Presenze Aliene

lunedì 7 dicembre 2015

Messaggio alieno 3-12-2013

Messaggio alieno 3/12/2013



Mentre con la tecnologia terrestre si cercano le tracce di una eventuale presenza aliena nello spazio e, quindi eventuali loro messaggi; sulla Terra fioccano inosservati e quindi ignorati, una moltitudine di messaggi alieni. In un precedente post, ho ipotizzato il messaggio e la relazione intercorrente, tra un certo numero di crop circles e le manifestazioni di una certa tipologia di entità aliene presenti in Valtellina, ma generalmente su tutto il pianeta. http://presenze-aliene.blogspot.it/2015/11/crop-circles-il-messaggio-alieno.html

1

Ben lontano dall’idea di aver esaurito l’argomento in questione, propongo nel presente post, una alternativa forma di comunicazione aliena, del quale si dispone di materiale video/fotografico a sostegno. In un precedente post: http://presenze-aliene.blogspot.it/2014/07/ufo-e-scie-le-provedalla-valmalenco-di.html avevo postato alcune fotografie relative al caso verificatosi a Chiesa in Valmalenco il 3/12/2013, con l’intento di dimostrare che non tutte le scie che si vedono in cielo, sono prodotte da aerei. A sostegno di quanto affermo, anche la presenza di un video che potete visionare all’indirizzo menzionato. In seguito alla pubblicazione dell’articolo, ho ricevuto dall’autore delle foto in questione, una dimenticata ulteriore fotografia scattata nella stessa occasione. Non sempre gli autori di foto straordinarie, quando me le inviano, le inviano tutte. Per motivi diversi (dimenticanza, remore, paura, non riconoscimento del valore della foto, oppure perché aspettano per costatare il verificarsi degli eventi, ecc.) ne inviano solamente una parte. Già fin dall’inizio io avevo assegnato a questo caso, un valore notevole, ma dopo aver visto l’ultima foto inviatami, sono rimasto meravigliato.  Già il materiale precedente era un palese messaggio all’umanità, che molto diceva; ora però, è stato aggiunto un tassello estremamente importante.

RIEPILOGO IN SINTESI DELL’EVENTO

Da Chiesa in Valmalenco, dei testimoni notano una strana scia circolare che si va formando. Un testimone afferma di aver visto come un lampo partire dal formarsi della scia e, è in quel momento, che si è vista apparire la sfera bianca, poi ingrandita nel sottostante particolare 3/A. Quindi scatta una fotografia, la numero uno, quella inviatami in seguito. Sono le ore 15.32’.38”. Decide poi di filmare, il video dura 52” e termina alle 13.33’.36”. Come si può notare nel video, quando l’ufo della scia circolare passa di fronte al particolare nuvoloso (foto 3 cerchiato verde), l’ufo sfera bianca già se ne è andato. E’ andato a collocarsi tra i due lampioni come da foto due, sono le 15.33’.42”. L’ultima foto è delle 15.33’.58”, in cui non compare più l’ufo sferico e, il mezzo autore della scia è ormai lontano.

2

LA FOTO UNO

La foto inviatami in seguito, fa vedere una scena alquanto complessa e già avanzata nel manifestarsi. Ciò significa che l’esibizione era iniziata da un po’ di tempo. Nell’immagine tre sono evidenziati i particolari in gioco. Pertanto opero quella che io ritengo la logica ricostruzione dell’evento. Dalla scia circolare iniziale, parte un flash. E’ necessario che ciò visivamente avvenga, per far comprendere che l’ufo due è emanazione dell’ufo uno. Lo spostamento nello spazio dell’ufo due, avviene sulla frequenza del non visivo, potrebbe anche trattarsi esclusivamente di altissima velocità. Rientra nel visibile mediante quanto presente con il particolare 3/C, ovvero con il vortice. Da questa posizione, inizia un veloce percorso lineare con presenza di lieve scia, che lo porta dentro a una strana conformazione leggermente nuvolosa, evidenziata con cerchio verde. La forma nuvolosa ha la sembianza di una toppa di serratura rovesciata.

