Presenze Aliene

venerdì 14 marzo 2014

Storia da riscrivere

STORIA   DA RISCRIVERE
dario.giacoletto@vodafone.it

Questa è una canalizzazione indirizzata al fine di conoscere gli autori e i mezzi da loro utilizzati, per la realizzazione delle opere ciclopiche non spiegabili mediante la metodologia e con i mezzi disponibili in quell’epoca, secondo quanto a noi noto. Le canalizzazioni sono dialoghi con l’inconscio o con entità reali o ipotetiche; pertanto non mi assumo la responsabilità di quanto riportato. Il post deve essere utilizzato, in base alla intuizione di chi legge.

Voi umani, ancora non avete capito cosa sia la materia. Per voi la materia è solida pesante, non facilmente penetrabile. Non avete compreso che la materia è tale unicamente se mantenuta in un campo di determinata frequenza e, strutturata in un determinato modo che, è quello espresso in natura sulla Terra. Appena però la materia solida e pesante della Terra viene inglobata in un campo di frequenza diverso, cambiano le caratteristiche della materia. Può diventare più pesante o più solida, ma può su altra frequenza, diventare più leggera e tenera, molle sino allo sconfinare nel soffice e oltre sino alla smaterializzazione in pura energia. Vi è una relazione tra la solidità, la forza di gravità e il peso. Se si riduce la forza di gravità, diminuisce il peso e, scompare la solidità intervenendo sulla struttura. Materia solida, liquida e gassosa, sono strutture energetiche diverse, sulla stessa frequenza di campo, o quasi.
Gli autori delle opere del quale mi chiedete, erano esseri solo apparentemente umani. In parte erano dei giganti, altri no, ma ciò che li distingueva era il fatto che erano quegli esseri che ora voi chiamate  “semidivini” o “semidei”. Erano tali in quanto generati da culture aliene (per voi Dei o Dio) operanti sulla terra, con l’intento di portare nel genere (umanoide) umano, la conoscenza e quindi incrementare la velocità di evoluzione. L’obiettivo non era solamente quello, altro obiettivo era quello di far sperimentare a determinati gruppi di anime aliene, l’esperienza di vita terrestre da portare poi altrove. L’intelligenza tecnologica e non solamente quella, degli esseri semidivini era notevolmente superiore a quella media vostra e, la tecnologia del quale disponevano è impensabile ora per voi.
La lavorazione della pietra era per loro una sciocchezza, pari a voi ora il pongo o il cemento. La inglobavano in un campo di frequenza a loro noto e la materia diventava leggera, trasportabile a piacimento e lavorabile con un semplice laser. Il laser era simile ai vostri di oggi e, era gestito in forma informatizzata, come ora fate voi con certi materiali. La pietra la collocavano dove ritenevano opportuno, quindi riducevano la differenza di campo e la materia riacquistava il suo normale peso e la normale solidità. Ora voi ancora costatate le loro opere straordinarie che, vi paiono impossibili. Quando la trasportavano o la lavoravano, gli esseri umani percepivano un suono, come una melodia in lontananza. Questo è arrivato a voi, come il suono delle trombe o della lira oppure, come teoria dell’utilizzo della tecnologia degli ultrasuoni. Altri usano i tamburi; ma non è lo strumento che genera l’effetto. Non è il suono a produrre la levitazione ma, la creazione del campo di forza idoneo, che si realizza in concomitanza del suono. In seguito, con la caduta della conoscenza, gli uomini cercarono e cercano la realizzazione del campo di levitazione mediante la produzione del suono, per questo stanno perdendo la capacità di farlo. Tenete presente che il campo di frequenza che annulla la gravità e genera la levitazione, risponde alla forza del pensiero umano, se il soggetto ne è consapevole. Ciò avvenne, nel periodo che voi definite come “Periodo d’oro” oppure, “Quando gli Dei camminavano a fianco dell’uomo”. Quando gli dei operavano con le loro tecnologie, ai comuni mortali era proibito avvicinarsi ai lavori in corso. Quando potevano in seguito avvicinarsi, per loro la costruzione era avvenuta in un attimo.
Dopo un certo lasso di tempo, sorsero dei problemi, in seguito all’arrivo sulla Terra di altre culture aliene, con finalità diverse. Iniziò quella che voi chiamate la “Guerra tra gli Dei”. Iniziò la fase decadente che generò disastri immani, al quale si aggiunsero cataclismi naturali. I giganti o semidei di fazioni opposte, si combatterono a vicenda. Intanto i giganti divennero sempre meno giganti a causa dell’inserimento della loro genetica nel genere umanoide della terra. L’ibridazione tra le figlie degli uomini e i figli degli dei, avvenne gradatamente. Per via naturale, laddove la fisicità era compatibile; artificialmente negli altri casi. Più o meno, come attualmente continua ancora ad avvenire con l’ibridazione aliena. La Terra è un grande laboratorio di genetica. Intanto i semidei divennero sempre più umani e, con facoltà in fase di riduzione.
 Nell’immagine sottostante, è evidente come talune opere venivano realizzate in cava e poi portate sul luogo di destinazione. L’immagine è eccezionale per la vostra revisione storica; in quanto mostra che la parte superiore del masso venne fatta esplodere. La forza che produsse l’esplosione generò un foro ancora visibile che penetrò la roccia. L’opera venne abbandonata e, lasciata a futura memoria degli umani.




