Presenze Aliene

venerdì 25 luglio 2014

Ufo e scie-Le prove dalla Valmalenco

UFO e scie

Le prove dalla Valmalenco


Di Dario Giacoletto



La Valmalenco, valle laterale della Valtellina in provincia di Sondrio, è divenuta negli ultimi anni, in particolare dopo il riconoscimento da parte dell’Aeronautica Militare di alcuni casi ufficialmente documentati, una delle zone italiane più calde in fatto di presenze aliene e ufo. Il materiale fotografico che qui è stato, ed è attualmente prodotto, è tra quello migliore al mondo. Escludo ovviamente da questa valutazione, quanto a disposizione degli apparati militari; ma tenuto nei cassetti sigillati dal segreto di stato. Ringrazio lettori e collaboratori della Valmalenco, che mi hanno inviato questo eccezionale materiale che, metto a disposizione di tutti, nella speranza che fornisca le informazioni necessarie per procedere nella comprensione del fenomeno ufo.  Vediamo il materiale in grado di provare la differenza tra le scie prodotte dagli ufo, rispetto alle scie prodotte dalla tecnologia umana, sia che si tratti di scie chimiche che di scie di condensa. Ho pubblicato il precedente post: http://presenze-aliene.blogspot.it/2014/07/ufoscie-chimiche-e-guerra-segreta.html con l’intento di preparare l’argomento presente. Le foto, da 1 a 20 dispari, sono nella versione originale, quelle pari sono versioni per migliorarne la visione.
Evento 10/12/2010 Serie di sette foto fatte da Caspoggio.
Foto 1 e 2. Ore 10,44,39. Sono presenti due ufo del quale, quello bianco produce scia. Quello scuro invece no. Si tratta di due ufo di diversa tipologia?.. Non necessariamente. In ufologia, estetica diversa non significa automaticamente diversità nella tipologia. Possono cambiare colore?.. in base a queste e altre foto, si può affermare certamente di sì. Alcuni dubbi potrebbero essere espressi, circa la domanda, se siamo di fronte a due ufo come nella foto undici, oppure ad un aereo che genera scia ed un ufo che non la genera; ma la risposta in seguito emergerà.

1

2



Generalmente gli ufo, quando producono scia, questa compare immediatamente, aderente all’ufo; ma non sempre, come in questo caso. Particolare di foto due. La scia non è persistente e, non genera la tipica nuvolosità che si produce con le scie chimiche. La foto due evidenzia il fatto che l’ufo scuro non genera scia.

3

4

Foto 3 e 4. Ore 10.44,51. Dalla foto tre, scattata 12’’ dopo la precedente, si evince che l’ufo scuro inizia a generare scia.  A questo punto compie un ampio giro e, 39 secondi dopo lo troviamo come da foto cinque. L’ufo scuro non intende lasciare dubbi, compie una esibizione spettacolare, che non è facile non vedere!.. Il messaggio è chiaro: posso essere chiaro o scuro e posso produrre o meno scie bianche. Il fatto che poi produca in cielo una apparente A, lascia aperta la supposizione ad eventuali significati da individuare. In queste esibizioni, di comunicazione al genere umano, nulla può essere, con superficialità, scartato come casuale.

5

6

Foto 7 e 8. Ore 10,46,10. Scattata 40 secondi dopo la cinque. Ingrandendo, si nota che l’ufo bianco interrompe la produzione di scia, così come quello nero (riquadro otto).

7

8

Foto 9  e 10. Ore 12,44,10 Dopo circa due ore di normalità senza ufo riscontrati; ecco altro evento eccezionale. Sono visti passare in cielo, ben otto  mezzi volanti che producono scie bianche. Sono raggruppati in tre gruppi distinti. Paiono volare in formazione. Foto spettacolare!..  Come si può notare, in tutte le foto con scie presentate in questo post, non è mai visibile alcun aereo e tutti gli indizi indirizzano verso la presenza ufo e non ad aerei mimetizzati e quindi non visibili. Non intendo affermare che non possano esistere aerei invisibili; ma se questi ci sono e, sono finalizzati al non farsi vedere, per quale motivo poi, produrrebbero esibizioni tanto palesi?..

9

10

Foto 11 e 12. Ore 16,44,39. Foto scattata circa tre ore dopo. Sono presenti due ufo che si presentano entrambi bianchi. Nessuno dei due produce scia. Si potrebbe ipotizzare che siano gli stessi fotografati in precedenza. Nulla lo confermerebbe, ma nulla lo escluderebbe.

11

12

La settima e ultima foto della serie, non aggiunge nulla alla undici, se non il fatto che gli ufo viaggiano da sinistra verso destra, andando a scomparire dietro la cima innevata. Giornata proficua e interessante per l’autore di queste fantastiche foto. Complimenti!..

