Presenze Aliene

sabato 4 luglio 2015

11- Fotografia aliena

11- Fotografia aliena

Di Dario Giacoletto


Foto 111: Claudia Flore continua a riprendere immagini di rods nel suo giardino. Ormai si è specializzata e, occorre ammettere che lo sta facendo con profitto. Bellissime e nitide immagini, complimenti. Non è facile riprenderli in questo modo. Sono esseri estremamente tenui nella loro fisicità, ma estremamente veloci. Il colore che primeggia è il grigio, pertanto ciò non facilita.


Foto 112: Per chi ancora non fosse a conoscenza di cosa sono i rods, ricordo che sono degli organismi manifesti nella frequenza del fotografabile, ma non visibile a occhio nudo. Sono pertanto considerati degli organismi eterici. Ve ne sono di molte tipologie. Alcuni simili tra di loro, altri notevolmente diversi, sino al punto da chiedersi se ancora è opportuno considerarli rods.


Foto 113: Come si vede molto bene in queste immagini, sono simili a dei bastoncini con le ali. Il numero delle ali è diverso in base alla tipologia. Nella foto sottostante, sono sei per lato; ma nella 112 sono otto. In altri casi si arriva anche a due ali. Sono spettacolari quando si mettono tutti in fila e viaggiano assieme, cosa che fa ipotizzare la presenza di intelligenza e collettività.



Foto 114: Informazioni relative ai rods sono reperibili in internet. Link del presente blog:



Foto 115: Foto di Paolo R. il quale afferma: “Ho provato il desiderio di farmi una foto davanti allo specchio. Mi sono fatto fare due foto ed ecco cosa è venuto fuori”. Le foto originali non sono quelle sotto, le quali sono un ritagli, che presentano esclusivamente lo specchio e non la persona. Il flash ha generato la forte luminosità riflessa. Ciò che sconcerta, sono i due volti alieni presenti nella parte sopra. Paolo sostiene che lo specchio si trova in un corridoio e che sulla parete di fronte, nulla vi era che potesse in qualche modo generare sullo specchio la parvenza dei due volti.


 Foto 116: Invito Paolo a fare altre foto dalla e nella stessa posizione, con l’identica inquadratura dello specchio, per vedere cosa viene fuori e le eventuali differenze. E’ probabile che quei volti non si ripeteranno, ma non si sa mai. Gli specchi sono sempre stati oggetto di grandi discussioni, si sostiene che posseggono la facoltà di meglio far vedere le presenze di alieni o fantasmi. Le foto sono interessanti, ma attendo gli originali. Le presenze aliene, possono farsi fotografare o meno da coloro che sono scelti. Possono decidere loro le modalità, il posto, il come. Non posso escludere che due entità si sono presentate in questo modo. Invito ripetutamente tutti coloro che fanno foto particolari o eccezionali, a tener presente, specialmente ora che si fotografa molto con i telefonini, che è sempre opportuno salvarsi la versione originale delle foto e non quelle inviate o postate su facebook.


Foto 117: Cella P. continua a fare foto, con l’intento di riprendere aspetti dell’insolito. Questa volta ci è certamente riuscita. Afferma di aver fotografato il buio totale. Quando ha visionato la foto, è rimasta sorpresa nel costatare questa presenza. Che non fosse visibile a occhio nudo, si conferma dal fatto che la presenza non è stata centrata, ma è stata ripresa per casualità. Di cosa si tratta? Al momento non sono in grado di ipotizzare nulla. Chi avesse ripreso cose del genere, è invitato a contattarmi. Ciò che si può affermare, è il fatto che la presenza è stata resa visibile e fotografabile con quella estetica, grazie al fatto che è stata colpita dal flash. Pertanto era ad una distanza entro il quale il flash arriva.


