Presenze Aliene

martedì 5 aprile 2016

Ufo a Castel Masegra

Ufo a Castel Masegra
Sondrio 3/4/2016



In un mondo normale, l’ufologia dovrebbe essere scienza, conoscenza e passione. Nel nostro mondo capovolto, dove i valori sono costantemente ribaltati, l’ufologia è una malattia. Tale la vuole far passare la scienza e l’informazione di sistema. Devo però ammettere che hanno un pizzico di ragione. Da quando ho visto il primo ufo, qualcosa è cambiato nella mia vita e, ogni volta che ho visto o fotografato, oppure ho ricevuto materiale e testimonianze, il virus della mia malattia si è fatto maggiormente sentire. Di tanto in tanto ho pensato di voler guarire, di lasciare tutto e dedicarmi ad altro. Avviene, quando la pressione di questo mondo capovolto si fa maggiormente sentire. Poi però ricevo materiale, testimonianze e messaggi a sostegno e, la mia febbre risale…


Testimonianza Antonio Bardea

In questa occasione relativa alla giornata 3/4/2016 ho ricevuto conferma da numerosi testimoni, circa avvistamento nei pressi di Castel Masegra, situato appena sopra Sondrio. La prima foto, affiancata ad una bella foto di Castel Masegra, è di tale Antonio Bardea, nativo valtellinese di Poggiridenti, ora non più residente. Nel corso della detta giornata si trovava presso Castel Masegra, quando ha visto a non molta distanza, una forte luminosità ferma in cielo. Il tempo di scattare alcune foto e l’oggetto era scomparso. A me sono pervenute otto foto del quale, l’ultima, non riprende più l’ufo. Sei foto riprendono l’ufo nella stessa posizione. Le foto sono quasi uguali tra di loro, pertanto ne posto una sola ed è quella sopra di fianco a Castel Masegra. L’ingrandimento è quello sottostante.

2

Come si può osservare, si tratta della classica forma ovoidale. Richiama fortemente forma e proporzioni dell’ufo dei sottostanti famosi ufo della Valmalenco. Cambia leggermente la prospettiva ed il fatto della luminosità, ma come sappiamo, questi ufo si servono di una struttura costituita da schermo mimetico trasparente. Quando la luminosità interna non è mantenuta schermata, dall’esterno diventa visibile come in questo caso. Ricordo e aggiungo, che mediante la schermatura, possono farci vedere ciò che vogliono, anche il papa che dice messa, oppure il signore in croce; pertanto anche manifestazioni luminose di ogni genere.

3

La foto inviatami numero sette (ingrandita e sottostante n.4), non presenta più l’ufo fermo nella posizione delle precedenti foto. L’ufo è scomparso; però la foto presenta ancora qualcosa di particolare e interessante. Come si può osservare nell’ingrandimento, un ufo (se lo stesso di prima oppure altro, ma presumibilmente lo stesso) compare in alto e lontano. E’ circondato da un alone vagamente colorato con sfumature di rosa. Bizzarramente parrebbe quasi un volto che osserva nella direzione di chi lo sta fotografando. Ultimamente sono diventate frequenti, le parvenze di volti che ci osservano dalle nuvole, in prossimità di presenze ufologiche. Ingrandendo e contrastando maggiormente l’immagine, si nota che la parte scura di forma romboidale, non è tutto l’ufo, ma questo, di forma ovoidale come nelle precedenti foto, è ancora parzialmente riscontrabile. Ciò induce a ritenere che questo ufo è lo stesso delle foto precedenti, oppure al limite, un altro similare. Sarebbe interessante sapere se il testimone, tra questo scatto inviatomi e il precedente in cui compare l’ufo a Castel Masegra, ha fatto altre foto; in quanto si potrebbero forse riscontrare altri particolari interessanti.

4

Tempistica e testimonianza Antonio Bardea

In base alla documentazione inviatami, la prima foto riporta le ore 19.13’.53” foto n.1354. La sesta foto inviata, ultima con la presenza stabile dell’ufo nei pressi di Castel Masegra, riporta l’orario 19.14.09 foto n. 1410. Pertanto la presenza stabile dell’ufo, in base a quanto ripreso è della durata di 21”. La foto seguente (quella sopra) è delle 19.23.13. Pertanto, 9’.4” dopo. Il signor Bardea mi inviava quindi il materiale con il seguente messaggio: “Mi associo ai ringraziamenti a Dario Giacoletto per il suo sito. Non nego che con molta curiosità ormai lo seguo puntualmente alla ricerca di nuovi articoli. Mi sono appassionato al fenomeno Valtellina essendo io di origine Valtellinese di Poggiridenti e per lavoro purtroppo trasferito a Ferrara da molti anni ormai. Sono un profano sul fenomeno UFO, ma simpatizzante lo sono diventato sentendo i miei vecchi amici parlare di queste luci che sfrecciano nei cieli valtellinesi. Proprio ieri trovandomi a Sondrio sono stato spettatore io ed alcuni amici di una "luce" fortissima ferma sopra il Castello Masegra. Il tempo di capire, scattare alcune foto e la cosa spariva. Non ho idea cosa poteva essere quella luce, non riesco nemmeno a spiegarla, ma mando a Dario le foto da esaminare. Grazie Antonio Bardea. 

Secondo testimone.

Un evento con durata minima di circa dieci minuti, ma come scopriremo molto di più, non poteva non essere visto e fotografato da altri numerosi testimoni. Ricordiamoci che l’ufo era, di domenica, sopra la città di Sondrio, zona nel quale gli avvistamenti si susseguono in modo incredibile e ormai le persone sono attente a quanto si manifesta. Tale Simone dalla frazione Mossini di Sondrio, quindi a poca distanza da Castel Masegra, notava la presenza dell’ufo e riusciva a fotografarlo quando questo già se ne era andato. Le foto nitide inviate con presenza dell’ufo sono tre, di cui la migliore è la sottostante; mentre nelle altre due l’ufo è ormai lontano. Sono le 20.19’.20”, pertanto la durata della presenza dell’ufo sale a oltre un’ora. Altre due foto scattate mentre il testimone era ancora in auto, sono meno utilizzabili; ma servono come conferma generale.

5

Terzo testimone.

Il terzo testimone è tale Luca da Sondrio, il quale ha inviato sei foto. La prima, in base ai dati riportati, è stata scattata alle 20.11’.50”. L’ultima alle 20.12’.12”, pertanto il passaggio registrato è certamente durato 22 secondi. Resta da stabilire se l’orario nei dati macchina sono esatti, oppure è il campanile che segna altra ora, come si può notare dalla sottostante prima foto.

6

Il percorso dell’ufo e conferme a vicenda

Numerose sono state le testimonianze visive, che a vicenda si confermano. In base al tentativo di individuare il percorso svolto dall’ufo, possiamo ipotizzare che, dal castello si è diretto verso la val di Togno, quindi Albosaggia, ma dicono che sia poi tornato indietro e quindi nuovamente val di Togno, direzione dal quale se ne sarebbe andato. Al momento dispongo delle testimonianze e del materiale presentato. Non mi sorprenderebbe che altre testimonianze si facciano avanti con il loro contributo per l’indagine. Teniamo presente che un’ora di girovagare in zona, non può non essere stata ripresa dalle numerose webcam in zona e certamente altri hanno fotografato. Colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro che mediante la loro partecipazione, rendono possibile la condivisione di articoli come questo.  






1 commento:

  1. secondo me sono alla ricerca di un qualche tipo di minerale vedi uranio

    RispondiElimina