Presenze Aliene

mercoledì 1 aprile 2015

Entità umane e aliene

Entità umane, 
aliene e mutanti
Di Dario Giacoletto


Il pensiero umano, in relazione al suo esistere, è generalmente collocato su due distinte posizioni: A) L’essere umano inizia ad esistere mediante la procreazione. B) I genitori sono il mezzo mediante il quale, l’essere che già esiste, nasce o giunge nel mondo della materia. Nel caso A, la vita è opera creativa dei genitori. Nel caso B, i genitori sono lo strumento della manifestazione, ma non i creatori. Sono coloro che generano la manifestazione fisica. Questo articolo, non è proponibile allo schieramento A, in quanto ne mette in discussione la consistenza. E’ proponibile a quello B, in quanto la sostiene. Evidenzio poi l’aspetto carcerario della fisicità umana, mediante un corpo biologico. Evidenzio l’aspetto sia positivo che negativo e, faccio una comparazione con eventuali corpi non biologici, per giungere a considerare i corpi delle entità aliene e, in particolare, quelli detti mutanti o mutaforma.


Sul piano fisico, ogni tipologia di essere vivente è la manifestazione espressa di un principio vitale e pensante (anima), espressione di un principio Divino (spirito). Ogni manifestazione vitale è un essere quindi, non si pone la domanda: “essere o non essere, questo è il dilemma!”. Se tu manifesti la vita, è perché a monte, già è stata data risposta alla domanda! L’essere umano si manifesta mediante un corpo biologico che, nel pensiero comune e di sistema, sarebbe l’unico modo di manifestare la vita. Questa opinione è però completamente infondata, in quanto una indagine approfondita, manifesta una realtà completamente diversa. Un essere vitale e pensante, può intanto essere o non essere manifesto nel mondo fisico. Può adottare un corpo biologico; ma potrebbe utilizzare anche un corpo di altro genere. In più, dispone di corpo energetico, in grado di animare. Quindi siamo a livello di anima o di perispirito.

IL CORPO BIOLOGICO

 Il corpo biologico ha necessità di respirare, mangiare, bere, soprattutto di rigenerarsi dal punto di vista energetico. In particolare, il corpo biologico, presenta una caratteristica che gli è unica ovvero, consente e impone da parte dell’entità che lo abita e vivifica, l’identificazione in esso. L’entità, non solamente è il gestore del corpo; ma con il corpo è in simbiosi. Questa simbiosi è così forte, da generare l’illusione di essere la stessa cosa. Con il protrarsi nel tempo, dell’illusione, l’essere si identificherà nel corpo, al punto da ritenere: “Io sono il corpo”.
 L’entità umana, mediante la mente, pensa e invia al cervello le informazioni e gli ordini da eseguire. Il cervello invia a sua volta gli ordini al sistema nervoso, il quale esegue mediante i muscoli, quindi genera movimento e lavoro. Il cervello, di per se, non pensa, ma riceve il pensato dalla mente e lo esprime, generando l’illusione che sia esso a pensare, in quanto la mente si localizza tendenzialmente nel cervello.
L’esasperazione illusoria giunge poi ad imporre all’essere umano, di pensare che con la morte del corpo fisico/biologico quindi anche del cervello, muore anche l’essere pensante e gestore. Chi eventualmente intendesse manipolare il genere umano, potrebbe ottenere un ottimo risultato, facendo credere che è il corpo biologico che genera la fonte pensante e la vita. Per giunta in seguito, potrebbe minacciare e ricattare l’essere umano, mediante la minaccia della morte. Quale in questo senso, il ruolo della scienza e della religione nella nostra società? A voi dedurlo; ma andiamo avanti. Il corpo biologico presenta poi, una caratteristica o necessità, in quanto impone all’essere che lo gestisce, la piena responsabilità di esso. Nel caso che l’entità non si senta responsabile, compare l’allarme a ricordarglielo. L’allarme si chiama dolore. La sofferenza umana, non è imposta o consentita da Dio; ma è la necessaria informazione che l’entità gestore, sta commettendo errori di salvaguardia nei confronti del suo corpo biologico. Il corpo biologico è in sostanza, la materializzazione di una entità sul pianeta Terra, che inizia con la sua nascita e terminerà con la sua morte.

