Presenze Aliene

lunedì 10 aprile 2017

VALMALENCO 7/4/2017

VALMALENCO 7/4/2017


1

Il 7/4/2017 in Valmalenco, è stata una straordinaria ma in fondo ordinaria, giornata di ufologia. Sono le ore 9.19, l’ufo ripreso è spettacolare, numerose le foto e le testimonianze. Ma andiamo con ordine. Come già ampiamente riportato in http://presenze-aliene.blogspot.it/2015/01/ufo-caccia-cba.html , la Valtellina e la Valmalenco sono comprese dentro un CBA. Ciò comporta che la zona delimitata come evidenzia la cartina sotto, è una zona particolare in cui possono intervenire con autorizzazioni particolari, aerei militari di nazionalità diverse, per presunte esercitazioni. Se noi osserviamo dall’alto la zona ed il traffico aereo civile mediante immagine due tratta dal sito: https://www.google.it/webhp?sourceid=chrome-instant&ion=1&espv=2&ie=UTF-8#q=flightradar24 notiamo che il traffico civile e quindi le rotte aeree, passano sopra il CBA in quantità estremamente ridotta, rispetto altrove. Questa probabilmente non è una casualità, ma una motivazione logica. Dove agiscono gli aerei militari, ufficialmente per esercitazioni, forse per questioni ufologiche che ufficialmente non saranno mai ammesse; è opportuno che il cielo sia libero il più possibile.

2

Quella sottostante è una foto scattata il 7/4/2017, con scie aeree in abbondanza. Se torniamo ad osservare la mappatura delle rotte aeree, non si vedono rotte trasversali sulle Alpi; ma se si guardano le scie presenti nella foto sotto, si nota che sono tutte trasversali. Perché? Semplice, perché la mappatura fa vedere tutti gli aerei che utilizzano il transponder previsto per il traffico aereo di linea; ma non fa vedere il traffico speciale e militare.

3

I complottisti, definiti psicopatici dalle sagge istituzioni italiane e mondiali, sostengono che queste sono scie chimiche. Vi sono quelli i quali sostengono che si tratta di vere e proprie intenzionali irrorazioni chimiche e, coloro i quali affermano che chimiche sono le risultanze degli scarichi dei reattori. Quindi si tratterebbe delle sostanze adottate quali additivi nel carburante aereo. Vedere: http://www.tankerenemy.com/2014/04/esposto-sui-carburanti-ed-additivi.html#.WOsc1NLyjIU
Indipendentemente da chi abbia ragione e, potrebbero avere ragione entrambi, un dato di fatto evidente è che il risultato generato da queste ipotetiche scie di condensa, se non è nocivo come sostengono le istituzioni, quantomeno è esteticamente inopportuno. Tanto è vero che, andando a zoomare nella zona del Pizzo Scalino per riprendere il solito ufo, si riscontra che le igieniche e salutari scie di condensa, hanno generato una anomala coltre nuvolosa o quantomeno una pesante foschia.  Scene del genere sono presenti ovunque, si parla di manipolazione o ingegneria climatica.

4

La foto quattro scattata alcuni giorni addietro e riprendente sempre la stessa zona, è moto interessante. Le virate così strette, senza che si veda alcun aereo, inducono qualche sospetto! Le scie che iniziano e finiscono all’improvviso anche. Non siamo certamente di fronte ad aerei di linea. Torniamo però alle scie trasversali, con la seguente domanda: “Se non si tratta di traffico aereo di linea, di chi si tratta?”. Certamente anche i caccia militari possono generare scie e, nei giorni scorsi ne sono stati visti e fotografati; ma quando i rumori non sono dei caccia, di chi sono? Come ampiamente dimostrato in: http://presenze-aliene.blogspot.it/2014/07/ufo-e-scie-le-provedalla-valmalenco-di.html , anche gli ufo in alcune situazioni generano scie esteticamente simili a quelle dei mezzi aerei nostri. La differenza è che gli ufo sono silenziosi, mentre i turboreattori nostri sono riconoscibili. Se poi i nostri posseggono mezzi silenziosi che generano scie, è cosa da accertare. Sta di fatto che al momento non è chiarito il perché i nostri sporcano il cielo e nessuna autorità accetta di vedere. Disposizioni dall’alto? Quanto in alto?