Foto 118: Quasi contemporaneamente arriva un’altra foto, quella sottostante, di Olga Kralik. Anche questa foto fa vedere un qualcosa di simile a quanto nella foto precedente. In questo caso è meno evidente, in quanto la presenza è stata colpita più tenuamente dal flash. Se dovessi azzardare una spiegazione ipotetica, direi che potrebbe trattarsi di “Complesso organismo intelligente”. E’ ovvio che non bastano due fotografie del genere per formulare un’ipotesi del genere; ma occorre tenere presente che un’enorme quantità di video in circolazione, fanno vedere proprio cose del genere che, nelle occasioni in cui emanano luminosità propria, sono interpretati se a distanza, come ufo.


Foto 119: Tre foto ancora di Cella P. che va fotografando la Luna. Nell’attimo dello scatto, vede e riprende un bellissimo orb. Si potrebbe dire che non vi è nulla di particolare, in quanto in molti li riprendono e tanti sono esteticamente anche migliori. La particolarità sta nel fatto che cella ha scattato due foto in sequenza. Quando ha visto che aveva ripreso un orb, appena la fotocamera ha ricaricato il flash, ha nuovamente scattato. E’ la foto 120.


Foto 120: Come si può osservare, nel tempo in cui si è ricaricato il flash, l’orb si è trasformato. Qui lo vediamo più vicino alla Luna, ma è una questione di prospettiva. Si è rimpicciolito, oppure allontanato; ma ciò che ci interessa, è che si è trasformato. Ciò che nella precedente foto era il tipico occhio orb, qui assume una forma ad uscire. L’orb diventa evanescente e sta cambiando colore. L’importanza di queste due foto, è che provano il fatto che gli orbs sono presenze che possono cambiare continuamente la loro estetica. In altre occasioni si possono vedere mentre si trasformano in sembianze umane.


Foto 121: Anche questa foto non è male. Evidenzia il fatto che il numero degli ipotetici occhi degli orbs, possono cambiare di occasione in occasione. Così come le colorazioni. La realtà però, è che ancora non sappiamo con certezza, cosa sono questi ipotetici occhi; anche se in certe occasioni paiono effettivamente esserlo. http://presenze-aliene.blogspot.it/2010/11/gli-orbs-ci-guardanoe-alcuni-loro.html


Foto 122: Di Deborak R. Si potrebbe pensare che siamo di fronte a dei comuni orbs e, in effetti lo siamo. Ciò che però ancora non è parte della consapevolezza umana, è cosa effettivamente sono. Per il fatto che sono entità in grado di trasformarsi a piacimento, possono essere anche degli ufo quando si assemblano numerosi, oppure dei complessi esseri di luce. In questo caso se ne vedono tre laterali, mentre sono in movimento e, quello bianco centrale mentre acquisisce le caratteristiche dell’essere di luce. In questi casi, se la manifestazione entra nella banda di frequenza visiva umana (possono stare dentro o fuori alla nostra banda di percezione visiva) noi possiamo avere la sensazione di vedere degli ufo.


Foto 123: Marino R. ha inviato la seguente foto, chiedendo cosa sia quella presenza in cima al Pizzo Scalino della Valmalenco. Zona ben nota per le manifestazioni ufologiche. La foto non è sua, ma è stata tratta dalle immagini presenti nel web. Ebbene, non disponendo della versione originale, e manco della testimonianza dell’autore, non posso garantire circa la genuinità di questa foto. Sarebbe opportuno che chi l’ha fatta e/o pubblicata, si facesse vivo, testimoniando e proponendo l’originale. Quanto fa vedere la foto, è alquanto atipico e insolito; ma come spesso accade in ufologia, la novità è sempre in agguato dietro l’angolo. Considerando l’ombra che il Pizzo Scalino produce, significa che il sole è in alto a destra e quasi frontale; ma non tale da produrre un riverbero. Non pare essere la Luna che, non posso dire se nei suoi percorsi, passa mai in quella posizione. La foto è ben centrata e riprende intenzionalmente il rifugio Cristina, Pizzo Scalino e la misteriosa presenza.










Nessun commento:

Posta un commento