IL CORPO MATERIALE NON BIOLOGICO

Oggi si sente parlare di robot, cloni, cyborg, di cibernetica ecc.; in quanto la nostra scienza e tecnologia, va in questa direzione. Si sente poi parlare di intelligenza artificiale e quindi, di informatica. Mediante intelligenza artificiale, insieme di informazioni, applicata ai robot, noi apparentemente vivifichiamo un essere. Abbiamo così i cyborg o esseri artificiali, parziali o totali.


Clone: Copiato, oppure replicato senza fecondazione naturale.
Robot: Macchina che esprime intelligenza artificiale.
Cyborg: Organismo vivente, avente alcune parti sostituite mediante protesi artificiali, approntate con metodi cibernetici.
Cibernetica: Ingegneria relativa alla realizzazione e gestione dei movimenti, sia per corpi biologici che animati o robotici.
Nella immagine sopra alcuni aspetti, di cosa si intende per corpo umano non biologico; ma si potrebbe andare oltre. Abbiamo considerato quindi sino ad ora, ciò che l’uomo è e, la direzione nella quale va la ricerca umana, in alternativa al corpo biologico. Ora però il mio intento, è quello di portare l’attenzione verso i corpi delle entità aliene, riscontrati sulla Terra. Tutti abbiamo visto i presunti corpi di Roswell ed altri similari. Qualcuno dirà che sono corpi reali, altri diranno che non lo sono. Il Colonnello Corso in un suo libro, afferma di averli visti e, quando lo afferma un personaggio del genere, occorre prenderne atto. Questi corpi non avrebbero un apparato digerente, si sosterrebbero mediante energia che traggono dall’ufo e, sarebbero la manovalanza aliena, atta a guidarli.


Se noi osserviamo le fotografie circolanti, vere o false che siano, vediamo degli esseri apparentemente simili a manichini. Certo, alcune domande sorgono: Gli alieni sono così presentati, perché in realtà ve ne sono di così? Oppure: Sono presentati così per sviare dalla verità? Il fatto che certamente alcuni casi sono dei falsi, significa che lo sono tutti? Se un solo caso fosse vero, non significa forse che questa realtà esiste?
Ora però, mettiamo da parte il fatto che possano essere veri o falsi ma, consideriamo il fatto che se eventualmente esistono nell’universo entità intelligenti su di un piano etereo e quindi non materiale, che intendono occasionalmente interagire col mondo fisico, si dovrebbero servire di uno strumento o corpo, che per non essere troppo distante dal pensiero umano, dovrebbe essere simile a umanoidi oppure manichini. Quindi, si dovrebbero servire di corpi manichino o come li chiamano altri ricercatori, corpi bambola. Queste entità extra dimensionali che dovessero ipoteticamente giungere sulla Terra, si manifesterebbero a noi, mediante materializzazioni di corpi bambola che, essendo nella piena disponibilità loro sarebbero manifestazioni mutanti o muta forma. Per essere gestibili, ovviamente non possono essere della stessa materia biologica presente sulla Terra, ma devono essere materia con frequenza diversa e più prossima all’etereo. La differenza di frequenza pertanto potrebbe essere in taluni casi, un impedimento al contatto diretto e fisico; mentre se i corpi fossero di materiale compatibile, il contatto sarebbe possibile, sino a giungere al materializzare corpi bambola, non distinguibili dagli esseri umani. Addirittura è ipotizzabile che sia possibile replicare e clonare, corpi biologici esteticamente umani, escludendo la normale procreazione. Forse, non ne siamo molto lontani.
I corpi alieni recuperati o, presunti tali, sono stati definiti “grigi” o E.B.E. che, sta per Entità Biologiche Extraterrestri. Questo acronimo esprime un’affermazione che non lascia dubbi ovvero, gli esseri in questione, sono entità fisiche di tipo biologico, di origine extraterrestre. Qualcosa però non mi convince. Si intende affermare che sono costituite da una biologia come quella umana? Quali le prove? Ovviamente non mi riferisco alla forma, ma alla struttura biologica. Non è che qualche burattinaio di sistema ha messo le mani avanti? Nel caso che si tratti invece, di entità non biologiche ed extra dimensionali, mi chiedo, ce lo avrebbero detto, oppure avrebbero deviato il pensiero della massa? Siamo certi che non le avrebbero definite nello stesso modo, per dare a intendere che comunque si tratta di esseri costituiti di fisicità simile alla nostra, inviati da pianeti extraterrestri? Questi dubbi, accostati al fatto che l’ufologia parafisica è, dal potere, decisamente più osteggiata dell’ufologia fisica intesa come bulloni e macchine, nonostante le prove emergenti attestano il contrario, mi induce a insistenti dubbi. Non solamente ci stanno negando le verità, ma adottano la strategia del: “Se non si puoi impedire l’emergere della verità, offri una verità di minor danno. Sarai pure considerato un precursore ed un eroe”. Se non puoi impedire che la gente prenda coscienza dell’esistenza di entità aliene, ufficializza una versione di comodo, riuscirai a gestire la problematica.

