Presenze Aliene

domenica 17 luglio 2016

Ufologia italiana: LA SVOLTA?

Ufologia italiana:
LA SVOLTA?


Continua incessante l’attività ufologica in Valmalenco e Valtellina, a conferma di un fenomeno e di una presenza stanziale stabile. La foto sopra l’ho scattata da Teglio, in occasione dell’ultima mia visita. Nulla di nuovo quindi, se non fosse che qualcosa di importante e di nuovo è avvenuto. Andiamo però con ordine. Il presente blog, sin dall’inizio, si era prefissato di essere strumento di divulgazione, in particolare dell’attività ufologica della Valtellina. Sin dall’inizio si era posto quale obiettivo, quello di rendere noto il notevole materiale a disposizione, poi in parte pubblicato. Ciò si era reso necessario in quanto in Italia, nessun gruppo ufologico all’altezza della situazione, si era fatto avanti per indagare e rendere noto quanto stava avvenendo. Il CUN (Centro Ufologico Nazionale) per la Lombardia, nella persona di Alfredo Benni aveva liquidato l’ufologia valtellinese, come un qualcosa di non meritevole di considerazione. Il G.A.U.S. fiorentino, dopo essere stato sul luogo ad indagare, rilasciava mediante Marco Baldini, una intervista a Mediaset, in cui affermava che la maggior parte del materiale fotografico era un falso. Esperti del settore, quali Sabrina Pieragostini e Pablo Ayo, erano giunti alla stessa conclusione e, così altri. Intanto io continuavo a pubblicare eccezionali fotografie di ufo ed entità aliene, con una domanda che mi affiorava martellante in mente: “POSSIBILE CHE NESSUNO NOTA QUESTE FOTO, SE NON I TROLL? POSSIBILE CHE IN ITALIA NESSUNO COMPRENDE IL SIGNIFICATO DI QUESTE FOTO? POSSIBILE CHE LO COMPRENDONO SOLAMENTE UNA PARTE DI QUELLI CHE POI LO VOGLIONO NASCONDERE?”.

Circa un anno fa venni contattato da tale Fabio Giardini, noto in ambito ufologico come Fabiosky63. Personaggio esperto in analisi fotografiche e collaboratore esterno del Cun. Mi disse: “Da due anni indago il materiale ufologico che lei va pubblicando nel suo blog. Posso affermare che almeno in parte il materiale è genuino, in quanto presenta aspetti che solamente quelli che sono addentro all’ufologia vera possono conoscere; ma nel caso che lei Giacoletto disponga degli originali genuini delle foto pubblicate e fosse disponibile a fornirmeli, tutta la vicenda della ufologia della Valtellina assumerebbe una consistenza ben maggiore”. Invai a Giardini una cinquantina di fotografie nella versione originale e genuine; in parte della Valtellina e in parte personali e di altri casi. Giardini mi confermò la genuinità delle foto e, contattò il CUN nella persona di Massimo Angelucci. Per chi non lo sapesse, Massimo Angelucci è il consulente scientifico del CUN, il Centro Ufologico Italiano; ovvero il principale gruppo di ricerca in ambito ufologico. Mi contattò Angelucci ed il gioco fu chiaro. Costoro volevano arrivare alla fonte del materiale che io avevo pubblicato, volevano entrare in contatto con la Valmalenco; pertanto mi invitarono ad accompagnarli in una indagine sul territorio, in cui li avrei fatti incontrare con i testimoni che in precedenza io già avevo contattato. Ci incontrammo a Chiesa in Valmalenco il 8/7/2016 e, si dette il via ad una serie di riscontri testimoniali e costatazioni ambientali.  Un accurato sopraluogo di riscontro fu svolto nei confronti della Centrale Enel di Lanzada, in relazione al clamoroso caso riportato in: http://presenze-aliene.blogspot.it/2016/04/ufo-alla-centrale-enel-di-lanzada.html http://presenze-aliene.blogspot.it/2016/05/news-valmalenco-maggio-2016.html e del quale solamente in parte è stato reso noto. 


Sono state sentite versioni di diretti testimoni, in relazione molteplici casi avvenuti negli ultimi anni, ma interessante è stato anche sentire cosa raccontavano gli anziani del luogo. Ci siamo poi recati presso la locale Stazione Carabinieri, onde sentire eventuale conferma o meno del fenomeno ufologico in Valmalenco. Ricordo che il Comandante Alessandro Di Royo, è la stessa persona del quale è riportato nel libro “Ufo: i dossier italiani” e in: http://presenze-aliene.blogspot.it/2014/04/valmalenco-ufo-desecretati.html Il Comandante ha confermato la realtà del fenomeno e, di quanto in questi anni è stato riportato dai giornali locali; ma non si è reso disponibile ad andare oltre, sottolineando, che per ottenere questo era necessaria una specifica autorizzazione degli Organi Superiori. Il CUN, in quanto ente con autorizzazione a farlo e nella persona di Massimo Angelucci, si è pertanto prefissato di inoltrare formale richiesta a chi di competenza. Se tale richiesta sarà accettata, probabilmente nuovi risvolti emergeranno; altrimenti il fenomeno ufologico della Valmalenco, seppure vero, resterà confermato unicamente nella versione informale, ma formale per quanto riguarda le ammissioni dell’Aeronautica Militare.