Evento 28/11/2011 Serie di cinque foto fatte dal Palù di Valmalenco, del quale presento le due più interessanti, che confermano pienamente la serie di foto precedente.
Foto 13 e 14. Ore 19,34,28. Anche in questo caso, gli ufo si presentano esteticamente simili a quelli del caso precedente. Nella sottostante foto, l’ufo procede da destra verso sinistra.

13

14

Foto 15 e 16. Ore 19,34,54. Scattata 26 secondi dopo la precedente. Ora gli ufo sono due, apparentemente uguali, del quale uno produce scia e l’altro no. Il messaggio che comunicano è chiaro; questi ufo, possono produrre o meno scie a loro discrezione e, non per conseguenza di reazione ambientale, come si verifica per le scie di condensa dei nostri aerei.

15

16

Evento 3/12/2013 Serie di sei foto più video, fatte da Chiesa di Valmalenco. Presenti almeno due persone, con due strumenti di ripresa. Attrae l’attenzione una scia circolare, quindi particolare e non assimilabile a quelle solitamente rettilinee degli aerei di linea.  Come nei casi precedenti, sono nuovamente presenti due ufo bianchi. Uno è fermo o quasi, in cielo tra i due lampioni nella foto 17 e, si presenta di forma sferica. L’altro compie un percorso spettacolare partendo da sinistra e, per non essere scambiato per aereo di linea con scia, compie un percorso assurdamente vistoso e circolare, come se intendesse attrarre attenzione. Si dirige verso l’ufo tra i lampioni. Il messaggio potrebbe essere chiaro: mi dirigo con percorso spettacolare verso l’altro ufo, affinché il tutto attragga l’attenzione e possa costituire prova agli osservatori. In base a questo caso, ma anche a molteplici altri provenienti da tutto il mondo, la sensazione che si ha, è che siano chiari messaggi all’umanità. Teniamo presente che queste entità aliene, sono estremamente telepatiche, sanno quando vengono viste e, nulla esclude che siano in grado di interferire positivamente o negativamente nella mente degli addotti, con l’intento di indirizzarli ai loro fini, tra i quali, anche quello di essere visti e fotografati. Quando però le adduzioni hanno come finalità, la presa di coscienza del genere umano, allora si possono definire positive. Viceversa quando le adduzioni hanno finalità manipolatorie, si definiscono negative. Non ho al momento prove, che le entità della Valmalenco abbiano finalità negative. Nell’eventualità che si manifestassero aspetti negativi, occorrerebbe accertare, se provengono dalla stessa fazione che produce manifestazioni finalizzate alla presa di coscienza.
 La foto sottostante, è eccezionale e da sola, giustificherebbe completamente  il presente articolo.

Foto CAM2820

17

18

Foto CAM2824 Ore 15,33,56. Non presento tutte le foto per una questione di spazio, mi limito a quella che meglio evidenzia il fatto che non ci troviamo di fronte ad aerei e scie di condensa, ma a degli ufo in forma sferica bianca che, possono generare o meno scia ed eventualmente cambiare colore. Lo possono fare a discrezione loro, ma avviene parzialmente anche per effetto dei giochi di luce, in base al sole e alle condizioni ambientali. Con la foto 19 vediamo che l’ufo prende colorazione rosa.

19

20

Il filmato:
video


In precedenti post, ho presentato i casi riportati nella bellissima raccolta video https://www.youtube.com/watch?v=Ut1SQWESZ50  in cui è presente il caso giapponese dell’aprile 2011. Lo ripropongo all’attenzione, in quanto invito i lettori ad osservarne la similitudine con il filmato della Valmalenco, sopra presentato. Il caso giapponese aggiunge qualcosa a quello della Valmalenco, dimostra che questi ufo, sono entità complesse, o esseri di luce, assieme di più entità che, all’occorrenza, si assemblano o si dividono, per generare quanto ritengono opportuno. Il concetto di assembrarsi e dividersi da parte di entità intelligenti, è ostico da accettare da parte dell’essere umano. Noi assembriamo la materia inanimata, non l’altra.

21

Per maggior comprensione dell’argomento “scie e ufo”; inserisco la sottostante interessante foto, proveniente dalla Siria in cui si vedono due scie. Una persistente del quale non si può individuare  la fonte che la genera e un’altra non persistente, (quindi presumibilmente non chimica) che chiaramente è generata da una sfera bianca o essere di luce. Intanto la scienza o tace, oppure spiega queste realtà come fenomeni naturali, meteore, parelio. Le autorità politiche e militari tirano in ballo, missili, razzi, esperimenti vari, sonde ecc.. La ricerca della vita aliena, per loro deve essere fatta nello spazio, non sulla Terra!..

