Presenze Aliene

martedì 6 dicembre 2016

I MILLE VOLTI della Valmalenco

I MILLE VOLTI
della VALMALENCO

1

Potrebbe essere il titolo di un film, forse di un libro; ma più semplicemente è un articolo che mira ad evidenziare alcune sfaccettature di questa sperduta valle ai piedi del Bernina. Mille potrebbero essere i volti folcloristici locali, coi personaggi, le vicende, coi prodotti caratteristici. Qui però questi mille volti incontrano i mille contradittori volti dell’ufologia e non solo. Ne nasce un cocktail agrodolce, dal sapore strano e inebriante. Forse anche pericoloso, in quanto su un versante genera dipendenza passionale, sull’altro un ipotetico o reale scontro con parte della realtà locale e, peggio ancora, lo scontro con i mille volti della logica del potere. Ho conosciuto la Valmalenco, invitato da persone le quali sapevano che sono un ricercatore in ambito ufologico e non solo, con l’intento di tentare di fornire una spiegazione razionale al fenomeno che stava emergendo. Uno dei primi volti riscontrati in questa vallata, è la collocazione isolata e a se stante, con grande frequentazione in inverno per le piste di sci e, in estate per i suoi paesaggi poetici quasi incantati. Poi però si scopre che in cima alla vallata sono stati costruiti due enormi e spettacolari invasi, Campo Moro e Alpe Gera che, se considerati con ottica pessimistica, potrebbero distruggere incanto, poesia e vallata. Sulla destra spicca il maestoso Pizzo Scalino, palcoscenico principale dei mille volti dell’ufologia locale. L’idea di scrivere un articolo con questo titolo è sorta nel momento in cui il signor P.B., un volto della contestazione, ha voluto fornire la prova che io sarei un impostore, in quanto le foto presenti nell’articolo: http://presenze-aliene.blogspot.it/2013/04/pizzo-scalino-la-s-messa.html relative alla Messa sul Pizzo Scalino del 22/8/2010 sono a suo dire false. Ha pertanto posto sul piatto della bilancia quale prova, il seguente video:  https://www.youtube.com/watch?v=Ty4o4IzvVFY&app=desktop



2
Visionai il video e, con mio grande stupore, dovetti riscontrare che l’affermazione del P.B. è errata. Probabilmente involontaria, ma certamente non vera e non adeguatamente accertata da parte sua; in quanto in tre punti del video si vedono passare velocissimi due ufo in coppia. La persona non abituata ad osservare i video alla ricerca di quanto meno visibile, ma non certamente meno vero, ha difficoltà a cogliere i fugaci passaggi. Rallento quindi il video e accertata la cosa, estrapolo i frame in questione. Ne ripropongo tre, uno per ogni passaggio e segnalo dove li potete riscontrare. Sono i punti: 11.43.14/11.44.00    primo, 16.50.00/16.50.05    secondo, 27.16.03/27.16.11    terzo passaggio. Faccio presente che testimonianze fotografiche e verbali relative a quel giorno, dimostrano la presenza sfuggevole di tre ufo, dei quali due parevano viaggiare in coppia.

3

 Si potrebbe obiettare che le immagini non dimostrano molto per quanto riguarda gli ufo; ma occorre tenere presente alcune cose. La qualità della videocamera, la velocità degli oggetti; e più importante il fatto che questi oggetti adottano sistemi di schermatura parziale (in questo caso) oppure diversamente o totale in altri, andando a generare combinandosi con i giochi di luce, distorsione delle immagini degli ufo. Come si può notare in tutti i tre frame, gli oggetti manifestano deformazione di immagine. Per i denigratori che ignorano, come per quelli a pagamento, questo aspetto è ottimo per fini di delegittimazione. Anche questo è un volto della Valmalenco, però diffuso in tutto il mondo, secondo le logiche di sistema. A questo punto ringrazio P.B. per avermi segnalato il video che, sfortunatamente per lui, non prova quanto intendeva provare, ma esattamente il contrario! Qual ora avesse a disposizione altro materiale del genere per la contestazione, è pregato di inviarmelo. Così pure ringrazio l’autore del video; che invito ad intervenire per eventuali precisazioni.