La tecnologia  del periodo d’oro scomparve perché in parte portata via o resa inutilizzabile. Sorse una tecnologia sempre inferiore, in mano a esseri sempre meno intelligenti e moralmente degradati. Tutto questo è scritto nella pietra ancora oggi. Se osservate con attenzione, le opere megalitiche più raffinate, sono da collocarsi nel periodo iniziale e da allora in poi, la raffinatezza della lavorazione diminuì gradatamente e si ridusse di dimensioni. Questo particolare è evidente nella prima foto. Teniamo presente che esistevano anche semidei di bassa statura; ma questi non necessitavano di costruzioni megalitiche. Quando osservate i grandi muri di Cuzco, dove le pietre sono perfettamente combacianti, non potete non notare che, solamente un laser su materiale tenero, poteva fare cose del genere. Utilizzavano una macchina con più braccia. Un braccio simile alle vostre gru pinzava e irradiava sulla frequenza necessaria il masso, che diventava leggero. Lo andava a collocare dove intendevano collocarlo. Un altro braccio, dotato di laser gestito da operatore alla macchina, iniziava a passare nel futuro punto di unione. La materia di troppo si dissolveva e la giuntura diventava perfetta, esattamente come si vede ancora oggi. Non potete non notare, che le parti combacianti, possono unicamente essere state prodotte contemporaneamente. Se non fosse stato per loro veloce e facile lavorare la pietra, non lo avrebbero fatto, sarebbero al limite ricorsi al cemento o altro, come fate voi oggi. Ciò significa che per loro era più facile la lavorazione della pietra, di quanto sia per voi il cemento ora. 

Un altro braccio, dotato di altro laser, provvedeva alle finiture a smusso sugli spigoli; ma questa finitura non è stata fatta sempre e ovunque. Gli operatori si limitavano a passare un magico stilo, su di un pannello. Con la decaduta degli dei, venne meno la capacità di rendere leggera e lavorabile la pietra. Da notare anche, quanto questa metodologia di muratura, sia antisismica. In seguito, le dimensioni si ridussero e voi ora, potete vedere muri più recenti fatti in modo sempre più scadente. Tutto questo è palese e sotto i vostri occhi. Le realizzazioni megalitiche consistenti in dolmen, menhir, cromlech, sono realizzazioni avvenute in epoca di già avvenuta decadenza e quindi più recenti o comunque in zone dove la tecnologia aliena non era presente ma, erano presenti dei giganti. Sono la manifestazione della perduta strada degli esseri semi divini e, della considerazione religiosa che ad essi volsero i terrestri.



Se la vostra cultura vi nega la verità storica, è perché chi la gestisce ha interessi di manipolazione. Preferisce diventare ridicola parlando di attrezzi di rame, tronchi e corde, piuttosto che ammettere l’esistenza in passato di una cultura terrestre globale e superiore. Ammetterla significherebbe ammettere che ora siete decaduti e, ciò non è spiegabile razionalmente se non mediante l’avvento di una volontà che lo ha determinato. Sarebbe quindi necessario dire quale avvento e quale volontà contraria. Gli dei costruttori, sostenitori dell’umanità, ad un certo punto lasciarono la Terra, non perché persero la guerra; ma perché era venuta meno la motivazione del restarci. Per loro, il loro progetto era stato realizzato. Quello di portare il seme evolutivo nell’ominide e, esportare anime del loro gruppo, con avvenuta esperienza terrestre. Il pianeta divenne di dominio degli dei alieni negativi che, ora operano in occulto con i vostri governi. Per questo oggi vi lascia sconcertati il fatto, che determinate civiltà all’improvviso scomparvero e, non sapete spiegare il perché. Se però vi chiedeste, per quale motivo vi è nascosta la verità; scoprireste che ciò avviene perché le culture aliene negative, sulla Terra ci sono rimaste. Loro non intendono manifestarsi, non vogliono essere individuati e, vogliono mantenere il potere in incognito, mediante il potere politico al loro servizio. Le entità aliene che di tanto in tanto si fanno intenzionalmente vedere, sono prevalentemente entità extra dimensionali. Dovete fare però attenzione quando entità aliene negative si prendono gioco di voi, spacciandosi per positivi o entità extra dimensionali. Ora, per concludere, alcune prove circa quanto detto delle caratteristiche della materia e di come essa può essere trascesa o manipolata a piacimento. La materia del pesce, convive con quella dell’acqua. Quella del volatile, con quella dell’aria. Quella dell’uomo con l’acqua e l’aria. Entità a voi aliene, convivono con l’acqua, l’aria e molte altre forme di materia, compresa la pietra. Quando voi dite che degli alieni sono entrati in casa passando attraverso i muri, dite il vero e ciò vale per entità di molte tipologie. Ora voi siete in grado di riprendere entità come gli Orbs che passano i muri, che stanno nell’acqua, o che escono dal terreno e volano in cielo. Siete in grado di riprendere i Rods che, con fisicità tenue sono in grado di manifestare caratteristiche straordinarie rispetto all’essere umano. Quando parlate di entità in grado di materializzarsi e smaterializzarsi a piacimento; dite il vero. Ora se una entità è in grado di materializzarsi e smaterializzarsi; volete che non sia in grado di materializzare e smaterializzare la pietra? Non vi viene quindi da pensare che le entità aliene, che manipolavano la pietra durante il periodo megalitico, erano entità a voi di molto superiori; ma inferiori rispetto a quelle entità, che la pietra non hanno necessità di manipolarla in quanto il loro corpo o loro modo d’essere, trascendeva la necessità fisica? Per voi il concetto di annullamento della forza di gravità è cosa di difficile comprensione; ma vi siete mai chiesti perché, nei casi di infestazione di case da parte di entità negative, gli oggetti volano e perdono peso?


(Come nella seconda foto, eccezionali lavorazione megalitiche che, hanno subito immani catastrofi, non imputabili a cause naturali, ma a guerra tra  entità aliene.)






Nessun commento:

Posta un commento