Presenze Aliene

domenica 12 febbraio 2017

Ufo news Valmalenco febbraio 2017

Ufo News Valmalenco
Febbraio 2017



Alpe di Lagazzuolo 3/7/2016

1

La foto è di quelle spettacolari, con o senza ufo. La località è l’Alpe di Lagazzuolo, situata in alta Valmalenco, sopra la frazione San Giuseppe. Luogo commemorativo delle Penne Nere, presso l’omonimo rifugio posto a mt. 1974 di altezza. Da alcuni anni qui si ritrovano gli alpini per fini commemorativi e, merito loro è la presenza del rifugio, come presente nella foto due. 
Nel corso dell’alza bandiera, mentre tutti i presenti se ne stanno con il naso in aria, è stata scattata la foto che riporta la strana e anomala presenza.

2

La foto originale è stata tagliata nella parte bassa, per non far vedere i volti dei presenti tra i quali vi potrebbero essere persone che non gradiscono essere riprese o pubblicate. Tutte le persone erano attratte e indirizzate al tricolore. Nessuno ha visto quanto si è palesato in seguito nella foto. I motivi potrebbero essere diversi, quali ad esempio la grande velocità. Oppure la durata troppo breve della manifestazione, tale da non poter essere colta dall’occhio umano. La spiegazione più probabile però, considerando altri casi similari, è che la presenza aliena era fotografabile, ma non visibile. Dire di cosa si tratta è arduo, pertanto è ipotetico. Ci stiamo lavorando, stiamo ammassando dati e prove; ma esiste un problema di fondo di non facile soluzione.  Una cosa è indagare un fenomeno ripetitivo che presenta aspetti estetici anch’essi ripetitivi. Altra cosa è indagare un fenomeno che si presenta certamente ripetitivo, ma esteticamente sempre diverso. Di fronte a questa foto la principale domanda è la seguente: “Trattasi di oggetto volante non identificato; oppure trattasi di aspetto ottico e quindi non oggettivo?”. Già alla prima domanda siamo fermi. In un eventuale forum di discussione si dividerebbero le opinioni. Siamo quindi costretti ad aspettare altro materiale e altre informazioni per avere ulteriori possibilità di risposta. A mio parere nulla esclude che si tratti di aspetto estetico generato da presenza oggettiva non visibile.

Caspoggio 19/11/2016

Detto per i non locali, Caspoggio è un paesino della Valmalenco, sul versante opposto a quello di Chiesa in Valmalenco. Pertanto da Chiesa è possibile vedere le alture sul quale sorge Caspoggio. Così è avvenuto per quanto riguarda questo caso. Un testimone ha visto all’improvviso, due strane luminosità, quindi ha pensato di fotografare. L’autore delle foto non gradisce comparire; pertanto resta anonimo ma rilascia la sua lucida testimonianza: 

3

“Da Chiesa in Valmalenco ho visto in direzione Caspoggio, in zona adibita a discarica, mentre erano presenti banchi di nuvole basse. All’improvviso ho visto apparire due luminescenze ferme per un attimo. Tempo di riprenderle e sono schizzate via verso Sondrio”. Il testimone non accenna alla presenza della piccola luminosità sottostante; probabilmente sul momento non l’ha notata. Questa luminescenza evidenziata nella immagine quattro, probabilmente è qualcosa della loro tecnologia. Si trova perfettamente sulla perpendicolare dei due ufo, che però potrebbero essere uno solo. Come evidente dall’ingrandimento, non si tratta di luminosità tipica da tecnologia nostra. E’ molto probabile che il testimone abbia assistito ad una loro discesa a terra; o meglio, l’ufo si è fermato un attimo, ha sganciato una piccola sonda oppure una entità con la sua apparecchiatura, quindi è schizzato via.