4

 Ora però voglio capire se chi ha messo in rete questo video, ovvero l’autore, ha inserito tutto quello che è stato ripreso quel giorno al Pizzo Scalino, oppure ha lasciato i tre passaggi, in quanto sfuggiti alla sua attenzione. L’autore del video è pubblico e si chiama Gianmario Nana di Chiesa in Valmalenco. Contatto questo signore al quale pongo la seguente domanda: “Lei ha messo in quel video tutto quanto è stato ripreso quel giorno al Pizzo, oppure ha operato una selezione atta a non evidenziare la presenza di ufo di maggiori dimensioni?”. Risposta: “Quel giorno nessun ufo è stato da me visto o ripreso, è stata una giornata assolutamente normale. Mi dimostri lei che erano presenti degli ufo”. Invio pertanto al signor Nana tre fotografie attestanti la presenza di ufo quel giorno, fotografie che mi erano state recapitate in anonimo tempo fa, presumo da persone presenti sulla scena in questione. Alla vista della prima foto il Nana reagisce dicendo: “Non è possibile! Questa foto è uguale identica ad una foto che ho fatto io quel giorno; in cui però l’ufo non è presente” e, mi invia la foto in questione. Effettivamente la foto è esteticamente identica tranne che per il particolare dell’ufo. E’ la seconda foto sottostante. Sono perplesso, devo riflettere.

5A

5B

Ad accertamento la foto con oggetto volante risulta ricavata e pertanto non nella versione originale. Foto non originale, non significa quanto di solito la maggioranza delle persone pensano, ovvero che non rappresenta il vero; in quanto una foto ottenuta in post produzione (replicata) che è esteticamente uguale all’originale in RAW, non sarà a sua volta originale, ma rappresenta comunque il vero! A questo punto si sarebbe indotti a pensare che l’originale è la foto inviatami dal Nana senza la presenza dell’ufo; ma i conti non tornano, in quanto neanche questa foto è nella versione originale RAW! Una foto per essere nella versione originale RAW non deve aver subito alterazioni intenzionali, ma neanche essere stata spostata mediante programmi di gestione che vanno ad intaccare i dati originali. Quindi chi sposta foto mediante la posta via mail in allegato, oppure postando su Facebook, senza rendersene conto altera l’originale, se mai prima lo era. Quindi ora, una delle due ipotesi: O l’oggetto è stato posto sulla foto inviatami in anonimo; oppure l’oggetto è stato tolto dalla foto del Nana. Una cosa però è certa; le due foto presentano la stessa scena, non similare ma identica. A questo punto ho fatto richiesta al Nana di rispondere ad alcune domande. La prima è la seguente:” Lei mi conferma che la foto inviatami, da quando lei l’ha scattata sino ad ora è sempre stata nella sua unica disponibilità, oppure altri hanno avuto a disposizione questa foto?” Ancora oggi attendo la risposta! Il Nana sa benissimo che ribadendo che la foto l’ha scattata lui e questa è stata nella sua unica disponibilità, lui è il responsabile della foto, quindi altri non potrebbero aver incollato l’ufo. Se mi dice che altri hanno avuto a disposizione la foto, allora ha altro da dover spiegare, compreso chi mi ha inviato le foto in anonimo. La cosa migliore da farsi ora, sarebbe che il Nana metta a disposizione la foto nella versione RAW, cosa che garantirebbe che la foto è genuina e in suo reale e unico possesso. Non penso che farà questo, in quanto la non risposta, già è la risposta. A questo punto l’ipotesi per me più plausibile, che raccoglie l’intera vicenda, è la seguente: La verità è data dal video, in quanto la presenza degli ufo è sfuggita al Nana per sua stessa ammissione (…nessun ufo quel giorno è stato visto o ripreso…) cosa invece confermata anche dalle foto inviatemi in anonimo, da più autori, delle quali le foto tre, quattro e cinque A, sono della stessa serie. In queste foto si vedono, non solamente degli ufo, ma si vedono in coppia (foto tre e quattro) esattamente come nel video e come da testimonianze verbali! Resta da stabilire se l’ufo alle spalle del vescovo è stato messo oppure tolto. Eventualmente si scoprirà in una prossima puntata; una cosa però è certa, quel giorno gli ufo sono stati visti e ripresi. Lo dice il video, ma lo dicono le persone che, visti gli ufo, si mettono a salutare! A mente serena, parrebbe addirittura che una mano fatata sia intervenuta in questa vicenda: “Prima fornendo le prove che gli ufo sono stati fotografati, per poi in seguito voler far passare che non erano stati fotografati!” Cosa è avvenuto nel frattempo? Qui mi fermo nel riportare questa vicenda. Chi fosse interessato al seguito della storia, potrebbe chiedere direttamente all’interessato come stanno le cose. A lui, spiegare eventualmente questo esempio dei mille volti della Valmalenco.

