Presenze Aliene

giovedì 23 luglio 2015

News Valmalenco Luglio 2015

News Valmalenco
lUGLIO 2015

Di Dario Giacoletto


La presenza sulla Terra di entità le quali, per le caratteristiche che presentano, sono dette “mutanti” o “mutaforma”; per i non addetti è certamente una ipotesi ardua da accettare. Sono dette mutanti, in quanto non presentano una manifestazione stabile e duratura, ma mutevole. Una domanda però è doverosa: “Gli esseri umani, nel corso della loro manifestazione di vita sulla Terra, sono stabili?” In base alla semplicistica opinione umana parrebbe di sì; ma appena si valuta con accortezza, la risposta è certamente no. La differenza più evidente degli umani rispetto a queste entità mutanti, è la durata della manifestazione. Per gli umani dura una vita più o meno lunga, con tutte le variazioni legate all’età. Per le entità mutanti, dura in base al loro intento di manifestazione.


Mi sono pervenute da anonimo autore della Valmalenco, queste due fotografie eccezionali, scattate nella zona di Tornadri di Lanzada. L’autore desidera mantenere l’anonimato, non vuole essere coinvolto, non vuole notorietà. E’ certamente consapevole di aver fatto una foto eccezionale, forse è presente in lui, qualche timore. La prima (sopra) propone uno spettacolare esempio di entità mutante. Si vede la parte superiore del corpo, non quella inferiore. Potrebbe anche non esserci, quindi significherebbe che la materializzazione in forma umana non è esteticamente completa. Nulla cambia in quanto al fatto, che in se stessa, l’entità manifesta è completa in quanto essere. Certo, questi sono concetti non facilmente comprensibili o condivisibili dal punto di vista umano; in quanto fanno a cazzotti col nostro comune modo di pensare e in base alla nostra cultura, ma questo è e quindi occorre prenderne atto. Se presento un alieno con tre dita (trattasi di altro caso), significa che quell’entità aliena così ha deciso di manifestarsi.  In questo caso, nel riquadro in giallo, vediamo una mano molto massiccia e presumibilmente con cinque dita. L’essere umano deve comprendere che si stanno valutando eventi, che in base alla nostra logica, sono anomali e quindi fanno parte del mondo del paranormale. A scanso di equivoci faccio presente che le due foto, ad analisi di specifico programma per accertarne la genuinità, sono definite in versione originale e pertanto non alterate. Nessuna traccia di taglia e incolla.


La seconda foto inviata, scattata circa un minuto dopo la prima, non riporta più la presenza dell’entità. Certamente se ne è andata. Se con le gambe o smaterializzandosi, non lo potremo sapere, a meno che non mi giungano altre foto a dirlo. Più probabile la seconda ipotesi. Comprendo la difficoltà di accettazione, da parte delle persone meno provvedute. Comprendo anche la difficoltà di accettazione da parte del potere, il quale non vuole che la gente comprenda. Questo però è.


Osservando la parte anteriore del corpo, si nota che il torace (cerchiata in rosso) presenta caratteristiche non simili a quelle umane e, come già riscontrato in altre manifestazioni del genere, si osserva una parvenza di volto. Una parvenza di volto è presente anche nella parte blu, cerchiata in verde, sotto ad un apparente casco. Come si può notare, la luminosità blu non pare essere frutto di riflesso, ma parrebbe possedere caratteristica propria. L’essere si presenta come se indossasse casco e tuta nera; ma questo è unicamente l’abbigliamento di circostanza scelto.

Località nel quale si presume che sia stata scattata la foto.

Link del presente blog, relativi a entità mutanti:


Il caso dell’ingegner Giordano

La Valmalenco è una fonte inesauribile di prove della presenza ufologica e aliena sulla Terra. In questa occasione l’ingegnere Alessandro Giordano, stimata persona di Chiesa di Valmalenco; ha ripreso una sconcertante serie di fotografie, poste a disposizione di coloro che intendono approfondire l’argomento ufo. Le foto sono state scattate dal piazzale dell’arrivo della funivia del Palù. Afferma il signor A. Giordano che queste tre foto sono state fatte con l’intento di riprendere il panorama e, che nulla di particolare era per lui visibile a occhio nudo. Le particolarità sono state notate a sera, quando le foto sono state scaricate sul PC.
La prima è la sottostante 0367. Si nota nella parte alta a sinistra e quindi in posizione completamente decentrata, uno strano oggetto volante. Questo particolare attesta il fatto che non era l’ufo, l’oggetto da centrare, ma il panorama del Pizzo Scalino. Fatto l’ingrandimento dell’ufo, si ha la conferma della stranezza. Certamente un ufo in quanto oggetto volante non identificato. Altra cosa è dire, se quest’ufo è prodotto da tecnologia terreste oppure aliena. A fine articolo la risposta.Teniamo presente che il potere operante sulla Terra, ha inviato e invia a scandagliare la Valmalenco, quanto di meglio dispone in fatto di tecnologia atta ad intercettare le presenze aliene.

 

Foto 0369 sottostante: Se noi osserviamo l’ingrandimento della 0369 notiamo quale può essere l’ipotetica posizione del sole e ciò, è deducibile dalla posizione delle ombre degli alberi. Pertanto si può dedurre che il sole in questo momento si trova in alto, sulla destra (sono le ore 11.55”). Se noi ora guardiamo l’ufo più grande e anche i tre sopra, possiamo notare che, dal lato dove le cose sulla terra generano ombra, sugli ufo invece generano luminosità. Ciò significa che non si tratta di riflesso del sole, ma di altra causa. Viceversa i tre ufo a sinistra, non producono lo stesso effetto luminoso. Ciò consente di ipotizzare (assieme ad altri particolari) che non siamo di fronte ad oggetti da tecnologia terrestre. A meno che non si voglia affermare che producono luminosità diversa in quanto si tratta di tipologie diverse. Ipotesi non facile da percorrere.