4

Le foto inviate dal testimone sono due, scattate in sequenza e, presentano la stessa scena.  Faccio presente che le entità aliene presenti sugli ufo, dispongono di piccoli mezzi volanti che consentono loro di scendere singolarmente a terra. Queste loro discese sono state riscontrate già parecchie volte; una delle quali è quella riportata in: http://presenze-aliene.blogspot.it/2016/04/ufo-castel-masegra.html Numerose altre volte sono state riscontrate, ma non pubblicate. Osservando meglio le due foto, si nota che le presenze viste e fotografate, non sono a ridosso della montagna, come parrebbe di primo acchito. Sono ovviamente in aria e in quella direzione, ma meno a ridosso della montagna, quindi più vicine all’osservatore.

5


6

In seguito alla pubblicazione dell’articolo “Sono tra noi… oppure noi siamo tra loro?” alcuni lettori presenti alla serata di Chiesa Valmalenco, mi hanno fatto pervenire la notizia relativa ad un fatto interessante accaduto durante la serata.  Già mi era stato riferito a suo tempo, ma non avevo la dichiarazione della diretta persona interessata. La persona si chiama Assunta Tina Loele, la quale dichiara: “Ad inizio serata ho scattato delle foto. Su una fotografia vi era una evidente entità dalle sembianze di grigio (io presumo tipo quella presente nelle foto tre e quattro dell’articolo citato). Ho fatto vedere la foto alle persone intorno a me. La foto era clamorosa, quindi ho informato i conduttori della serata, ai quali ho consegnato il telefonino, con l’intento che la foto fosse fatta vedere in pubblico. Collegato il telefonino al Pc con intento di proiettare la foto sullo schermo; Beppe Petrolla (uno dei conduttori della serata e consorte dell’autrice della foto) riscontrava che la foto in questione non esisteva nel telefonino”. Ora   i casi sono due: o tutte le persone che hanno visto la foto con l’entità sono state visionarie e quindi si tratta di allucinazione collettiva; oppure l’entità è intervenuta direttamente sul telefonino facendo scomparire la foto. Poco probabile l’ipotesi che la foto sia stata cancellata in seguito ad un intervento maldestro del Petrolla; persona certamente consapevole di quanto stava facendo. A questo punto, alcune persone che avevano visto la foto, hanno pensato che l’entità fosse stata fotografata contro volontà, per cui avrebbe provveduto a cancellare la foto, affinché non si rendesse testimonianza del fatto. Per deduzione e conseguenza era quindi opportuno che neanche loro testimoniassero l’esistenza della foto. La pensa diversamente invece tale Naki Silmat che, vista assieme a suoi due famigliari la foto sul telefonino, con fermezza ora conferma il fatto. Altrettanto confermano Ivana e Beppe Petrolla. Dato il consistente numero di altre testimonianze (verbali) anche se non disponibili a metterci nome e faccia; la vicenda assume peso. Prevalente tra i testimoni è l’idea che l’entità essendo stata ripresa forse troppo bene, abbia deciso di non concedere una foto tanto particolareggiata e clamorosa.  A mio modo di intendere la vicenda, questa è da leggersi in altro modo ovvero: La serata in programma era stata titolata “L’arte di apparire”. Le entità hanno confermato apparendo e, imponendo una ulteriore precisazione. La serata doveva essere titolata “L’arte di apparire e di scomparire!”. Se le entità avessero voluto essere presenti ma non fotografabili, nessuno le avrebbe riprese; quindi significa che intendevano farsi riprendere, ma con una precisazione. Devo ammettere che mi piace questo loro modo serio di giocare! Per quanto riguarda il fatto che l’entità avrebbe ritenuto di essere stata ripresa troppo nei particolari, faccio presente che mediante altre foto di entità della Valmalenco, sia pubblicate quanto non pubblicate, si sono fatte riprendere in modo intenzionale molto particolareggiato. Un esempio, quello delle foto sottostanti. Ovviamente ora si palesa una nuova domanda: “Le entità aliene, possono agire direttamente dentro una fotocamera?”.


