Presenze Aliene

mercoledì 28 ottobre 2015

-44- Scrambler il giorno dopo

Scrambler Il giorno dopo



L’articolo relativo agli scrambler aerei sulla Valtellina: http://presenze-aliene.blogspot.it/2015/10/43-scrambler-in-valtellina.html ha destato vivo interesse e, alcune osservazioni da parte dei lettori. Marcello G. ha domandato per quale motivo non ho specificato in tutti i casi citati, di quale tipologia di caccia si trattasse, o almeno quello più importante relativo al primo caso presentato. Intanto vi è da dire che io non sono un esperto di aerei, quindi miro a defilarmi dal fare affermazioni impegnative in una materia non mia.  Poi forse vi è stata qualche dimenticanza, al quale rimedio subito. A parere mio, nella foto 1, la più interessante, sarebbe presente un caccia F-16. Anche per le foto 7 e 8 si può ipotizzare che si tratti di F-16; ma con minore certezza.


 La lettura del post in questione, ha motivato tale Luca Novo ad una riflessione, circa l’eventuale relazione, tra le foto postate e alcune sue personali foto fatte ad aerei caccia. Una relazione potrebbe esserci; ma andiamo con ordine. Il giorno 15/9/2015, Luca si trova nei pressi di Saluzzo (Cuneo) e nota due caccia probabilmente decollati dall’aeroporto delle Valdigi, che salendo, si dirigono verso Torino. In quanto appassionato di aerei provvede a fotografarli. A suo dire si tratterebbe di un F-35 e di un probabile Eurofighter Typhoon. Foto sotto.

2

I due aerei sono alquanto lontani e lo zoom non consente di più; ma con gli ingrandimenti, l’ipotesi di Luca pare verosimile. Riguardando le foto, Luca nota però che in cielo vi era dell’altro. Erano presenti due sferoidi scuri, che visivamente non aveva notato al momento dello scatto fotografico. Uno di questi, è presente nell’ingrandimento in verde. Sul momento Luca non ipotizzò altro; ma quando ha visto la foto dell’F-16 con l’ufo sferico vicino, ha tratto l’ipotesi che poteva trattarsi della replica di quanto lui aveva fotografato. Qui due caccia e due ufo sferici, di là un caccia e un ufo sferico. Quindi la domanda rivoltami ovvero: “Trattasi di due casi similari e accostabili?”.

3

La mia risposta è ipotetica, in quanto non vi è certezza relativa alle due presenze che compaiono nella foto dei due caccia. Ciò non significa che non fossero presenti. Luca non le ha visivamente notate e questo toglie una certezza che invece nel caso della Valmalenco è presente; ma potrebbe anche essere un punto a favore. Mi spiego meglio. Questi ufo possono essere visti e fotografati; ma quando sforano nella frequenza del fotografabile non visibile a occhio nudo, non possono essere visti o notati, ma poi compariranno nelle foto. Questa è una ipotesi, che spiegherebbe quanto avvenuto. La valutazione delle foto di Luca, a mio parere, giustificano un accostamento ipotetico con la foto della Valmalenco.
Osservando le prove di questi numerosi scrambler aerei, una domanda sorge spontanea ovvero, siamo certi che le apparecchiature del quale dispongono i piloti sui caccia non consentono di vedere direttamente tutto il fotografabile e anche frequenze che vanno oltre? Possibile che da terra e con apparecchiature amatoriali si vedono e fotografano cose del quale gli apparati militari negano la presenza, nonostante le apparecchiature a disposizione? Meglio però ora, non addentrarsi in questa problematica. Luca mi ha poi inviato altra foto, la sottostante, scattata in altra occasione, nei pressi dell’aeroporto delle Valdigi, chiedendomi cosa è la presenza nel riquadro. La foto non consente di definire il particolare in modo netto. Certamente di qualcosa si tratta e, sino a quando non sarà identificato, sarà un oggetto volante non identificato e pertanto un ufo. Se ci affidiamo alla estetica, possiamo accostarlo alle due presenze che compaiono nelle foto dei due caccia; ma certezza assoluta non vi può essere.

4

E’ un vero peccato che le foto di Luca non siano state fatte con fotocamere a più alta risoluzione e zoom adeguato. Forse ora si potrebbe commentare in altri termini e con altre certezze. Grazie Luca delle tue foto.
Altra questione quella relativa alla osservazione della lettrice Marianna P. la quale esprime la seguente considerazione relativa al caso dello scrambler in Valmalenco del 8/3/2012, che riporto in sintesi: La foto 11 ha dello sconcertante. Si potrebbe pensare che trattasi di casualità; ma se così fosse sarebbe veramente notevole. Se invece si pensa che non è casualità, significa che una volontà superiore è in grado di modellare le nuvole a piacimento. Vorrei poi chiederle per quale motivo nessuna foto fa vedere i tre caccia ed i tre ufo assieme. Risposta: Non posso pubblicare sempre tutte le foto a disposizione, in quanto occorrerebbe troppo spazio e toglierei allo scritto. Non dispongo di una foto che faccia vedere i tre ufo con i volti ed i tre caccia assieme. Dispongo però di una foto, la sottostante in cui si vedono i tre caccia F-22 che, come si può notare, si stanno dirigendo nella zona in cui stazionavano i tre ufo.

5

Certo occorre accontentarsi, in quanto non è facile riprendere bene gli aerei, ma ancora più difficile è riprendere questi ufo che sono spesso evanescenti, sfuggevoli, veloci e indefiniti come forma. I tre ufo, all’arrivo degli aerei, si sono allontanati per andarsi a collocare dove si vedono nella foto 11 del precedente post, assieme alla parvenza dei volti.

6

Per quanto riguarda la questione delle nuvole, volendo rispondere, si apre una finestra che potrebbe ipotizzare panorami inaspettati e sconcertanti. Noi umani siamo stati indotti a pensare delle nuvole, ciò che a scuola e la scienza, delle nuvole ci hanno detto. A parere mio si palesa all’orizzonte uno scenario alquanto diverso. Noi umani siamo soliti considerare le manifestazioni della natura, come un qualcosa di scontato e naturale. Non consideriamo la possibilità che la natura e le sue forze, non siano cose morte, ma vive e forse, in qualche modo, sottoposte a qualche forma di  intelligenza. Lo stesso pianeta Terra, in base alle ultime linee di pensiero, va nella direzione che si tratti di una cellula viva, in un universo che è la manifestazione della vita ad un livello superiore. Forse prossimamente dovremo rivedere i nostri pensieri, le nostre certezze, la nostra cultura. Non mi stupisco del fatto che entità aliene superiori all’uomo, possano determinare la formazione delle nuvole. Con la manipolazione climatica, anche gli esseri umani stanno cercando di farlo. Ovviamente con le tipiche bassezze umane. Probabilmente loro sanno fare di meglio.





Nessun commento:

Posta un commento