3

IL VORTICE

 Consiglio coloro che non sono a conoscenza di cosa si tratta, di considerare il post: http://presenze-aliene.blogspot.it/2013/11/ufo-e-vortici-in-valtellina-di-dario.html In sintesi, quando questi ufo sforano il confine, passando dalla loro frequenza abituale alla nostra, ovvero superano il confine dimensionale; possono generare una turbolenza vorticante. Noi vedremo un vortice, apparentemente di origine nuvolosa. Appunto quello che compare nel particolare 3/C e nella foto sottostante, del quale i due particolari ingranditi, sono stati elaborati con maggiore contrasto, per renderli meglio visibili.

4

La foto quattro, scattata in alta Valmalenco il 17/6/2012, evidenzia con certezza cosa sono questi vortici. Sono generati da ufo che in talune occasioni, si presentano esteticamente come sfere bianche, oppure anche di altri colori; mentre in altre si presentano direttamente col classico ufo/disco volante. Nella foto cinque si vedono i vortici, ma nessun corpo volante all’interno. Comparirà se l’intelligenza autrice del fenomeno, lo riterrà opportuno.

IL MESSAGGIO

L’ingrandimento del particolare 3/B ci evidenzia che questi ufo, si manifestano a noi umani, entrando da un passaggio dimensionale, per poi assumere l’estetica che vogliono, in questo caso la sfera bianca. Ricordo che questo ufo, avrebbe potuto compiere la stessa operazione, senza rendersi visibile a noi; pertanto il suo, anzi il loro manifestarsi, è un messaggio/regalo a noi.  Ora però viene il bello. Per gli esseri umani, la toppa della serratura, rappresenta la possibilità di poter entrare oppure uscire da casa propria. Se noi osserviamo la foto, si vede chiaramente che l’ufo/sfera, si trova al centro di una vaga nuvolosità a forma di toppa di serratura! Occorre tenere presente che siamo di fronte ad un cielo sereno, perlomeno in quel punto, libero da altre forme nuvolose, che potrebbero generare il dubbio. A mio parere, il messaggio da intendersi quindi è: “Ciò che per noi è il vortice di entrata e uscita, per voi lo è la toppa della serratura”. Quindi, così come noi umani siamo padroni di entrare e uscire da casa nostra mediante l’utilizzo della toppa della serratura, così loro sono padroni di entrare e uscire mediante la produzione o meno del vortice. A mio parere sarebbe opportuno emarginare i concetti di stargate e porte dimensionali, il più delle volte accostati o legati a luoghi precisi. Queste entità e questi ufo extra/dimensionali, entrano ed escono ovunque, semplicemente variando la frequenza della loro manifestazione. Praticamente sono sempre qui, ma al di fuori del visibile umano. 

5

Avere occasione di riprendere le loro manifestazioni, deve essere per noi un piacere e un onore. Non siamo noi umani, bravi a vedere e riprendere loro; sono loro che scelgono come e quando farsi vedere da noi. Noi possiamo unicamente volere e predisporsi; ma torniamo alla foto uno. Nel post: ufo e scie dalla Valmalenco, avevo affermato che l’ufo producente la scia circolare, questo aveva fatto, per indirizzare l’attenzione sull’altro ufo in mezzo ai lampioni. Alla luce dell’ultima foto giuntami, cambia leggermente lo scenario. L’ufo della scia circolare, sempre porta l’attenzione al secondo ufo; però non più fine a se stesso, ma al concetto di passaggio dimensionale e toppa della serratura.

LA PERPLESSITA'

In seguito alla precedente pubblicazione della serie di foto del quale la uno fa parte, avevo ricevuto da alcuni lettori, l’osservazione circa la loro perplessità. Non riferita all’ufo/sfera tra i lampioni, ma all’oggetto volante che produce la scia circolare. A loro dire, la prova che si trattava di ufo non era tanto consistente; in quanto anche un aereo potrebbe generare una scia estetica del genere. A costoro rispondo con le seguenti considerazioni. Un testimone ha affermato che in quella occasione si era sentito il rumore di aereo. Sentire il rumore di un aereo non significa in assoluto, che è quell’aereo l’autore della scia, in quanto occorre accertarlo con sicurezza. Ciò si rende necessario, in quanto non possiamo affermare che le entità ufo non possono generare il rumore di un aereo. In fondo, possono generare cose che vanno ben oltre un semplice rumore. Anzi, a mio parere possono facilmente far apparire un aereo con relativo rumore, dove invece sono presenti esclusivamente loro. Per quanto concerne l’autore della scia circolare, se di aereo si tratta, certamente non era un aereo di linea, pertanto si tratterebbe presumibilmente di caccia. Quindi, considerando che la direzione del suo tragitto pare intenzionale nell’andare verso l’ufo/sfera; si tratterebbe di scrambler con il fine di intercettare o quantomeno di avvicinarsi all’ufo. Una riflessione però è d’obbligo: “Gli apparati militari fanno di tutto per screditare l’ufologia, poi fanno fare una scia del genere a un caccia militare, per farci scoprire l’esistenza dell’ufo, più il vortice, più la toppa?”. Non mi pare percorribile questa ipotesi. Bastava che l’aereo si fosse avvicinato all’ufo, restando ad una quota più bassa, dove la condensa non si formava.