IL CORPO è UN CARCERE

Ogni entità, compresa quella umana, quando è immedesimata in un corpo, sia biologico che non, è condizionata, se non incatenata o prigioniera di esso. Il corpo biologico umano, offre tutta una serie di vantaggi, se adeguatamente gestito in base alle sue caratteristiche potenziali. Consente tutta una serie di esperienze non percepibili fuori da un corpo biologico quindi, consente una presa di coscienza del piano fisico, che non ha probabilmente uguali. Per il fatto però, che l’essere umano è inconsapevole, nascono problematiche e conseguenze tali, da generare una condizione umana da incarcerati. La fa da padrone il fatto che, nel momento dell’insediamento nel corpo materiale, l’essere perde memoria di se, lascia il retaggio della sua coscienza acquisita in precedenza, in quello che dal punto di vista umano, sarà chiamato l’inconscio. Nasce come se fosse un nuovo essere e con tutto o quasi, da rifare. Dovrà scoprire intanto nuovamente, cosa è il dolore e la sofferenza.
Questi sono segnali di errore in atto; ma se anziché interpretarli come tali, e quindi provvedere a eliminarne la causa che ha generato il segnale, il soggetto cerca di eliminare il segnale, la causa farà il suo corso e distruggerà la biologia del corpo. Chi intendesse manipolare in senso negativo l’umanità, avrebbe mediante questo espediente se imposto, una terribile arma a disposizione. Un’altra caratteristica esclusiva del mondo biologico, è quella della procreazione. Mediante essa, due esseri di sesso diverso, possono essere lo strumento che consente la formazione di una nuova manifestazione di vita. Ricordo che le entità aliene, dei grigi o comunque delle Ebe, sono asessuate. Ciò significa che sono costruite a monte e non procreate. La sessualità e la procreazione, sulla Terra, sono elementi che generano una fortissima identificazione nella realtà fisica. L’istinto sessuale e l’istinto di sopravvivenza, assieme all’identificazione fisica, sono fondamentali. Tutto questo è però un illusorio inganno; in quanto l’essere deve porsi la seguente domanda: Io sono il corpo, oppure io sono l’essere che lo abita? Se io sono il corpo, il corpo è l’essere ed è tutto. Se io sono l’essere che lo abita, il corpo è uno strumento e nel caso che io sia ancora fortemente identificato, assieme alle manipolazioni esercitate a mio danno, e all’inconsapevolezza, faranno sì che io ne sia prigioniero.