22

23


Perché gli alieni producono e ci fanno vedere le scie chimiche
Intanto è da chiarire che nessuna prova dimostra che gli ufo tutti, producono scie, o che non le possano produrre. In base a quanto presentato in questo post, è stato dimostrato che certamente producono scie, alcune tipologie di ufo, probabilmente riconducibili a una precisa cultura aliena ovvero, quella che si manifesta in Valmalenco, ma anche in altre parti del mondo. Sorge però ora la domanda del perché costoro generano scie esteticamente simili a quelle prodotte dalle irrorazioni chimiche umane, quando i loro mezzi volanti possono volare senza produrle. Intanto diventa ipotizzabile che la produzione di scie sia intenzionale e quindi un fattore estetico e di comunicazione al genere umano. Mi interesso di ufologia da oltre trent’anni e posso affermare che in passato, non solo non vi erano le scie chimiche, ma neanche erano così vistosamente presenti scie bianche prodotte da ufo. Se mai ve ne fossero state quante ora, si sarebbero notate molto di più, proprio perché vi erano solamente quelle naturali di condensa, rare e poco persistenti. La comparsa delle scie prodotte da ufo, è più o meno concomitante con l’apparire delle scie da irrorazione chimica. Vi è un nesso, una relazione? La spiegazione che io ipotizzo è la seguente: “ Voi umani irrorate e inquinate lo spazio aereo, nascondendovi dietro apparenti giustificazioni scientifiche e dietro alle comuni scie di condensa. Danneggiate tutte le forme viventi e in particolare gli esseri umani che, in voi credono. Non sanno costoro, vedere e distinguere una comune scia da condensa, rispetto ad una scia chimica e credono che tutte le scie siano dovute a comuni aerei di linea. Noi, con evoluzioni che palesemente si discostano dal comune volo aereo di linea, vi induciamo a meglio osservare e indagare, per comprendere. Le nostre operazioni inducono alla riflessione e all’accertamento. Quindi alla presa di coscienza. Voi umani siete ingannati dai vostri rappresentanti che, operano nell’interesse demenziale di sistema, imposto dalla mafia mondiale. Prendete atto della nostra presenza che vi viene nascosta e, prendete atto del fatto che vi stanno avvelenando in nome della scienza!..”





PS: Foto sotto segnalata da un lettore, proveniente da Houston Texas del 28/11/2012


















4 commenti:

  1. CONCORDO CON LA SUA TEORIA.

    SIMONE - SONDRIO.

    RispondiElimina
  2. UMANI: manipolatori e manipolati. ALIENI: gli agenti di manovre subdole sul palcoscenico che è il cielo. PIANETA TERRA: rimane manipolato. CONCLUSIONE: non esiste volontà di scendere in campo a combattere per il rispetto della Natura quindi dell'equilibrio dei senzienti a QUALUNQUE costo. Il mondo resta dominato da esseri subdoli e codardi, siano essi umani o alieni. A conti fatti, qualunque sia la situazione generale, ciò che rimane su questo pianeta è in parte un indicibile limbo, in parte un indicibile inferno. Perchè nessuno ha più le palle di scendere in campo invece di rimanere dietro le quinte a fare assurdi giochetti da viscidi codardi mentre quello che sta sotto il vertice della piramide viene sempre più pressato ed ottenebrato cadendo così sempre più in basso. Non ci sono scuse che tengano da parte di chi sta in cima. A parte che nessuno dovrebbe stare sopra nessuno in questo modo. Se c'è qualcuno che è più capace e forte di qualcun altro, allora è suo compito scendere in basso là dove si trova chi è debole e disagiato, incontrarlo di persona, comprenderlo, afferrargli la mano, e aiutarlo ad uscire da quel pantano a qualunque costo. Finora, l'ideale dell'eroe sappiamo essere di alcuni di noi umani. Dimostriamo a questi codardi antieroi che si sbagliano!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido in linea di massima, quanto affermato. Vista e considerata da una certa angolazione, la realtà umana è esattamente quella descritta. Occorre però non accontentarsi della risposta ottenuta e cercare di andare oltre, per scandagliare e comprendere “cosa e perché” ha portato alla realtà attuale. Condivido il fatto che su questo pianeta domina la volontà aliena negativa; ma occorre riconoscere anche la volontà opposta o positiva. Certamente vi è da chiedersi, perché la positiva consente alla negativa di spadroneggiare e di imporre una realtà umana tanto scadente. Ho cercato la risposta e, suppongo di averla trovata. Quando una risposta è però alquanto complessa, è difficile da proporre. E’ necessario pertanto, che ogni persona cerchi quella risposta. Per ottenerla è necessario rispondere prima ad altra domanda, ovvero la seguente: uomo chi sei? L’uomo pensa di essere ciò che gli è stato fatto credere di essere; ma questo è un inganno. Quando avrà scoperto chi è, scoprirà da donde viene e donde va. Solamente a questo punto riuscirà a comprendere il perché di questa sconcertante realtà umana!

      Elimina
    2. certamente. bisogna continuare l'indagine come possibile

      Elimina