6

 Mi spiace dover nascondere alcuni volti su alcune fotografie, ma ciò si rende necessario per non incorrere in contestazioni. I volti della Valmalenco sono però migliaia e anche di questi altri occorre parlare. Non esclusivamente volti umani come generalmente sono ripresi;  ma alieni, sui quali non metterò veli sino a quando non saranno loro stessi ad esprimermi questa necessità (foto 6). Sin dall’inizio della mia avventura in Valmalenco, ho riscontrato che i volti alieni che qui si erano visti e ripresi, poco avevano a che fare con le ipotetiche ricostruzioni dei volti alieni che compaiono nel calderone dell’ufologia in generale; benché poi vi sono anche conferme. Ora però, per fare in modo che il lettore comprenda, devo fornire alcune precisazioni. Quando si riprende una entità aliena, due sono le possibilità. Posso aver visto l’entità e quindi l’ho fotografata; oppure ho fotografato dove l’entità non era visibile, ma essa è comparsa nella fotografia, in quanto lì stava. Ciò è possibile in quanto la banda della percezione visiva umana è ridotta rispetto alla banda di acquisizione della fotocamera. Pertanto se l’entità si manifesta sulla frequenza del fotografabile non visibile, io otterrò la foto dell’entità senza averla vista. Può anche capitare che il fotografo non vede per disattenzione l’entità e la riprende; ma questa è un’altra variante. Pertanto la domanda da porsi di fronte alla foto di una entità è sempre: “Si tratta di entità vista e fotografata, oppure di entità fotografata ma non vista? La risposta indica quindi il grado di manifestazione di quella entità. Chiarito questo volto dell’ufologia, occorre chiarirne altri. In ambito ufologico è noto che si possono fotografare volti alieni non visibili alla vista umana; ma è opinione molto più rara, il fatto che si possono fotografare volti umani non visibili alla nostra vista (Foto 1-7-8).

7

Le fantastiche foto 1-6-7-8, sono esempi di straordinari volti fotografati ma non visti direttamente, tutti ripresi in Valmalenco. A questo punto è opportuno tentare di spiegare di chi sono i volti umani fotografabili e non visibili.  Diverse sono le ipotesi, in quanto non è possibile al momento avere certezze; ma due ipotesi hanno maggiore consistenza. La prima è quella parafisica, ovvero, così come le entità aliene possono manifestarsi generando la figura a vari stadi di concretezza fisica ovvero materializzazione; così potrebbero semplicemente adottare figure umane, in questi casi esclusivamente il volto scelto. Alcuni teorici ipotizzano la possibilità che questi volti umani sono l’espressione delle entità che con quei volti hanno vissuto in Terra la vita umana. Quindi sarebbero i volti dei defunti che noi piangiamo come morti, ma che sarebbero ben vivi come entità ora da noi considerate aliene. Questa ipotesi sconfina o si allaccia al fenomeno degli ORBS, vedere: http://presenze-aliene.blogspot.it/2010/11/gli-orbs-ci-guardanoe-alcuni-loro.html Altra ipotesi è quella in base al quale si tratterebbe di volti proiettati da tecnologia aliena e forse addirittura da tecnologia umana non convenzionale o nota. A quale pro è da definire.

8

Io non sono in grado di affermare quale sia la verità; ma posso affermare con certezza che questo fenomeno esiste ed è straordinario, soprattutto sotto l’aspetto estetico e per quanto potrebbe presupporre. Nella eventualità che si tratta di volti umani adottati da entità aliene nel corso della vita umana, significherebbe che la morte non esiste, se non come trapasso di ritorno da dove siamo venuti. Significherebbe che noi umani siamo entità aliene (ma anche entità spirituali, entità animanti un corpo fisico, o anime) momentaneamente presenti sulla Terra per questo genere di vita! Che sia giunto il momento di rivedere il nostro concetto di morte? Lo spero nell’interesse di tutti noi, affinché sempre meno lacrime si debbano versare e, si smetta di pregare per poter accedere al paradiso; ma si realizzi pienamente il fine per il quale siamo qui ora. A questo punto occorre prendere atto, che questi volti presentano una espressione, un calore, una veridicità veramente sconcertante!
Non ho certamente finito di presentare i mille volti della Valmalenco, se saranno di vostro gradimento, vi sarà un seguito. Nella eventualità che alcuni di voi abbiano ripreso volti del genere, ma non abbiano avuto il coraggio di renderlo noto, questa è l’occasione giusta per farlo. Gettate il riserbo e fatecelo sapere! Se invece qualcuno di voi riconosce o pensa di riconoscere uno di questi volti, è pregato di contattarmi! Comprendo il fatto che quanto riportato in questo articolo possa meravigliare o sconcertare alcuni lettori, oppure che sia incredibile; ma se l’umanità ha perfino creduto che si nasce con un debito di stato e pertanto ingrassa la mafia bancaria, ha creduto che si nasce col peccato originale e ha ingrassato la chiesa; per quale motivo non può ipotizzare che sia meritevole di considerazione quanto esposto sopra? In fondo, sono secoli che si crede alla madonna, senza mai averla vista o fotografata come in questi volti! Un grazie agli autori delle foto.

PS:Ad articolo pubblicato, ho ricevuto l'invito di rimuovere le foto uno e otto in quanto concesse in esclusiva per futuro libro. Mi scuso coi lettori, sperando che in seguito mi sia consentito ripubblicarle.









Nessun commento:

Posta un commento