I MUTAFORMA o mutanti

Queste entità presentano un corpo che, in base a una serie di indizi, è di natura diversa. Uno degli aspetti più sconcertanti degli ufo e delle entità parafisiche, è costituito dal fatto in base al quale, le intelligenze che vi stanno dietro o dentro, possono giocare liberamente con le forme estetiche. Tempo fa lessi un files, era la traduzione dell’intervista all’alieno di Roswell. Nell corso dell’intervista, in sintesi l’alieno avrebbe affermato: Io non sono il corpo che state vedendo. Io sono una entità che sta adottando quel corpo. Voi non potete imprigionarmi o uccidermi, perché io posso lasciare in qualsiasi momento questo corpo e, voi umani, non sareste in grado di comprendere di quale genere di materiale sia costituito. E’ un materiale in grado di rispondere all’azione del mio pensiero che, io posso materializzare e smaterializzare a piacimento. Noi adottiamo di volta in volta, dei così detti corpi bambola, i quali sconcertano il pensiero umano.
In sostanza il corpo artificiale sarebbe costituito di un materiale particolare, comprensivo di un sistema nervoso artificiale, reagente agli stimoli indotti dal principio pensante e, programmato per essere utilizzato esclusivamente dal preposto. Stessa logica è applicata per quanto riguarda l’ufo. L’entità aliena dotata di corpo bambola, interagisce anche direttamente con l’ufo. Per questo motivo, le entità recuperate dagli ufo caduti, non presentano organi interni come i nostri, orecchie o bocca sviluppate ecc. e, sono in grado di sopportare condizioni ambientali estreme, molto meglio degli essere umani. Per di più, rispetto all’essere umano, hanno il vantaggio di non risentire come noi, del valore tempo. Anche la ricerca attuale, che si realizza mediante gli studi di retro/ingegneria (tentativi di copiare la tecnologia aliena) attualmente mira a creare il sistema per guidare i mezzi volanti mediante azione diretta del pensiero. In realtà queste entità bambola non sono esseri mutanti, in quanto non presentano mutazione biologica; mutano però i diversi modelli estetici delle bambole che, in talune occasioni sconfinano nell’aspetto robotico e apparentemente meccanico. Questo è il motivo per cui sono detti mutanti o mutaforma.


Dopo aver letto l’intervista, mi chiesi se diceva la verità, oppure una menzogna. Ci pensai su parecchio; alla fine giunsi alla seguente conclusione: Se mi stava dicendo il vero, io avevo raggiunto la verità. Se non mi diceva il vero, quel documento mi stava prospettando una spiegazione in grado di soddisfare quelle domande sui mutaforma, che sino ad ora non erano state soddisfatte. Non era più così importante, il fatto se si trattasse di verità o meno; purché, analizzando le manifestazioni della Valmalenco, fosse stato da parte mia, possibile riscontrare che erano in coerenza a quanto affermava l’alieno di Roswell. Intanto, le entità della Valmalenco, pur avvicinandosi agli esseri umani, non giungono mai al contatto fisico. Perché? Una spiegazione potrebbe essere che ciò costituisce spiacevolezza o pericolo. Pericolo per uno o entrambi, magari di contaminazione. Oppure, toccandoli, l’essere umano potrebbe avere o generare scompensi di qualche genere. Teniamo presente che probabilmente vi sono in gioco delle frequenze diverse e forse incompatibili.


Non intendo affermare che sulla Terra, si possono unicamente manifestare entità aliene senza un corpo biologico; intendo affermare che la manovalanza aliena potrebbe essere costituita quasi esclusivamente, da corpi bambola artificiali. I così detti grigi, sarebbero appunto, un esempio di questi. Non ci sarebbero quindi sulla Terra, così tante tipologie o culture aliene; ci sarebbero invece un’infinità di varianti in quanto ad aspetti dei mutanti e dei corpi bambola.
Oltre alla possibilità del corpo biologico e di quello a “bambola artificiale”, è però presente un’altra possibilità di livello superiore. In questo caso l’entità aliena, si materializza e smaterializza a piacimento, assumendo secondo i casi, le sembianze che ritiene opportuno. In ufologia, uno dei maggiori rompicapi è proprio dovuto al fatto che sono state viste entità e ufo che cambiavano forma e, nel corso della storia, ufo che si manifestavano mediante coerenza estetica, al periodo storico. La differenza tra materializzazioni di questo secondo tipo e le prime consiste nel fatto che le prime adottano dei corpi specifici progettati e generati a monte, che possono lasciare come traccia il manichino; mentre delle altre materializzazioni, non resterà traccia fisica e prova alcuna.