6

Comprendo che dal punto di vista estetico (foto 6), non è molto consistente la prova che si possa trattare anche in questo caso di ufo/sfera; ma ancora meno che si possa trattare di aereo.  Come evidenzia la foto, anche il particolare rosa e la non presenza di aereo, ha un suo peso. Vi è poi da dire che la scia circolare inizia all’improvviso. In genere questo particolare è presente quando generato da ufo e, meno con gli aerei. Per un aereo avviene quando raggiunge l’altezza giusta, con le condizioni ambientali giuste per la formazione della scia di condensa. Per gli ufo avviene quando vogliono.

7

In base all’ultima foto in cui compare ancora l’ufo sferico, per il fatto che si presenta in forma allungata, è deducibile che si è messo in movimento allontanandosi dietro le montagne. Cosa curiosa, lo stesso giorno ma in serata, da Sondrio, è stata scattata la foto sette. Ovviamente non vi sono prove che i due eventi ufologici siano da mettersi in relazione; ma neanche che non lo siano. L'autrice della foto afferma di aver visto e quindi fotografato, quanto compare nell'ingrandimento in rosso.

 SCIE DA AEREI E DA UFO

Per molti frequentatori del web, tutte le scie presenti in cielo sono chimiche, e dovute ad aerei. Pochi sono quelli che sostengono che ci sono le scie generate da ufo, del quale inoltre, non vi è prova che siano chimiche. Comprendo che dal punto di vista estetico, spesso sono praticamente uguali. Ho ricevuto due foto che sottopongo alla vostra attenzione. Nella sottostante foto otto, si vede una scia che attraversa diagonalmente la foto.



8

La si può osservare con attenzione; ma si noteranno unicamente particolari frequenti e noti, nelle foto delle comuni scie chimiche. Al limite si può accordare una certa stranezza alla nuvola ufoidale nel riquadro. Una foto del genere, non vale la pena considerarla e tenerla. I più, direbbero che si tratta di scia chimica, altri che è una normale scia di condensa generata da un qualsiasi aereo. Vi è però altra foto, la nove, che aggiunge altri particolari.

9

In questa si può osservare che se di aereo si tratta, questo è alquanto anomalo e strano. La forma triangolare già si presenta inglobata nella scia; per giunta il mezzo volante manifesta una particolare luminosità, che parrebbe essere propria e non riflessa. Queste foto sono del 15/10/2013, sempre in alta Valmalenco. Chi vuole sostenere che di aereo si tratta, lo deve dimostrare, altrimenti è un oggetto volante non identificato. Quindi si può affermare che gli oggetti volanti non identificati, generano scie apparentemente come quelle degli aerei. A sostegno che di aerei non si tratta, ho messo assieme l’immagine dieci. Il primo particolare evidenzia una sfericità rosa, ed è tratta da una foto della serie di cui fa parte la foto uno. Il secondo particolare è una foto (da accertarne la genuinità) eccezionale, in quanto farebbe vedere appunto una sfera/ufo mentre genera scia. Il terzo particolare, foto genuina dalla Sardegna, evidenzia una di queste sfere senza la scia.

10
A me pare che sia giunto il momento che tutte queste cose sia rese di dominio pubblico. Non è possibile che continuano ad avverarsi sopra le nostre teste, mentre i padroni del mondo, asserviti da una platea mercenaria, continuano ad ignorare e a far ignorare.




Nessun commento:

Posta un commento