Presenze Aliene

lunedì 25 aprile 2016

Ufo alla centrale Enel di Lanzada

Ufo alla centrale Enel
  Lanzada 17/4/2016



La vicenda è di quelle sconcertanti, da porre certamente in archivio tra gli eventi ufologici che qui sono di casa.  A rivelare la notizia, Il 22/4/2016 il giornale “Il Giorno”. Uscito con la notizia clamorosa della spettacolare vicenda ufologica verificatasi il 17/4/2016 presso la locale centrale elettrica di Lanzada. Riporta l’articolo:
Nuovo avvistamento ufo in Valmalenco. Questa volta la segnalazione arriva in forma anonima. Con tanto di foto. “Sono un professionista della zona di Morbegno e mi scuso in anticipo, di inviarvi la mia lettera in formato anonimo. Non è mia consuetudine farlo, ma alla fine non credo che la cosa faccia differenza. L’importante è documentare l’evento, si legge nella missiva. Premetto che non sono appassionato e non conosco nulla di tutto questo ma, mio malgrado, sono stato testimone di un avvenimento che potrebbe rientrare nell’argomento ufologico e, in coscienza, mi sento in dovere di riferire quanto avvenuto”. Un episodio, a quanto pare, incredibile quello descritto dal lettore “L’episodio risale alla sera di domenica 17. Mi trovavo a Lanzada e dopo una bella serata in compagnia di una mia amica, verso le 23, mentre imperversava un diluvio universale, io e lei ci siamo appartati nella zona camper antistante alla centrale elettrica. Alcuni minuti dopo, dei lampi molto forti, dovuti al temporale, illuminando a giorno la zona e la mia amica, con nostro grande stupore e inquietudine, riuscivamo a scorgere un velivolo molto grande, stazionare sopra la centrale”.


Poi la descrizione dettagliata di quanto visto: “Il velivolo era di forma approssimativamente triangolare, di colore nero riflettente, presentava delle luminescenze pulsanti violacee alle estremità della scocca, stazionava sospeso, perfettamente immobile e silenzioso sopra la centrale. Superato il timore iniziale, d’impulso ho iniziato a scattare alcune foto per immortalare la scena. Tutto era calmo ed irreale, eccetto il forte acquazzone e la nebbia che aleggiava nella zona. All’improvviso il susseguirsi di alcune scariche elettriche che fuoriuscivano dalle bobine dell’impianto della centrale che saettavano con spettacolari ramificazioni colpivano lo scafo del velivolo, creavano una pioggia di scintille. Immediatamente scattavano, fortissime le sirene d’allarme creando un trambusto incredibile. In preda al panico e scossi per l’evento, ci allontanavamo immediatamente da quel luogo. Sulla strada del ritorno incrociavamo una pattuglia dei Carabinieri che, con lampeggianti, si stava velocemente dirigendo verso la centrale, allarmati probabilmente dalle sirene. Posso solo aggiungere che ho visto numerose persone affacciate alle finestre delle case, impressionate probabilmente dal suono inquietante delle sirene dell’allarme. Tale comunicazione mi sento moralmente in dovere di comunicarla a voi affinché rimanga traccia dell’evento particolare e unico, dandovi l’opportunità di valutare l’importanza o meno della cosa”.

COMMENTO

La vicenda, così come è stata riportata dal giornale già assume una notevole consistenza; ma dopo aver sentito alcune testimonianze locali, emerge il fatto che la vicenda ha un peso decisamente superiore. Intanto è importante l’alto numero di persone che hanno visto o sentito. L’attivazione dell’allarme dentro una vallata chiusa, genera un’eco impossibile da non sentire.
 Importante la dichiarazione resa dal testimone che, assumendosi l’onere si prodiga, rendendosi conto dell’importanza dell’evento, nell’intento di informare la popolazione. A lui un grazie da parte nostra. Affermare poi di aver visto l’intervento dell’Arma dei Carabinieri, significa fissare un punto non facilmente contestabile, ai fini della consistenza testimoniale, in quanto l’intervento loro presso la centrale Enel mentre era scattato l’allarme è certamente documentato. Sentendo poi la popolazione locale, emergono altri particolari. Alcuni hanno accennato al fatto che durante la notte vi erano luci aeree che viaggiavano in vallata. Altro teste afferma di aver visto una sfera grande e molto luminosa, stazionare e spostarsi lentamente sopra il Pizzo Scalino. In molti affermano di aver visto fulmini e scariche elettriche in quantità e dimensioni abnormi sopra la centrale. Cosa ha fatto scattare l’allarme? Cosa ha generato l’ammanco di corrente? Di solito la centrale è illuminata, ma le luci, durante il temporale, si erano spente. Al momento nessuna spiegazione è trapelata dall’Enel.