Analizzando le numerose prove fotografiche pervenute dalla Valmalenco, ho riscontrato la presenza di una numerosa varietà di entità aliene. Questo aspetto conferma quindi quanto sopra detto ovvero, non si è di fronte ad una razza aliena che manifesta propri esseri così diversi; ma siamo di fronte a manifestazioni esteticamente diverse di quella cultura aliena. Le manifestazioni vanno da figure aliene alte circa un metro a manifestazioni di diversi metri.
 Purtroppo non mi è consentito provare adeguatamente quanto affermato, se non mediante foto già in circolazione da tempo. Una volontà superiore mi ha intimato di non andare oltre. Peccato; considerato che se avessi pubblicato immagini di fantascienza o foto taroccate non si sarebbero fatti avanti i gestori di sistema. Ciò significa che sono nel vero, che turba il potere.

QUESTIONE FOTOGRAFIE

Risposta ai contestatori: Le entità mutaforma, presentano caratteristiche non tipiche della fisicità umana. Sono parzialmente eteree, particolarmente veloci all’occorrenza e, in grado di volare e di dissolversi. Presentano aspetti che agli occhi umani, specialmente degli inconsapevoli, fanno gridare al falso fotografico; in quanto non si possono a loro dire, spiegare diversamente queste foto. Non considerano che le foto nella versione originale, sottoposte ad analisi fotografiche, presentano i dati originali e nessuna alterazione. Spesso mi sono sentito dire: “Una foto del genere è palesemente un falso” Quando però ne ho richiesta la prova, la risposta tipica è stata: “E’ evidente che si tratta di falso, non vedi come è quella mano?” Riferito alla foto sopra. Oppure: “Non può essere che così”. Caro contestatore, se io avessi fatto un falso per ingannarti, non avrei fatto una mano così; riferito all’ultima foto, ma avrei messo una mano come la vuoi tu, affinché tu potessi abbondantemente credere che è vera e darmi ragione. Se invece ho messo quella foto, è perché è vera e, lo faccio a costo di scontrarmi con la tua ignoranza. Per giunta, sarebbe ora che gli esperti presunti di fotografia, iniziassero a considerare, che la fotografia fatta a manifestazioni paranormali, e queste lo sono, possono presentare aspetti anomali che nulla hanno a che fare con la manipolazione fotografica. Non per questo si è di fronte a dei falsi. Non serve che mi mandiate ingrandimenti delle foto, per evidenziare che si tratta di falso; inviatemi la scansione dei pixel che dimostra l'alterazione di fotoritocco. E' patetico prendere in considerazione il mondo paranormale e, pretendere che si presenti come quello normale!