Io ritengo più plausibile, l’ipotesi che ci troviamo di fronte a sette ufo della stessa tipologia. Faccio notare come la dislocazione dei tre di sinistra, è uguale ai tre di destra. Per quanto riguarda eventualmente, lo stabilire di quale tipologia di ufo si tratta, la cosa è ardua in quanto (esteticamente) è una tipologia non abituale. Non ho incontrato sino ad ora, altre foto con stessa estetica. Similari certamente, uguali no. Dal punto di vista estetico, specialmente quello più grande, induce a pensare che si tratta di ufo materiale/tecnologico; ma quelle luminosità anomali indirizzano invece in altra direzione.


Occorre tenere presente, che così come esistono le entità mutanti, così esistono gli ufo/entità mutanti ovvero, quelli che chiamiamo ufo parafisici, sono entità in forma ufologica. Di fronte a costoro, la logica umana va in frantumi; e, si conferma mediante la seconda foto che è la 0268 sottostante. Come si può facilmente osservare, tutti e quattro gli ufo, presentano una estetica diversa dalla 0269. Si potrebbe obiettare che si tratta semplicemente di altra prospettiva; ma poi vi sarebbe grande difficoltà a provarlo. Soprattutto con l’ufo che sta più in basso che, in modo inequivocabile offre un particolare che non lascia dubbi: “la luminosità è una sfera bianca distaccata dal corpo ufo”. Pertanto significa che negli altri casi, semplicemente la luminosità anomala, era una sfera bianca accostata al corpo ufo.


 


Questo particolare fa propendere per un caso di ufologia parafisica, come peraltro quasi tutti quelli della Valtellina. Di fronte a questi casi diventa inopportuno parlare di tipologia ufo. Sarebbe più opportuno parlare di “varianti”, non trattandosi di tecnologia, ma di continue mutazioni. Strani anche i due apparenti occhi neri che compaiono in quasi tutti gli ufo presenti; ma quando si valutano manifestazioni parafisiche, ci si può aspettare di tutto. Non mi stupirei che un giorno ci facciano vedere dei gatti volare o chissà quale altra sconcertante esibizione. Tutto qui? Per nulla! Guardiamo meglio la foto 0369, e l’ingrandimento 0369/B. Avevamo affermato che erano presenti sette ufo; ma vi è ben altro! Si nota che a metà della pista sciistica, vi è un uomo che sta scendendo. Poi si nota che questo uomo è completamente vestito di nero, nessuna colorazione, nessun riflesso. Quindi si nota che quest’uomo ha una statura anomala in relazione alla distanza e, peccato che non si vede la sua mano destra. Occorrerebbe a questo punto, mandare un uomo di media alta statura in quella posizione e, fotografare dalla stessa posizione.


Nel caso che sia fatto accertamento, invito gli interessati ad inviarmi la prova. Vi è però ancora dell’altro, ed è quella macchiolina a forma di uovo, situata sempre sulla pista. Riquadro verde. Giocando con la pareidolia, si può affermare che pare un volto alieno. Qualcosa è, quindi si tratta di stabilire cosa. Ebbene, io ipotizzo che si tratta di entità, esteticamente similare a quella posta a destra nella stessa foto 0369 ed alle altre.


Non ci hanno fatto vedere i gatti volare, ma ci sono andati vicino, con una carrellata di presenze aliene mutanti. Il signor Giordano non le ha viste visivamente e ciò, si può spiegare mediante due ipotesi: A) Non è stato abbastanza attento; ma io la escluderei come poco probabile, in quanto era certamente attento al panorama. B) La vista umana spazia su di una banda detta di percezione visiva. La fotocamera spazia su di una banda più estesa. Le entità aliene scelgono la frequenza in cui operare la manifestazione. Quando scelgono di manifestarsi nel fotografabile non visibile all’occhio umano; il fotografo si troverà le presenze sulle foto, ma non avrà avuto occasione di vederle. Questo espediente consente alle entità di essere fotografate ma non viste, ma consente di operare da parte loro una selezione per cui, con diversi potenziali fotografi presenti, solamente i prescelti scatteranno le foto al momento giusto, nella direzione giusta. Complimenti e grazie signor Giordano. Le sue foto sono interessanti e meritano di essere archiviate nella casistica valtellinese. Stessa cosa per l’autore della foto dell’alieno; ma un grazie a tutte le entità che si sono prestata alla fotografia.

4 commenti:

  1. Ma perché non considerare visto le condizioni meteo e la quota, la semplice presenza di condensa sulla lente ?

    Colore e forma sono ben indicativi; e se si aggiungono le opzioni sopra indicate; forse non serve ipotizzare chissà quali spiegazioni di origine aliena.. .

    RispondiElimina
  2. Un tizio che nel corso della sua vita aveva fatto l'ombrellaio, un giorno sentì dire che il suo vicino aveva trovato dei funghi. Non sapendo nulla dei funghi e non avendoli mai visti, ma volendo dire comunque la sua disse: "Non capisco perché sostenere che si tratta di funghi, quelli sono ombrelli!

    RispondiElimina
  3. I think that is one of the most significant information for me.
    And i am satisfied reading your article. But want to statement on some
    common things, The web site taste is great, the articles
    is in reality nice : D. Good job, cheers

    RispondiElimina
  4. Excellent write-up. I absolutely appreciate this site.
    Thanks!

    RispondiElimina