MESSAGGIO AI TESTIMONI

Invito tutti i testimoni che hanno visto o fotografato a farsi avanti. L’anonimato è garantito e, comunque, possono comunicare loro in incognito. Se poi possono esporsi quelli che erano “a poetar sotto le stelle”, nell'occasione alquanto velate, a maggior ragione possono farlo coloro che erano a casa loro. Il testimone che ha inviato le foto e la testimonianza al giornale, ha fatto quanto di meglio potesse fare per informare la collettività; ma altro ancora si potrebbe fare. Il giornale ha pubblicato unicamente una foto, per giunta in formato ridotto. Ciò non consente una valutazione appropriata, per stabilire cosa esattamente è stato immortalato. Occorrerebbe disporre degli originali ingranditi e, alcuni particolari visibili nella foto pubblicata, potrebbero rivelare molto altro. Invito pertanto l’autore delle foto a fare trentuno, considerato che trenta lo ha fatto. L’indirizzo mail è quello sopra. Interessante sarebbe capire cosa ci faceva, un ufo triangolare a bassa quota sopra la centrale. Perché andare lì a far scattare allarme, a innescare il corto circuito che spegne le luci, a spaventare i poeti della notte! 


SPIEGAZIONE IPOTETICA

Dato per certo che l’evento si è verificato, occorre tentare di spiegare di cosa si è trattato e per quale finalità. Improbabile ipotizzare che il mezzo aereo fosse un drone da tecnologia umana che stava fermo sopra le bobine della centrale. Con tutte le scariche che lo hanno colpito, molto probabilmente non sarebbe più andato via. Considerando invece, quanto di anomalo a carattere ufologico avviene regolarmente in Valmalenco; diventa ovvio ipotizzare che il mezzo volante era un ufo. Foto e testimonianza dicono triangolare. Teniamo però presente che gli ufo, in alcune occasioni, attivano sistemi di schermatura parziale, tali da farci vedere una cosa mentre invece è un'altra. Se per assurdo, l'ufo è un cubo che vola, ma una sua finestra triangolare è libera dalla schermatura totale; noi vedremo e fotograferemo un triangolo e non un cubo.
Ultimamente i triangoli volanti visti e fotografati in zona, sono diventati numerosi. Occorre precisare che probabilmente non sono di una unica tipologia e probabilmente con funzioni e dimensioni diverse. La foto soprastante è relativa al caso del 18/12/2016. Link: http://presenze-aliene.blogspot.it/2016/01/star-trek-in-valtellina.html
Ammesso che un mezzo alieno ha stazionato sopra la centrale, occorre tentare di comprendere per quale fine. Non certamente presenti lì, per studiare la centrale e nemmeno per scoprire cosa sono fulmini e scariche elettriche. L'ipotesi in base al quale gli ufo rubano la corrente elettrica, non è molto convincente. Il fine era certamente altro e, la foto lo dimostra.


Nel tentativo di comprendere cosa realmennte è avvenuto, ho riscontrato che la vicenda della centrale di Lanzada ha un punto in comune con il caso di Castel Masegra:  http://presenze-aliene.blogspot.it/2016/04/ufo-castel-masegra.html Ho pertanto operato l’accostamento riportato sopra. Come si può riscontrare il punto in comune è quella parte verdastra che staziona sotto i due ufo. A Lanzada è appena sotto il mezzo volante, a Castel Masegra è giù in basso, davanti alle piante. A questo punto una deduzione, almeno ipotetica emerge. Le entità aliene dei due ufo, hanno condotto una operazione a terra. In che cosa consistente non è possibile appurarlo, se a terra nessuno ha riscontrato nulla. Certamente possiamo iniziare a pensare che in Valmalenco le entità aliene conducono operazioni a terra. Ecco perché altre eventuali foto potrebbero consentire un quadro più completo di quanto avvenuto alla centrale di Lanzada.



2 commenti:

  1. concordo con te con il contesto delle "operazioni a terra"... :)

    RispondiElimina
  2. Ciao sono Luigi della Valmalenco, dall'anno scorso seguo questo sito interessante.
    Io sfortunatamente non ho mai visto degli ufo ma volevo comunque confermare che quella sera mi trovavo nel Bar vicino alla Centrale con degli amici ed effettivamente dopo alcuni fulmini fragorosi che devono essere caduti nella centrale abbiamo sentito le sirene ad azionarsi. Sembravano come quelle dei bombardamenti durante la guerra, veramente impressionante. Sono uscito con gli altri a guardare cosa stava succedendo e la centrale era completamente al buio e avvolta dalla nebbia ma nonostante questo abbiamo visto una luminescenza verdastra allontanarsi verso l'alto tra la nebbia.
    Poco dopo e' arrivata una macchina dei Carabinieri che andava alla cancellata principale della Centrale. Tra amici abbiamo commentato sul momento l'evento e senza sapere nulla della storia , qualcuno ipotizzava il passaggio di qualche UFO. Anche' perche' in tanti dicono di averli visti sulle Dighe di Campomoro , sopra la Centrale o l'ungo le tubature della condotta forzata.
    Sperando di essere stato utile saluto. :)

    RispondiElimina