CONCLUSIONE

Questa conclusione dell’articolo, è unicamente per le persone che sanno comprendere e vedere oltre il velo dell’apparenza e la punta del proprio naso. Ho presentato questo articolo, comparando la manifestazione di due realtà. Quella umana e quella aliena, mediante i due modi di essere. Corpo biologico umano e corpo non biologico alieno. Da considerazioni varie, emerge che entrambe le manifestazioni, sono momentanee missioni sulla Terra. La missione umana dura una vita, quella aliena dura a piacimento e necessità loro. Un punto però è fondamentale e, determina la differenza tra noi e loro. Mentre loro si manifestano, sanno chi sono e dispongono del loro stato di coscienza; mentre si manifesta l’uomo, la sua coscienza comprensiva di quanto a monte, gli è preclusa. Quindi l’uomo non sa più chi realmente è. Cosa ci sta a fare qui e, come gestire in modo conveniente la biologia umana. Praticamente si è perso nel labirinto. Dietro alla manifestazione, sia nostra che loro, vi è una entità che si sta manifestando, in relazione ad una logica superiore. Una sola è quindi la via da seguire: “Prendere (ma meglio riprendere) coscienza d’essere, ovvero coscienza di essere quella entità”. Ci occorre il ricordo. Purtroppo però, contemporaneamente, una mano oscura sopra il genere umano, opera e impone un genere umano parassitato. E’ questa l’opera degli alieni negativi, che si concretizza mediante la manovalanza umana inconsapevole e mercenaria. Gli alieni che si fanno vedere per farci capire, ci stanno dicendo quale è la strada. A noi rompere il malefico incantesimo di matrix!! Ed ora, il colpo di scena: "Gli esseri umani sono dei mutaforma biologici!". Dal giorno in cui nasci al giorno in cui muori, tu sei mutato costantemente. Semplicemente lo hai fatto ad una velocità molto rallentata e in modo inconsapevole. Chi vuole provare a negarlo? Il pianeta Terra è un grande laboratorio di genetica, dove è stata sperimentata la vita biologica umana e non solo. Non si tratta di creazione diretta della Causa Prima o Dio e, l'essere umano, non è comparso spontaneamente dal nulla mediante evoluzione  oppure dalla scimmia. 

PS: Alcuni lettori, in vario modo mi hanno espresso l’osservazione in base al quale nell’articolo non ho accennato alla eventualità che entità aliene sulla Terra, possano avere un corpo fisico stabile ma, non siano visibili a noi. Ok, la possibilità esiste e sarebbe quella in base al quale queste entità adotterebbero sistemi tecnologici per l’occultamento. Quindi tute schermanti, oppure campi di interferenza sulla frequenza del visibile umano. La modulazione e la sovrapposizione di queste azioni mimetiche sarebbero la causa della nostra incapacità di vedere, ma anche la causa di anomali fotografie che, evidenziano sovrapposizioni di volti apparentemente eterei, distorsioni di vario genere dei panorami ecc. Questi sistemi schermanti generano però un altro problema che si va a sommare a quelli già esistenti ovvero, generando distorsioni dell’estetica aliena, generano la mutazione delle forme, facendo supporre che anche queste entità siano dei mutanti veri. Mentre invece si tratta di alterazione estetica e non di mutazione vera.



2 commenti:

  1. articolo molto denso ed interessante.

    RispondiElimina
  2. Davvero molto interessante, concordo, sai, penso che una coscienza evoluta, possa trasformare, mutare un corpo biologico, ovviamente se questa è molto evoluta. La materia in fondo non è altro che energia densificata, secondo i vari piani di realtà, ma per quanto ormai tutti siamo a conoscenza di questo, continuiamo a considerare il nostro corpo "fisico"....

    Ciò che noi pensiamo di toccare, in realtà è uno scontro elettromagnetico, sei poi passiamo agli altri sensi, sai bene quanto siamo predisposti per captare i segnali, le frequenze che sono qui, su questo piano, dunque con quale realtà abbiamo a che fare?

    Probabilmente alcune creature non terrestri, conoscono molto meglio di noi le energie...., alcuni di essi possono mutare forma, trasformare o lasciare il loro corpo a piacimento, intervenire nei codici genetici, ampliandolo, o all'incontrario compiere un restringimento (come penso sia accaduto all'uomo).

    Siamo ancora infanti, o ci hanno reso tali?, tuttavia vi è una sostanza Universale, predisposta per una libera evoluzione, che nessuno può manipolare...

    E' Lei che dobbiamo ricercare in noi stessi, insieme a quella energia di Amore potente che lega tutti gli esseri. La nostra intelligenza umana, può aiutarci sino ad un certo punto, anche se ritengo che vada costantemente allenata.

    Grazie per la tua segnalazione.


    RispondiElimina