 A coronamento della indagine in Valmalenco, il CUN dispone ora del notevole materiale che io ho posto a disposizione. Materiale genuino che conferma il valore di quanto in questi anni avevo pubblicato nel blog “Presenze aliene”. Le verifiche ufficiali secondo prassi, saranno eseguite prossimamente e, spero rese note. Ora il CUN è a conoscenza e, non può più nascondere la testa sotto la sabbia. Pertanto, a nome dei lettori del presente blog, ma in rappresentanza dell’ufologia italiana sana, chiedo al CUN di operare affinché emerga la verità. Se ciò avverrà, la fatica che ho compiuto mediante questo blog, non sarà stata vana. E’ questa una grande occasione che si presenta al CUN, per riappacificarsi con gli ufologi italiani, dimostrando correttezza, genuinità, competenza e, meno servilismo alle logiche di sistema. Ringrazio Massimo Angelucci, Fabio Giardini e tutte le persone incontrate in Valmalenco, per la loro disponibilità e, speriamo che questa sia LA SVOLTA.




9 commenti:

  1. Bravo!Complimenti! speriamo bene e che finalmente non si nasconda la verità.

    RispondiElimina
  2. INCREDIBILE. INCREDIBILE. Quasi non ci credo...questa volta se riesce nel suo intendo Sig. Dario ...potrebbe essere l'artefice di un cambio evolutivo epocale dell'ufologia. Speriamo che le carte in gioco non vengano manipolate e rese ridicole dal sistema. Comunque vada OTTIMO Lavoro. Un suo affezionato lettore. Grazie

    RispondiElimina
  3. Alan

    Quello che sta avvenendo e assolutamente meraviglioso. Finalmente dopo aver guardato sempre il giardino del vicino ed averlo trovato bello. Ci stiamo accorgendo che il nostro campo e meraviglioso e pieno di fiori colorati.

    E ora che qualcuno dei giardinieri lo curi e lo tenga bello e fiorito.

    Un grazie al sig. Dario che si e' speso e messo la faccia per riscoprire il valore dei nostri campi fioriti

    RispondiElimina
  4. Ringrazio lettori e sostenitori. Danno la forza e la volontà per proseguire...

    RispondiElimina
  5. Antonio Rivoli

    Io non conosco molto bene il fenomeno ma comprendo il turbamento delle persone accreditate a divulgare una situazione, se vera, di tale portata.

    Confido comunque sulla professionalità delle persone del CUN , quale organo nazionale preposto a tali controlli.

    Sono curioso e rimango in attesa di notizie.

    Un grazie a lei Dario per il suo lavoro.

    RispondiElimina
  6. Gherardi@76

    Grande il vostro sito. Spacca di Brutto.

    Amici di Sondrio mi hanno girato questo articolo apparso su un giornale della loro zona.

    http://www.laprovinciadisondrio.it/stories/Cronaca/foto-anonime-consegnate-in-biblioteca-strano-oggetto-volante-a-lanzada_1181086_11/.

    Ho visto che lo avete trattato anche voi. Potreste approffondire l'accaduto e intrigante la cosa.

    Il CUN collabora con voi?....

    Che ne pensano. Ho visto su Focus TV che solitamente sulle centrali accadono fatti strani collegabili alla presenza di UFO.

    Ciao a tutti. Bel lavoro.....continuate sono curioso






    RispondiElimina
  7. Grazie dell’entusiasmo che esprimi. Le foto anonime consegnate in biblioteca, sono quelle relative all’evento verificatosi alla centrale Enel. In due post, ho riferito parzialmente della vicenda. Quanto è emerso in seguito, va di gran lunga al di là del noto e dell’ipotizzabile. Come esposto nell’articolo “La svolta?”, il CUN ha condotto un sopraluogo e sta svolgendo indagine fotografica. In questo momento io e il Cun collaboriamo; pertanto per accordo con loro non pubblicherò su questa vicenda. Se però non lo faranno loro, in seguito mi riterrò libero di poterlo fare io. L’ufologia della Valmalenco è in fase di evoluzione e, anche la relativa informazione in qualche modo si evolve. Pertanto maturano nuovi tempi e modi, quindi, forse in seguito si potrà dire cosa realmente è avvenuto alla centrale. Anche la questione ufo/centrali elettriche, al momento è da considerarsi di confine. Vedrò cosa si può fare. Cordiali saluti.

    RispondiElimina
  8. Antonio SERRA.

    Mi sono imbattuto per caso in questo sito, molto vasto e con molto materiale inedito.

    Quest'ultimo ARTICOLO lo reputo un'interessante argomento.

    In caso di positivi riscontri da parte del CUN dove si possono andare a vedere le notizie. Suppongo in questo sito. Ma nel loro ne' faranno menzione..?

    Grazie




    RispondiElimina
  9. In questo momento è intento loro, pubblicare delle relazioni relative all'ufologia della Valmalenco, all'interno del Cun. Quando avverrà, concorderò quanto e cosa riportare. Teniamo sempre presente che una fazione vorrebbe informare, e una fazione opposta vorrebbe il medio evo.

    RispondiElimina