5

IL PUNTO DOLENTE

Il traffico aereo inquina l’aria in misura oggi non riconosciuta dalla volontà lobbystica degli interessi di parte e, per conseguenza da genuflessione, dalla volontà politica. All' inquinamento conseguenziale del traffico convenzionale, si aggiunge un ipotetico inquinamento intenzionale, motivato da ipotetica ricerca, motivata dalla necessità di gestire il clima. Quando si parla di inquinamento aereo, sempre si cita la causa come proveniente da terra, pertanto automobilistico e industriale, mai si parla dell’inquinamento proveniente dall’alto! Intanto l’inquinamento sta riempiendo gli ospedali con malati di cancro e con problemi respiratori. Chiunque può vedere schiuma bianca ovunque, anche sulle montagne, tranne da parte delle autorità preposte. Vedere: http://presenze-aliene.blogspot.it/2012/09/schiuma-bianca-e-scie-chimiche.html 
Diminuisce costantemente il numero delle persone che ancora credono nella versione ufficiale ovvero: tutto è sotto controllo, stiamo operando nel vostro interesse, state immobili e dormite tranquillamente. Serpeggia quindi un malumore generale, che le istituzioni nostre non vogliono cogliere.
Al momento non sappiamo con certezza quale sia la motivazione di tutto questo e, in molti si stanno chiedendo se per caso le irrorazioni chimiche sono da porsi in relazione alla questione ufologica. Ciò che chiunque può vedere, è che una volta le scie di condensa si formavano raramente e quando avveniva, poi si dissolvevano rapidamente. Ora le scie di ipotetica condensa si trasformano in nuvole o meglio in pesante foschia. Dove erano presenti le scie trasversali della foto tre, alcuni minuti dopo è presente la foschia visibile nelle sei foto con la presenza dell’ufo. Praticamente in quella zona l’ingegneria climatica ha sporcato ed oscurato il cielo! Poi si dirà che l’inquinamento proviene dal basso! Ricordo che il potere il quale impone questa realtà, è lo stesso che sta imponendo la crisi mondiale, il debito pubblico, il terrorismo e le guerre. E’ lo stesso che impone all’Italia di andare davanti alle coste libiche a prendere i profughi, lo stesso che impone l’utilizzo morboso del petrolio e degli OGM ecc. Il tutto mentre il Sergio e il Francesco ci rifocillano di parole su misura, mentre non compiono mai nulla di buono se non per l’apparenza!

6

LE SEI FOTO

L’ufo è spettacolare, impossibile non vederlo, sconcertante il solito fatto ovvero che le persone non notano quanto avviene in cielo e intorno a loro. E’ però la solita storia che si ripete, come in occasione di altre vicende riportate. Questo ufo è similare e, potrebbe anche essere lo stesso dei casi riportati in: http://presenze-aliene.blogspot.it/2016/12/spettacolo-valmalenco-ufo-al-palu.html Oppure in http://presenze-aliene.blogspot.it/2017/01/conferme-dario.html e molti altri casi.

7

Le osservazioni prolungate del fenomeno ufologico della Valmalenco, confermano una presenza pressoché costante di queste manifestazioni ufologiche, quindi la Valmalenco è costantemente osservata, monitorata e sotto stretta vigilanza. Prima o poi si scoprirà il perché. Osservando l’estetica di questo ufo, ben poco possiamo dedurre. Una parvenza di palla vagamente luminosa di colore biancastro in questa occasione e, variamente colorata/e in altre. La prima cosa da comprendere è se effettivamente è una sfera, in quanto vi sono molte probabilità che non lo sia. Per saperlo sarebbe necessario che contemporaneamente l’ufo fosse fotografato da angolature diverse. Se di sfera si tratta, da tutte le angolazioni si vedrebbe tonda, altrimenti si vedrebbe diversamente; oppure è possibile che non si veda nulla. La verità è che noi umani nel valutare un fenomeno del genere, abbiamo due enormi difficoltà di fondo da superare. La prima difficoltà è che la vista umana non ci consente di vedere come presuppone la maggior parte della gente e, come l’informazione faziosa ci fa credere. Non è però possibile affrontare a fondo questo tema in questo articolo. Invito però chi è interessato, ad approfondire il meccanismo della vista umana, cosa è la luce e, come il tutto poi ci appare. Lo ripeto per l’ennesima volta: Noi umani siamo quasi ciechi, velati come ho detto in altre occasioni, e resi stupidi dal potere che ci strumentalizza.

8

L’altra difficoltà è generata dal fatto che non sappiamo cosa è questo ufo. Anzi, quell’ufo potrebbe anche non essere tale. L’ufo potrebbe essere la semplice luminescenza, apparentemente tonda o sferica, emanata da una fonte che noi non vediamo. In questo caso la causa sarebbe l’ufo e, ipoteticamente la luminosità potrebbe essere lo strumento che da bordo utilizzano per vedere la nostra realtà fisica o comunque per interagire, non sappiamo bene come. Ipoteticamente si potrebbe pensare che quando da bordo dell’ufo intendono scandagliare oppure effettuare radiografie sul territorio sottostante, attivano una loro tecnologia la quale fa decadere parzialmente la schermatura, evidenziando lo strumento utilizzato che, essendo tondo, ci fa vedere quanto compare in foto. Scherzosamente proviamo a pensare a Cristoforo Colombo che mentre naviga guarda con il cannocchiale un’isola in lontananza. Dall’isola una scimmia, nel momento in cui il sole si riflette sulla lente del cannocchiale, vede una luminosità tonda o sferica, quindi dice alle sue colleghe, "guardate un ufo degli alieni"! Intanto alcune altre scimmie ridendo a crepapelle, dicono che occorre fare attenzione a cosa si beve e si fuma, altrimenti si diventa visionari! Bando all'ironia, procediamo.
Le sei foto ci fanno vedere che l’ufo, chiamiamolo così, ha spaziato nella direzione del Pizzo Scalino se visto da Chiesa in Valmalenco. Nulla possiamo sapere circa la distanza reale da chi ha fotografato oppure dal Pizzo Scalino. Apparentemente l’ufo ci illude di essere vicino al monte; ma potrebbe in realtà essere molto più vicino a chi ha fotografato. Prima o poi uno di questi ufo sarà fotografato contemporaneamente da persone diverse collocate a distanza tra di loro. Esempio da Sondrio, da Chiesa, da Lanzada e da Campo Moro. La comparazione delle foto in quel caso ci daranno molte risposte che ora non abbiamo. Intanto, un grazie all’autore delle foto.