capire ci sono. E’ solamente una questione di volontà andare avanti. Chi vuole saperne di più, lo può fare agevolmente in internet, scansando le deviazioni intenzionali dettate dal sistema. Nella immagine sopra, compaiono illustri personaggi dello SMOM. Il secondo è Amschel Rothschild maggiore fondatore del sistema bancario mondiale, soprannominato, Il Banchiere del Papa! A destra la stella nazista dell’Ordine di Malta… ma sarà mica che Sovrano Militare dell’acronimo SMOM, non disponendo l’Ordine di Malta di apparato militare proprio, sta ad indicare che la sovranità militare è insita nel controllo degli apparati militari apparentemente altrui? Quanti uomini dello SMOM sono dentro gli apparati militari di altri Stati?