Serata 2015
Una lettrice del blog, presente alla serata 2016 ha posto la seguente domanda: Sono state riprese entità in sala nel 2014 e nuovamente nel 2016, così è stato pubblicato. Perché nel 2015 non sono state riprese, non erano presenti? Risposta: Io non posso affermare quale sia la realtà in assoluto; posso unicamente riportare in base alle notizie e al materiale che mi perviene. Quindi, per quanto riguarda il 2015; posso unicamente affermare che una sola foto di entità presente mi è giunta. La foto è stata scattata da Beppe Petrolla ed è la numero sei, qui con ingrandimento. Pertanto anche nel 2015 le entità erano presenti. Numerose le foto scattate durante la serata, probabilmente sono state riprese; ma solamente una mi è pervenuta. Occorre tenere presente che una certa percentuale di persone non sono disponibili a condividere materiale del genere. Alcune persone poi si faranno avanti anni dopo. Nel caso della foto del 2015 le entità non sono simili a quelle del 2016; comunque sono presenti in buon numero, tanto da alterare la nitidezza della foto. O meglio, dove le entità compaiono in trasparenza, le figure dietro e anche prossime, perdono nitidezza nei contorni. Ciò è dovuto alla interferenza in atto, la quale genera anomalia estetica. E’ questo un fenomeno che offre appiglio ai denigratori e agli incompetenti; ma che sta prendendo gradatamente il giusto indirizzo.

Sondrio 2/12/2016

L’avvistamento di una anomala luminosità allungata, tale da sembrare due, è avvenuto da Sondrio, come evidente nella foto. La costruzione illuminata è il San Lorenzo. Il testimone afferma di aver visto la luminosità spostarsi a ridosso della montagna per poi scomparire. Questa foto già l’avevo postata in http://presenze-aliene.blogspot.it/2017/02/tecnologia-aliena-2.html ma non avevo provveduto ad inserire ingrandimenti. Quando inserisco gli ingrandimenti, ma non la versione originale delle foto, mi si dice che dovrei mettere gli originali. Quando metto gli originali e non gli ingrandimenti, mi si dice che si vede troppo poco. Mettere gli uni e gli altri impegna molto spazio, quindi non è sempre possibile avere l’uovo e la gallina. La carenza del non aver messo l’ingrandimento ha reso possibile l’osservazione di alcuni lettori, i quali hanno pensato che l’ufo da me inteso fosse la grande luminosità che si vede a metà della via. Mi è stato pertanto fatto notare che quello è un lampione acceso.

8

Altri lettori hanno ipotizzato che l’ufo in realtà non sia altro che qualche luce sulla montagna, oppure un automezzo. Ho pertanto provveduto mediante la comparazione sottostante a chiarire l’incomprensione. Quindi: L’ufo non è il lampione appeso, ma le due anomali luminescenze. In corrispondenza dell’ufo, quindi sulla montagna, non vi sono abitazioni o strade, pertanto non si tratta di nostre luci accese. Le caratteristiche estetiche ovvero luminosità variamente colorate e instabili, sono tipiche delle manifestazioni ufologiche di questo genere. Osservando la foto otto che è l’originale, è possibile notare che in cielo sono presenti altre presenze anomale.



Grazie delle vostre segnalazioni e del vostro materiale.




2 commenti:

  1. ciao Dario...

    giusto il presunto posizionamento delle due strisce di luce e dei due(2) -ce n'è un'altro meno sovraesposto subito sotto a sinistra- "pallini" luminosi in basso...sono avanti alla casa, le strisce sulla loro verticale probabilmente, verso il fotografo e NON sullo sfondo... -_o

    vedremo in seguito, approfondendo in analisi, sempre che siano disponibili gli originali dei due scatti...ciao :)

    RispondiElimina
  2. Forte sta roba http://notiziesmile.altervista.org/la-nasa-rivela-dal-quarto-pianeta-attorno-trappist-1-provengono-segnali-alieni/

    RispondiElimina